Girone C, per la prima volta tutte doppiette

Rovigo batte New Rimini, Crocetta piega Padova e tiene il passo, Cagliari supera Ronchi

Andrea Bernardi dell'Itas Mutua nel box contro New Rimini

Tre doppiette tutte assieme, non era mai capitato. Il big match era a Rovigo e non ha deluso le attese. La capolista Itas Mutua conserva il primato solitario battendo due volte New Rimini (3-1, 13-12 al 10°) al termine di due partite totalmente differenti. La prima ha il sale all’inizio, la seconda sulla coda. In garauno i protagonisti sono i lanciatori che concedono poco o nulla. Le difese non sono impeccabili nelle prime riprese, quelle che consentono a Rovigo di arrivare sul 3-1 che sarà anche il finale. Bene i partenti Crepaldi e Aiello, molto bene i rilievi Tognacci e Giacomo Taschin (9 kappa su 11 out). I botti sono riservati per la pomeridiana: 31 valide complessive, con sei doppi e cinque tripli, dieci pitcher sul monte. Rovigo si affida all’attacco con Bravo (5/6), Lorenzo Taschin (4/5) e Frigato (3/5) perchè il monte balbetta. Ma anche i pitcher riminesi non girano (21 valide concesse) e anche qui ci pensa l’attacco con Cortesi a 3/5 con doppio e triplo. Si arriva agli extra: Rimini fa 2 punti su altrettante basi ball a cuscini pieni, Rovigo 3 col doppio decisivo di Exposito e la volata di Giacomo Taschin.

Tiene il Crocetta che batte Padova 6-1 e 5-4 e anche qui serve il 10° inning. Ma andiamo per ordine. Padova ha un sussulto al 2° inning e resterà tale: appena 4 valide per i veneti, 3 di Riccardo Benetton. Piazza, Adorni e Covati sono i trascinatori del Farma che in pedana va via sicuro con Bigliardi e Bonvini. Come a Rovigo, anche a Parma garadue ha una storia totalmente differente. Carrillo da una parte e la coppia Martinez-Lotti dall’altra tengono il punteggio inchiodato sullo 0-0 per nove riprese. Padova sembra metterla al sicuro agli extra segnando 4 punti con un bunt sbagliato, un lancio pazzo, una base e un doppio sparecchia basi di Sambugaro. Crocetta va nel box e dopo due sanguinosi colpiti, valgono 2 rbi sia il singolo di Laise che il doppio di Adorni.

Chi dà segnali di ripresa è sicuramente Cagliari che piega Ronchi 13-2 e 5-4. In garauno i sardi hanno una marcia in più, con due big inning da 10 punti complessivi al 1° e al 6°. Il turno basso fa malissimo con 7 valide sulle 9 di squadra, al resto di pensa Alessandro Rosales con un triplo a basi piene e un Delgado in pedana che domina la scena. Più tirata garadue con Ronchi che comanda in avvio, poi subisce la rimonta degli isolani che sorpassano al 7°. All’8° la Gereon si mangia la mani perchè segna 2 punti, anzi solo 2 punti visto che non è riuscita a produrre altro pur trovandosi con corridori agli angolo e zero eliminati.

La classifica: Rovigo 10-4, Crocetta 9-5, New Rimini 7-7, Cagliari 6-8, Padova e Ronchi 5-9.

Informazioni su Carlo Ravegnani 276 Articoli
Carlo Ravegnani, nato a Rimini il 31 gennaio del 1968, ha iniziato la carriera giornalistica a 20 anni nell'allora Gazzetta di Rimini, "sostituita" dal 1993 dall'attuale Corriere Romagna dove lavora come redattore sportivo. Collaboratore per la zona di Rimini del Corriere dello Sport-Stadio, il baseball è stata una componente fondamentale nella sua vita: dapprima tifoso sugli spalti dello Stadio dei Pirati poi giocatore nel mitico Parco Marecchia e poi nel Rimini 86, società che ha fondato assieme a un gruppo di irriducibili amici. Quindi giornalista del batti e corri sulla propria testata e alcune saltuarie collaborazioni con riviste specializzate oltre che radiocronista delle partite dei Pirati assieme all'amico e collega Andrea Perari. Negli ultimi anni è iniziata anche la carriera dirigenziale, con la presidenza (dal 2014) dei Falcons Torre Pedrera. La passione è stata tramandata al figlio Riccardo che gioca lanciatore e prima base negli stessi Falcons.

Commenta per primo

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.