Tie-break e colpi di scena all’Europeo

Nella terza giornata della massimo torneo continentale per nazioni, sventolano la Union Jack e la Stella di David per celebrare i successi di Gran Bretagna (su Repubblica Ceca) e Israele (sulla Germania) al 10° inning. Vincono anche Spagna, Olanda e Belgio

Atlantajewishtimes.timesofisrael.com
Alcuni componenti della squadra nazionale di Israele con il classico Kippah
© Atlantajewishtimes.timesofisrael.com

Ancora una girandola di emozioni e sorprese nella terza giornata della 35esima edizione del Campionato Europeo con ben due match conclusi al primo extra-inning che fanno gioire Gran Bretagna (4-3 alla Repubblica Ceca) e Israele (4-2 ai padroni di casa tedeschi), ancora imbattuto nella Poule A assieme a Italia e Spagna, leader della Poule B. Gli iberici vincono l’attesa sfida con la Francia, mentre l’Olanda – in attesa di riprendere mercoledì la gara interrotta con la Gran Bretagna – si riprende dallo choc della sconfitta con la Rep. Ceca e straccia la Svezia.

REP. CECA – GRAN BRETAGNA   3-4 (al 10° inning)

A Solingen, la Gran Bretagna si riscatta dopo aver perso di misura contro i padroni di casa tedeschi e sorprende al tie-break i cechi al primo extra-inning. In vantaggio 3-0 grazie ai punti segnati al quarto (triplo di Andrews), sesto (solo homer di Jordan Serena) e settimo inning (a casa Azcuy su singolo di Sabage), i britannici subiscono il ritorno dei boemi: il partente Alex Webb (fino a quel momento perfetto con 12 K) subisce nella parte bassa del settimo il fuoricampo da 3 punti ad opera di Martin Schneider, oggi schierato interbase dopo aver ottenuto la salvezza ieri contro l’Olanda. 3-3 fino al decimo inning quando entra Novak e la Gran Bretagna riempie le basi: Crosby batte in doppio gioco ma Klijn sigla il punto determinante. 7 valide per parte, 3 errori per i cechi. Vincente Richard Brereton.

BELGIO – CROAZIA   9-6

Con 6 punti segnati all’ottavo inning grazie anche ad un fuoricampo di Thomas De Wolf – il miglior nel box con 5 RBI complessivi – il Belgio di Sven Hendrickx recupera uno svantaggio di 3 lunghezze e supera l’arcigna Croazia, pur battendo lo stesso numero di valide (7) e commettendo più errori (2). Il partente croato Jose Diaz brilla per 7 riprese con 9 strike-out e 4 valide ma poi cede nella penultima ripresa regolamentare quando il Belgio prende il largo. Perdente il rilievo Horvatic, vincente Kenny Van Den Branden. In evidenza tra gli slavi Gale Slobodan con 2 valide su 5 turni e 4 punti battuti a casa.

OLANDA – SVEZIA   9-0

Gli orange rialzano la testa dopo l’inaspettato ko di ieri con la Repubblica Ceca e liquidano facilmente la Svezia con un rotondo 9-0 in poco più di due ore (4 punti sia al quinto sia all’ottavo inning). Debutto vincente per il 19enne Donny Breek che in 6 riprese concede solo 2 valide (le uniche degli scandinavi nell’intera partita) e infila 10 strike-out, rilevato da Markwell, Martis e Kelly. L’Olanda mette a segno 18 valide totali con Sharlon Schoop protagonista assoluto (5/5, 3 singoli, un doppio, un fuoricampo e 3 punti battuti a casa). Tre valide anche per Roger Bernadina e Curt Smith, autori di un fuoricampo ciascuno. Perdente Jacob Claessen. Intanto, la Commissione Tecnica ha deciso che Olanda-Gran Bretagna, sospesa sabato per oscurità all’inizio del nono inning con gli orange avanti 10-2, verrà ripresa mercoledì alle 18.30 sul diamante numero 2 di Bonn.

SPAGNA – FRANCIA   6-3

Pur soffrendo le Furie Rosse riescono a battere la Francia e centrano la tripletta affiancando l’Italia al comando della Poule B. Un match complicato per gli iberici sotto 3-0 fino alla seconda metà del settimo quando ribaltano il risultato con un big-inning: esce il partente Cespedes (in forza quest’anno ai Rangers Redipuglia), dentro Eric Moore e la Spagna piazza 3 valide (Ochoa, Rodriguez e Ustariz, vecchia conoscenza della serie A1) e approfittando anche di 3 errori avversari segna i 6 punti decisivi per la vittoria. Bravi comunque i galletti transalpini, passati in vantaggio al quinto grazie ad un fuoricampo da 2 punti del DH Bastien Dagneau (il migliore nel box francese), che avevano poi allungato al sesto con Lefevre spinto a casa da un singolo di Hanvi. Vincente sul mound iberico Andres Perez.

GERMANIA – ISRAELE   2-4 (al 10° inning)

Nell’ultimo match della terza giornata dell’Europeo 2019, ancora una vittoria al tie-break. Dopo oltre quattro ore di battaglia e ben 11 lanciatori schierati in campo, Israele ha battuto la Germania sul campo centrale di Bonn con uno straordinario colpo di reni al primo supplementare. Al vantaggio iniziale di 1-0 degli ospiti grazie a 2 doppi di Glasser e Rickles (il migliore nel box), rispondevano i padroni di casa al terzo inning portandosi 2-1. Sul mound Enorbel Marquez tiene per 5 riprese. Il pari di Israele arrivava all’ottavo con il lead-off Glasser, poi due riprese più avanti l’allungo finale ancora con Glasser a punto insieme a Valencia. 9 valide per i tedeschi (e 2 errori), 5 per Israele. Vincente Demarte, perdente Steinlein.

 

Informazioni su Filippo Fantasia 664 Articoli
Nato nel 1964 ad Anzio (Roma) è giornalista pubblicista dal 1987. Grande appassionato di sport USA, e in particolare di baseball e basket, svolge a tempo pieno attività professionale a Milano come Responsabile Ufficio Stampa e Relazioni con i Media italiani e internazionali presso importanti corporate. Nel corso degli anni, ha collaborato con diverse testate nazionali e locali tra cui Il Giornale, La Stampa, Il Resto del Carlino, Tuttosport, Guerin Sportivo, Il Tirreno, Corriere di Rimini, e con testate specializzate come Play-off, Newsport, Sport Usa, Baseball International e Tuttobaseball. In ambito radio-tv ha lavorato per molti anni come commentatore realizzando anche servizi giornalistici per diversi network ed emittenti quali Radio Italia Solo Musica Italiana, Dimensione Suono Network, RDS Roma, Italia Radio e Radio Luna. Ha inoltre condotto programmi e realizzato speciali legati ad importanti avvenimenti sul territorio per alcune televisioni locali. Nel 1998 ha ideato e realizzato il video "Fantastico Nettuno" dedicato alla conquista dello scudetto tricolore della squadra tirrenica di cui è stato per oltre un decennio anche capo ufficio stampa. Significative sono state anche le esperienze professionali negli USA, grazie agli ottimi rapporti instaurati con gli uffici di Media Relations di diversi club (in particolare dei Boston Red Sox) e con le redazioni dei quotidiani Boston Globe e Boston Herald che gli hanno permesso di approfondire i diversi aspetti legati alla comunicazione sui media del baseball professionistico americano. E' stato il primo Responsabile Editoriale di Baseball.it nel 1998, anno di nascita della testata giornalistica online, incarico che ha dovuto momentaneamente abbandonare per impegni professionali, tornando poi in seguito ad assumere il ruolo di Direttore Responsabile. Nell'ottobre del 1997, ha curato il primo “play-by-play” in diretta su Internet del baseball italiano durante le finali nazionali del massimo campionato. Nell'estate del 1998 ha fatto parte del team dell'Ufficio Stampa del Campionato del Mondo di baseball.