MLB: storico debutto anche a Parigi

Dopo Londra, che nel 2019 ospitò per la prima volta in Europa partite di regular season (Yankess contro Red Sox) e si riproporrà nel 2023, 2024 e 2026, adesso tocca anche alla capitale francese. Appuntamento nel giugno 2025

Baseball.it
La cerimonia inaugurale delle London Series 2019
© Baseball.it

Dopo le straordinarie “London Series” tra New York Yankees e Boston Red Sox nel giugno 2019, che segnarono le prime storiche partite di regular season della MLB in Europa, adesso è il turno anche di Parigi.

Perché nell’accordo quinquennale 2022-2026 siglato tra la Major League Baseball e la Major League Baseball Players Association che ha messo fine al lockout durato 99 giorni, figura anche un capitolo dedicato al rafforzamento dell’attività agonistica a livello internazionale con diretto riferimento alla capitale francese.

Nel testo si cita infatti che MLB e sindacato giocatori, con l’obiettivo di far crescere ulteriormente il baseball, hanno concordato un robusto piano per disputare partite o tour fuori dagli USA, in particolare in Messico, Asia, Portorico, Repubblica Dominicana ed Europa.

E proprio la “cara vecchia Europa”, ospiterà alcune partite di regular season nuovamente a Londra nel 2023, 2024 e 2026, mentre per la prima volta la MLB sbarcherà a Parigi nel giugno 2025. Ancora presto per ulteriori dettagli, visto il recente sblocco delle trattative. Positivo il fatto che sia stato fissato un appuntamento annuale per portare squadre professionistiche da questa parte dell’oceano (Londra e Parigi restano città fortemente attrattive), negativo invece che l’Italia non abbia potuto e saputo catturare l’interesse della grande lega. Sarebbe stato davvero un gran bel colpo per i tanti appassionati nel nostro Paese poter vedere all’opera i grandi assi a stelle e strisce.

Non servirebbe costruire nuovi e capienti stadi di baseball. A Londra in tempi record trasformarono un rettangolo di gioco per il calcio in un diamante. Con opportuni cambiamenti, il London Stadium, lo stadio dove si sono svolti i Giochi Olimpici 2012, la casa della squadra di calcio del West Ham, diventò infatti un perfetto diamante in stile USA. E il successo fu clamoroso: le due partite tra Bronx Bombers e Bosox richiamarono quasi 119.000 spettatori.

 

Informazioni su Filippo Fantasia 664 Articoli
Nato nel 1964 ad Anzio (Roma) è giornalista pubblicista dal 1987. Grande appassionato di sport USA, e in particolare di baseball e basket, svolge a tempo pieno attività professionale a Milano come Responsabile Ufficio Stampa e Relazioni con i Media italiani e internazionali presso importanti corporate. Nel corso degli anni, ha collaborato con diverse testate nazionali e locali tra cui Il Giornale, La Stampa, Il Resto del Carlino, Tuttosport, Guerin Sportivo, Il Tirreno, Corriere di Rimini, e con testate specializzate come Play-off, Newsport, Sport Usa, Baseball International e Tuttobaseball. In ambito radio-tv ha lavorato per molti anni come commentatore realizzando anche servizi giornalistici per diversi network ed emittenti quali Radio Italia Solo Musica Italiana, Dimensione Suono Network, RDS Roma, Italia Radio e Radio Luna. Ha inoltre condotto programmi e realizzato speciali legati ad importanti avvenimenti sul territorio per alcune televisioni locali. Nel 1998 ha ideato e realizzato il video "Fantastico Nettuno" dedicato alla conquista dello scudetto tricolore della squadra tirrenica di cui è stato per oltre un decennio anche capo ufficio stampa. Significative sono state anche le esperienze professionali negli USA, grazie agli ottimi rapporti instaurati con gli uffici di Media Relations di diversi club (in particolare dei Boston Red Sox) e con le redazioni dei quotidiani Boston Globe e Boston Herald che gli hanno permesso di approfondire i diversi aspetti legati alla comunicazione sui media del baseball professionistico americano. E' stato il primo Responsabile Editoriale di Baseball.it nel 1998, anno di nascita della testata giornalistica online, incarico che ha dovuto momentaneamente abbandonare per impegni professionali, tornando poi in seguito ad assumere il ruolo di Direttore Responsabile. Nell'ottobre del 1997, ha curato il primo “play-by-play” in diretta su Internet del baseball italiano durante le finali nazionali del massimo campionato. Nell'estate del 1998 ha fatto parte del team dell'Ufficio Stampa del Campionato del Mondo di baseball.