“Il nostro obbiettivo è la concretezza”

Ben quattro ore di discussione tra Bruno Bertani e le società della Provincia di Bologna

Si è svolto ieri sera presso la sede regionale dell'Emilia Romagna in Via Boldrini, l'incontro elettorale tra Bruno Bertani e le società bolognesi.
La seduta, davanti ad una decina di interlocutori, è stata aperta da Alfredo Pacini dirigente della Fortitudo Baseball nonchè candidato al Consiglio federale che ha esordito dichiarando il proprio appoggio a Bertani.
Alla base di tale decisione c'è la completa fiducia nel candidato alla Presidenza che può annoverare una profonda conoscenza della macchina federale nonchè un curriculum di tutto rispetto per il lavoro svolto in questi ultimi venti anni nel Bollate.
Pacini ha inoltre apprezzato il metodo utilizzato da Bertani nel costituire il proprio gruppo di lavoro che si è formato strada facendo senza presentarsi con una squadra precostituita.
Il rappresentante bolognese ha voluto comunque puntualizzare di nutrire forti dubbi sulla cordata concorrente, non tanto su Riccardo Fraccari per il quale nutre un forte rispetto, quanto sul gruppo di supporto che è sostanzialmente costituito dall'ultimo fallimentare Consiglio Federale che, sempre secondo Pacini, sarà fondamentale per il buon governo della FIBS.
La parola è quindi passata a Bertani che, dopo aver spiegato i motivi che lo hanno spinto a candidarsi, ha elencato i propri punti programmatici fondamentali che spaziano dalla necessità di amministrare con trasparenza, concretezza e ordine ad una ridistribuzione e ottimizzazione delle risorse federali, all'individuazione delle singole professionalità all'interno del movimento che consentano di applicare politiche di sviluppo per il bene del Baseball e Softball nazionale.
Degne di nota i riferimenti al Centro Federale Quadrifoglio che, secondo Bertani, deve essere attivo per 12 mesi all'anno così da diventare un punto di riferimento tecnico nonchè una risorsa finanziaria.
Ciò sarà possibile con il completamento della foresteria, l'uso massiccio da parte delle Nazionali e delle selezioni regionali e con l'adesione al Programma di Solidarietà Olimpica del CIO.
Sollecitato sui componenti che faranno parte del proprio gruppo, il candidato ha risposto dicendo che non è ancora formato al 100{1c8759171ebe8c8bdebe65552b1ccbc500529fff1aa0a1bc9f254a43417533b1} ma che comprenderà, sempre se saranno eletti, Guilizzoni, Paganelli, Burgazzi, Igor Dolenc, Paini, Pacini, Bombacci, Casali, Bochicchio, Falciani, Moroni, Musto e Gentile nonchè da altri candidati che in queste ore si stanno avvicinando alla sua persona.

La discussione è lungamente proseguita sulla riorganizzazione dell'attività agonistica 2002 e sulla politica nei confronti delle strutture regionali.
La prima dovrà essere uno dei primi punti affrontati dal nuovo Consiglio Federale che dovrà confermare o meno quanto deliberato nell'ultimo consiglio della gestione Dalla Noce.
Per le strutture periferiche Bertani assicura una ridistribuzione e ottimizzazione dei budget che tengano conto della reale composizione numerica delle società affiliate e che consentano ai Comitati periferici di avviare programmi di sviluppo per il bene delle società stesse.
Bertani si è infine impegnato sul fronte della promozione e dell'immagine assicurando di aver già avviato diversi contatti.
Non è voluto entrare nello specifico poichè crede che il movimento sia stato, in questo ultimo anno, abbastanza “drogato” da argomenti di questa natura.
La sua eventuale presidenza si contraddistinguerà per la concretezza e di conseguenza nulla sarà trascurato tantomeno l'importantissimo aspetto promozionale.
Non sarebbe serio fare proclami che distoglierebbero le società dai veri problemi del movimento.

Informazioni su Alessandro Labanti 936 Articoli
Webmaster e responsabile del dominio Baseball.it

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.