Ecco dove sono finiti

Protagonisti del campionato italiano sono 'spariti'? Niente paura, sono in Independent League

Da saltuario frequentatore del 'forum' di baseball.it mi sono imbattuto in una legittima richiesta di alcuni visitatori. Dove sono finiti, chiedevano, alcuni “oriundi” dei quali non si sa più nulla?
Questa rubrica ha la risposta: nelle 'Independent Leagues'.

Giuseppe Lisio, detto “Peppino” in Italia e “Joe” in America, ha preferito al Belpaese la Atlantic League (per chi ne vuol sapere di più: www.atlanticleague.com, con link a tutti gli 8 club), dove giocherà per i Long Island Ducks.
Il sito della società lo presenta trionfalmente: Torna dall'Italia l'uomo che ha oltre 130 salvezze tra Doppio e Triplo A.

Marc Cerbone, dopo essere stato contattato da almeno 2 squadre italiane che vanno per la maggiore, ha accettato l'offerta dei Winnipeg Goldeyes della prestigiosa Northern League (18 squadre divise in 2 gironi, il sito web è www.northernleague.com, con tanto di link a tutte le squadre).
Nativo di Cooperstown recita il sito della squadra Ha vestito la maglia dell'Italia alle Olimpiadi di Sydney e al Mondiale di Taiwan. Con la sua esperienza internazionale sarà un'aggiunta importante al bullpen dei Goldeyes.

Cerbone troverà da avversario il suo compagno in azzurro Mike Marchesano, che ha firmato per i Brockton Rox nella stessa lega.

A proposito di 'Ex Italiani', nella Western League (www.westernbaseball.com) troviamo l'ex lanciatore del San Marino Reginald Leslie.

Le Leghe Indipendenti prenderanno il via negli ultimi 10 giorni di maggio, se si ecettua l'Atlantic League che è già in piena azione.
Se avete voglia di seguire questo campionato, permetteteci di fare i nomi di qualche “paisà”.
Come lanciatori citiamo Dave Mastrolonardo degli Atlantic City Surf (28 anni), Todd Rizzo dei Camden Riversharks (31 anni), John De Silva dei Long Island Ducks (30 anni), Steve Gagliano dei Newark Bears (25 anni) e Rob Luce dei Somerset Patriots (28 anni).
Occhi aperti anche sul terza base dei Long Island Ducks Tom Caputo e sull'interno dei Newark Bears Paul Esposito.

Informazioni su Riccardo Schiroli 1195 Articoli
Nato nel 1963, Riccardo Schiroli è giornalista professionista dal 2000. E' nato a Parma, dove tutt'ora vive, da un padre originario di Nettuno. Con questa premessa, non poteva che avvicinarsi alla professione che attraverso il baseball. Dal 1984 inizia a collaborare a Radio Emilia di Parma, poi passa alla neonata Onda Emilia. Cresce assieme alla radio, della quale diventa responsabile dei servizi sportivi 5 anni dopo e dei servizi giornalistici nel 1994. Collabora a Tuttobaseball, alla Gazzetta di Parma e a La Tribuna di Parma. Nel 1996 diventa redattore capo del TG di Teleducato e nel 2000 viene incaricato di fondare la televisione gemella a Piacenza. Durante la presentazione del campionato di baseball 2000 a Milano, incontra Alessandro Labanti e scopre le potenzialità del web. Inizia di lì a poco la travolgente avventura di Baseball.it. Inizia anche una collaborazione con la rivista Baseball America. Nell'autunno del 2001 conosce Riccardo Fraccari, futuro presidente della FIBS. Nel gennaio del 2002 è chiamato a far parte, assieme a Maurizio Caldarelli, dell'Ufficio Stampa FIBS. Inizia un'avventura che si concluderà nel 2016 e che lo porterà a ricoprire il ruolo di responsabile comunicazione FIBS e di presidente della Commissione Media della Confederazione Europea (CEB). Ha collaborato alle telecronache di baseball e softball di Rai Sport dal 2010 al 2016. Per la FIBS ha coordinato la pubblicazione di ‘Un Diamante Azzurro’, libro sulla storia del baseball e del softball in Italia, l’instant book sul Mondiale 2009, la pubblicazione sui 10 anni dell’Accademia di Tirrenia e la biografia di Bruno Beneck a 100 anni dalla nascita. Dopo essere stato consulente dal 2009 al 2013 della Federazione Internazionale Baseball (IBAF), dal giugno 2017 è parte del Dipartimento Media della Confederazione Mondiale Baseball Softball (WBSC). Per IBAF e WBSC ha curato le due edizioni (2011, 2018) di "The Game We Love", la storia del baseball e del softball internazionali.

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.