E' il momento del Draft

Martedì e mercoledì notte le squadre di Major sceglieranno i migliori talenti

E' il momento del Draft.
Tra martedì e mercoledì notte i migliori dilettanti verranno scelti dalle varie squadre di Major. Questo, come ormai è noto, non significa che per la squadra che li sceglierà giocheranno.
I Pirates, che hanno il diritto alla prima scelta assoluta, sono in effetti convinti che Bryan Bullington, lanciatore di Ball State University, non accetterà mai di giocare per loro. Il giovanotto, in effetti, ha già rifiutato un'offerta da 4 milioni di dollari, segno evidente che qualcun altro lo ha adeguatamente allettato.

Il fatto che le società minori non riescano a firmare i contratti con i giocatori scelti al 'draft' è uno dei motivi per cui la 'forbice' tra club ricchi e poveri è destinata a crescere.

Per il resto, il 'draft' è il solito di sempre. La tendenza degli ultimi anni a mettere sotto contratto ragazzi che escono direttamente dalla 'High School' sarà assolutamente confermata.

Secondo il nostro giornale partner “Baseball America”, la prima scelta sarà comunque Bullington, un lanciatore destro di 22 anni che tira ad una velocità di 94 miglia all'ora dall'alto del suo 1.98 di statura per 100 chili di peso.
La seconda scelta spetta ai Devil Rays, che si orienteranno sull'interbase di 'High School' B.J. Upton.
Un altro giovanissimo, il lanciatore mancino Scott Kazmir, che vanta una veloce da 97 miglia all'ora, verrà sicuramente chiamato dai Red Sox.
Al quarto posto nel 'draft' sono gli Orioles, che avrebbero fatto sapere di orientarsi sul lanciatore mancino canadese Adam Loewens. Il lanciatore destro Clint Everts dovrebbe essere la scelta numero 5, quella che spetta agli Expos.

Stando alle indicazioni di “Baseball America”, gli altri 5 migliori prospetti sono: Chris Grucer, lanciatore destro della 'High School' Liberty; Jack Greinke, lanciatore e terza base della scuola superiore Apopka; Cole Hamels, lanciatore mancino della scuola superiore Rancho Bernardo; John Mayberry, esterno e prima base della scuola superiore Rockhurst: Bobbie Brownie, lanciatore destro dell'Università di Rockhurst e Jeremy Guthrie, lanciatore destro dell'Università di Stanford.

Informazioni su Riccardo Schiroli 1195 Articoli
Nato nel 1963, Riccardo Schiroli è giornalista professionista dal 2000. E' nato a Parma, dove tutt'ora vive, da un padre originario di Nettuno. Con questa premessa, non poteva che avvicinarsi alla professione che attraverso il baseball. Dal 1984 inizia a collaborare a Radio Emilia di Parma, poi passa alla neonata Onda Emilia. Cresce assieme alla radio, della quale diventa responsabile dei servizi sportivi 5 anni dopo e dei servizi giornalistici nel 1994. Collabora a Tuttobaseball, alla Gazzetta di Parma e a La Tribuna di Parma. Nel 1996 diventa redattore capo del TG di Teleducato e nel 2000 viene incaricato di fondare la televisione gemella a Piacenza. Durante la presentazione del campionato di baseball 2000 a Milano, incontra Alessandro Labanti e scopre le potenzialità del web. Inizia di lì a poco la travolgente avventura di Baseball.it. Inizia anche una collaborazione con la rivista Baseball America. Nell'autunno del 2001 conosce Riccardo Fraccari, futuro presidente della FIBS. Nel gennaio del 2002 è chiamato a far parte, assieme a Maurizio Caldarelli, dell'Ufficio Stampa FIBS. Inizia un'avventura che si concluderà nel 2016 e che lo porterà a ricoprire il ruolo di responsabile comunicazione FIBS e di presidente della Commissione Media della Confederazione Europea (CEB). Ha collaborato alle telecronache di baseball e softball di Rai Sport dal 2010 al 2016. Per la FIBS ha coordinato la pubblicazione di ‘Un Diamante Azzurro’, libro sulla storia del baseball e del softball in Italia, l’instant book sul Mondiale 2009, la pubblicazione sui 10 anni dell’Accademia di Tirrenia e la biografia di Bruno Beneck a 100 anni dalla nascita. Dopo essere stato consulente dal 2009 al 2013 della Federazione Internazionale Baseball (IBAF), dal giugno 2017 è parte del Dipartimento Media della Confederazione Mondiale Baseball Softball (WBSC). Per IBAF e WBSC ha curato le due edizioni (2011, 2018) di "The Game We Love", la storia del baseball e del softball internazionali.

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.