Washington, che rimonta! Buona la prima

I Nationals, al debutto in una sfida per conquistare la wild-card, si impongono 4-3 grazie ad un singolo di Juan Soto (il più giovane esordiente nella storia della MLB), dopo essere stati sotto di 3 punti. Stanotte tocca alla American League

Nytimes.com (Rob Carr/Getty Images)
Juan Soto dopo la battuta vincente nella gara di wild-card contro i Milwaukee Brewers
© Nytimes.com (Rob Carr/Getty Images)

I Washington Nationals, alla prima apparizione nella wild-card, hanno vinto stanotte in rimonta (4-3) assicurandosi il passaggio del turno. La svolta dell’incontro nella parte bassa dell’ottava ripresa, quando il rookie Juan Soto ha colpito la palla veloce di Josh Hader, closer di Milwaukee. La partita era sul 3-1 per i Brewers che avevano avuto un impatto migliore sul match con i due fuoricampo di Yasmani Grandal (da 2 punti) e di Eric Thames (solo homer), rispettivamente al primo e secondo inning, che avevano portato il parziale sul 3-0. La risposta dei padroni di casa era stata affidata al fuoricampo da un punto di Trea Turner alla terza ripresa, ma poi, dopo aver messo inutilmente in posizione punto un giocatore al quinto, i rilievi dei “Crew” avevano tenuto facilmente a bada le mazze dei Nationals.
La partita dunque sembrava segnata, ma poi è arrivato l’ottavo inning e i manager giocano le loro carte. Craig Counsell spedisce sul monte Hader, mancino con 37 salvezze in stagione su 44 tentativi, e il closer inizia bene il suo lavoro mandando strike-out Robles. A questo punto Dave Martinez cambia il lanciatore Stephen Strasburg (che poi sarà il vincente della gara) con il pinch-hitter Micheal Taylor colpito e mandato in base. Hader sembra riprendersi e manda strike-out Trea Turner, i Nationals inseriscono un altro pinch-hitter, Ryan Zimmerman al posto di Adam Eaton. Dopo una visita sul monte Zimmerman colpisce una valida con Taylor che corre in terza. La base per ball concessa a Rendon riempie le basi e veniamo al momento decisivo in cui il rookie Juan Soto entra nel box di battuta.
21 anni il prossimo 25 ottobre, l’esterno dominicano già entrato nella storia della MLB per essere il più giovane ad aver giocato una partita in Major League (19 anni e 207 giorni il 20 maggio dell’anno scorso) avrà sentito addosso la pressione dei quasi 43mila spettatori presenti. Il singolo sull’esterno destro, complice un’imperfezione di Trent Grisham, svuota le base e mette a segno i tre punti che ribaltano il risultato e portano sul 4-3 i padroni di casa nel tripudio generale dello stadio. A questo punto tocca a Daniel Hudson congelare il risultato per Washington e ci riuscirà egregiamente concedendo soltanto una valida a Lorenzo Cain.
Questa notte tocca alla wild-card della American League tra Oakland Athletics e Tampa Bay Rays, poi appuntamento con le Division Series che inizieranno domani notte.

 

Andrea Tolla
Informazioni su Andrea Tolla 474 Articoli
Nato a Roma nel 1971, Andrea è padre di 3 figli, Valerio, Christian e Giulia. Collabora con il quotidiano Il Romanista dove si occupa, tra le altre cose di baseball e football americano. Appassionato di sport in genere collabora anche con il mensile Tutto Bici e con il quotidiano statunitense in lingua italiana America Oggi. Ex-addetto stampa della Roma Baseball, cura una rubrica di baseball all'interno di una trasmissione sportiva di un'emiitente radiofonica romana.