Bechler: gli esami confermano che l'efedrina è colpevole

Le analisi sul corpo del giocatore deceduto lo scorso 18 febbraio confermano che la sostanza ha contribuito al colpo di calore fatale al giocatore

Il medico che ha esaminato il corpo di Steve Bechler, il lanciatore degli Orioles deceduto lo scorso 16 febbraio, ha confermato che l’efedrina è una delle cause che hanno contribuito alla morte del giocatore. Le analisi tossicologiche hanno infatti stabilito che una quantità significativa della sostanza era presente nel corpo del giocatore, e che essa ha contribuito al colpo di calore che lo ha ucciso.

Due giorni dopo aver pesantemente minacciato il suo ex compagno Omar Vizquel, il closer dei Phillies Josè Mesa ha fatto marcia indietro sulle sue dichiarazioni di martedì. Quello che ha scritto sul suo libro mi ha ferito – ha detto Mesa – ma non farei mai male a nessuno. Le Majors stanno indagando sulla questione.

La stella dei Rangers Alex Rodriguez è tornato ieri in Texas, per sottoporsi ad alcuni esami alla spalla. Dopo aver essere sceso in campo negli ultimi due giorni, ARod ha notato un anormale indolenzimento e affaticamento; dopo i controlli, Rodriguez dovrebbe tornare subito in Arizona.
Peggiore la situazione per il battitore designato degli Orioles David Segui; che dovrebbe rimanere fuori 7 settimane dopo essersi fratturato il pollice in allenamento.
Uno stiramento muscolare costringerà invece Carlos Beltran dei Royals a stare lontano dai campi per una-due settimane, mentre è in ottime condizioni Dennys Reyes, il lanciatore dei Pirates colpito in testa da una pallina durante una delle amichevoli di mercoledì.
Per la prima volta dall’operazione chirurgica a cui si è sottoposto nella off-season, il lanciatore dei Cardinals Jason Isringhausen affronterà oggi alcuni battitori.
Al camp dei Red Sox, intanto, è rientrato il pitching coach Tony Cloninger, che ha detto di voler continuare a lavorare nonostante gli sia stato diagnosticato un cancro alla vescica.
L’ex rilievo di Mets e Phillies Tug McGraw è stato ricoverato in ospedale per una serie di test; ha lasciato invece l’ospedale ieri il padre del pitcher degli Yankees Josè Contreras, 5 giorni dopo aver subito un infarto.

Sui campi della Florida, i 3 fuoricampo di Ricky Ledee hanno portato i Phillies al successo 13-12 sui Blue Jays.
Rick Ankiel, ancora una volta, ha dovuto fare i conti con la sua imprecisione; il mancino dei Cardinals ha concesso 3 basi-ball e colpito un battitore in un inning, e St.Louis è stata sconfitta 8-7 da Florida.
Non bene neanche Shane Reynolds, che ha concesso 5 fuoricampo ai Pirates, comunque sconfitti 8-7 da Houston.
Inoltre, Orlando Hernandez ha concesso solo 2 valide e zero punti in 4 inning, guidando gli Expos alla vittoria 5-3 sugli Indians.

In Arizona, i due fuoricampo di Miguel Teixeira, che spera di guadagnarsi un posto nel roster dei Rangers, hanno permesso a Texas di imporsi 12-8 su Milwaukee.
Grazie a 18 valide, i White Sox hanno avuto la meglio sui Rockies 13-6, mentre Rick DeHart ha eliminato tutti e 4 i battitori affrontati nella sconfitta dei suoi Royals 3-8 contro i Giants.
Inoltre, Oliver Perez ha concesso 2 punti in 4 inning, e i Padres hanno sconfitto gli Angels 3-2.

Secondo quanto annunciato ieri dalla squadra, sarà Barry Zito a lanciare la gara di apertura della stagione per Oakland, il prossimo 26 marzo a Tokyo.
Gli Angels hanno invece spedito nelle minors due lanciatori, Derrick Turnbow e Bobby Jenks, mentre gli Indians hanno messo sotto contratto il pitcher giapponese Kazuhito Tadano. Si tratta di un accordo di lega minore.
Inoltre, i Twins hanno reso noto che l’accordo firmato mercoledì dal lanciatore Kenny Rogers è da un anno e 2 milioni di dollari.

Il commissioner Bud Selig ha confermato ieri di stare prendendo in seria considerazione l’idea di riammettere Pete Rose. Selig non ha specificato quelli che potrebbero essere i tempi del processo, ma ha parlato chiaramente della cosa per la prima volta dallo scorso 25 novembre, nel corso di un discorso che ha tenuto a New York. Inoltre, il commissioner ieri ha escluso che i giocatori delle Major League possano partecipare alle Olimpiadi di Atene del prossimo anno.
Le Majors hanno anche reso noto che il comitato che sta valutando la rilocazione degli Expos deciderà la nuova casa della squadra ora a Montreal entro l’All-Stare Game.

Infine, il popolarissimo radiocronista dei Brewers Bob Uecker è stato votato ieri per l’ingresso nella Hall-of-Fame, nella sezione dedicata alla stampa. Il 68enne Uecker segue da 31 anni le partite di Milwaukee, dopo un’anonima carriera di ricevitore nelle Majors durata solo 6 anni.

Informazioni su Matteo Gandini 704 Articoli
Giornalista pubblicista e collaboratore di Baseball.it dall’ottobre 2000, Matteo è un grande appassionato in genere di sport, soprattutto del mondo sportivo americano, che segue da 10 anni in modo maniacale attraverso giornali, radio, web e TV (è uno dei pochi fortunati in Italia a ricevere la mitica ESPN).Per Baseball.it ha iniziato seguendo le Majors americane. Ora, oltre ad essere co-responsabile della rubrica giornaliera sul baseball a stelle e striscie, si occupa di serie A2. Inoltre, nel 2002, per il sito e l’ufficio stampa FIBS ha seguito da inviato lo stage della nazionale P.O. in Florida, la Capital Cup e i mondiali juniores di Sherbrooke (Canada), il torneo di Legnano di softball, e la settimana di Messina, a cui ha partecipato anche la nazionale seniores azzurra. Nel 2003 è stato invece inviato agli Europei Juniores di Capelle (Olanda). Nel 2001 ha anche collaborato alla rivista “Tutto Baseball e Softball”.Per quanto riguarda il football americano, da 3 anni segue il campionato universitario e professionistico americano per Huddle.org, oltre ad essere un assiduo collaboratore alla rivista AF Post. Nel 2003 partecipa al progetto radio di NFLI, ed è radiocronista via web delle partite interne dei Frogs Legnano.Dopo aver collaborato per un periodo di tempo ai siti web Inside Basketball e Play it, nel 2001 ha seguito i campionati di basket americani (NBA e NCAA) per Telebasket.com, in lingua italiana e inglese. Ora segue la pallacanestro d’oltreoceano per Blackjesus.it.Più volte apparso come opinionista di sport americani a Rete Sport Magazine, trasmissione radiofonica romana, lavora stabilmente nella redazione di Datasport, dopo una breve esperienza in quella di Sportal.Nel 2003 ha lavorato anche per l’Ufficio Stampa delle gare di Coppa del Mondo di sci a Bormio.Ha 26 anni, è residente in provincia di Lecco e si è laureato in scienze politiche alla Statale di Milano. La sua tesi, ovviamente, è legata allo sport: il titolo è “L’integrazione dei neri nello sport USA”. Il suo sogno è dedicare tutta la vita al giornalismo sportivo, in particolare nel settore sport USA.

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.