The Big Unit sopra tutto e tutti

Randy Johson leader nella media PGL, nelle vittorie e negli strike out

Un solo nome, un solo grande, infinito lanciatore: Randy Johnson. ‘The Big Unit” a ormai pochi giorni dalla fine della stagione regolare è primo nelle tre più importanti categorie per lanciatori e si appresta a vincere la tripla corona. Primo nella media PGL (2.32), primo nelle vittorie (24 con 5 sconfitte), primo negli strike out messi a segno (334 in 260.0 inning lanciati, per una media ogni 9 riprese di 11.6). Eccezionale. Alle sue spalle, il suo compagno di squadra negli Arizona Diamondbacks, Curt Schilling: settimo nella media PGL (3.14; secondo nella speciale graduatoria, un altro grande vecchietto, Greg Maddux, 2.64), secondo nelle vittorie (23-7) e negli strike out (315 in 258.1 inning lanciati per una media di 11.0 a partita). Yankees, A’s, Braves e Cards attenti, con questi due, il bis dei D’Backs non è fantabaseball.
Tra i lanciatori della National League, bene anche Roy Oswalt degli Houston Astros (2.93 di PGL, 19-8) e Tom Glavine (2.95, 18-11). Johnson, chiaramente primo candidato al Cy Young Award, è primo nelle gare complete (7) alla pari con A.J. Burnett dei Florida Marlins, primo, da solo, negli shut out (5). Atlanta, però, non ha solamente Maddux e Glavine: nel trio delle meraviglie degli anni ’90 c’era anche John Smoltz, passato a fare la vita da closer e primo nelle salvezze (53 in 57 opportunità; 3 vinte con un PGL di 3.35).
Tra i battitori della National spicca sempre il solito Barry Bonds, secondo nei fuoricampo alle spalle di Sammy Sosa (48 per lo slugger dei Chicago Cubs contro i 45 dell’esterno dei San Francisco Giants), è primo un po’ a sorpresa, nelle media battuta. Tra l’altro con 369 di media battuta, Bonds è il giocatore con la media più alta di tutte le Major. Tra i migliori il duo dei Colorado Rockies Larry Walker (339) e Todd Helton (332). Lance Berkman degli Astros è primo nei punti battuti a casa (128), due in più di Albert Pujols dei St. Louis Cardinals. Sosa supera Bonds anche nei punti segnati (120 contro 116); Vladimir Guerrero (Montreal Expos) è primo nelle valide messe a segno (201) e nelle basi totali (357), mentre Bobby Abreu e Jimmy Rollins dei Philadelphia Phillies sono primi rispettivamente nei doppi (48) e nei tripli (10). Il ladro di basi della National è Juan Pierre (Colorado) con 46 tentativi riusciti su 57. Bonds domina nelle ultime classifiche: primo nelle basi ball ricevute (194, di cui 65 intenzionali!), primo nella percentuale di arrivo in base (OBP; 580), primo nelle media bombardieri (slugging pct; 796) e primo nella OPS (OBP più slugging; 1377).


Nell’American League, brilla la stella di Alex Rodriguez (Texas Rangers) leader nei fuoricampo e nei punti battuti a casa (57 e 140 con una media battuta di 302), oltre che nella basi totali (387). Bene anche Manny Ramirez dei Boston Red Sox, primo nella media battuta (347) e nella OBP (448). Alfonso Soriano dei New York Yankees prosegue la sua grande stagione (305 di mb, 39 home runs e 101 rbi) e risulta essere il giocatore che ha segnato più punti (127), che ha messo a segno il maggior numero di valide (208) e che ha rubato più basi (41 su 54 tentativi). Meglio di lui, almeno come percentuale di rubata, il compagno Derek Jeter, che ha rubato 32 basi, ma è stato colto rubando solamente 3 volte per una percentuale di riuscita di 914 (contro il 759 di Soriano). Garrett Anderson degli Anaheim Angels ha battuto 56 doppi, mentre Johnny Damon (Boston) ha messo a segno 11 tripli. Senza scordare Jason Giambi (309-40-118) e Bernie Williams (333-19-99) degli Yankees; bisogna sottolineare l’ennesima buona stagione di Jim Thome dei Clevaland Indians: 300 di media battuta, 50 fuoricampo, 111 RBI, 120 basi ball ricevute (primo), 443 di OBP, 668 di media bombardieri (primo) e un’OPS di 1111 (primo).
Tra i lanciatori torna nei piani alti, dopo una stagione difficile nel 2001 (a causa di un infortunio), Pedro Martinez. Per il pitcher dei Boston Red Sox, 2.26 di PGL e 239 strike out (10.8 a partita). Nella media PGL altri tre lanciatori sotto i 3 punti. Il compagno di Martinez, Derek Lowe (2.78) e la coppia d’oro degli Oakland A’s, Barry Zito (2.78) e Tim Hudson (2.98). Zito supera Lowe nelle vittorie (22 a 21), mentre Martinez è terzo con 20. Alle spalle di Martinez nei ‘K”, due lanciatori dei New York Yankees: Roger Clemens (192 in 180 inning lanciati) e Mike Mussina (178 in 210.2 ip). Paul Byrd dei Kansas City Royals ha completato 7 gare, mentre Jeff Weaver, degli Yankees ha messo a segno 3 shut out. Infine, nelle salvezze, leadership per il lanciatore dei Minnesota Twins, Eddie Guardado: 43 (su 49 opportunità). Come Guardado, Billy Koch di Oakland che ha si salvato lo stesso numero di partite (43 su 49), ma ha anche vinto ben 11 partite (perse 4) con una media PGL di 2.85.

Informazioni su Federico Masini 266 Articoli
Nato il 28 marzo del 1979 a Grosseto, Federico risiede a Legnano dove lavora per la redazione milanese del quotidiano sportivo Tuttosport. Giornalista professionista, collabora con la testata torinese dal marzo del 2006 e dal 2009 è corrispondente, seguendo principalmente gli eventi delle squadra di calcio della città meneghina, Inter e Milan. In passato ha lavorato pure con Il Giorno (dove ha seguito le vicende delle formazioni lombarde di baseball e softball) e Libero, mentre tuttora collabora ogni tanto con Il Tirreno dove può sfogare la sua passione per il baseball seguendo le partite in casa e, soprattutto, in trasferta del Bbc (ha raccontato le partite anche per una radio locale). Collabora con Baseball.it dalla sua nascita, seguendo le vicende del Grosseto e curando, a volte, l'aspetto statistico dell'Italian Baseball League.

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.