Così Marcon sulla questione Pillisio – Rimini – City

Il presidente della Fibs ci ha detto che stanno monitorando la vicenda e che la procura federale agisce in autonomia

k73 Oldman (FIBS)
Il presidente Andrea Marcon
© k73 Oldman (FIBS)

Abbiamo sentito il presidente federale, Andrea Marcon, su quel che sta succedendo fra Rimini e Nettuno con protagonista Simone Pillisio.

Fino a ieri mattina erano dichiarazioni, su social, stampa, siti. La conferenza stampa di ieri pomeriggio ha cambiato sostanzialmente le cose. Ieri il presidente in carica del Rimini Baseball ha – direttamente o indirettamente – convocato gli organi di informazione e pubblicamente dichiarato che tutta una serie di giocatori nel 2018 in forza al Rimini quest’anno giocheranno con la casacca del City, e contemporaneamente che i giocatori dei cui cartellini è titolare lo stesso City e in prestito ad altri club sarebbero rientrati.

Ora – andando più in là di quanto su Baseball.it scritto ieri nell’articolo Da Rimini a Nettuno, l’ultima “sorpresa” per la città del baseball– è ammissibile che chi è federalmente il presidente di una società faccia mercato per un’altra, di cui ha dichiarato sarà di qui a poco General Manager, socio, e magari in futuro presidente?

Questo abbiamo voluto chiedere al massimo dirigente della FIBS, che così ci ha risposto. “Stiamo monitorando la situazione. Allo stato Pillisio per la federazione è presidente del Rimini Baseball. Stiamo verificando esattamente quanto detto dallo stesso Pillisio nella conferenza stampa di ieri. Vigiliamo sul fatto che i regolamenti, come in precedenza, siano rispettati e stiamo tenendo sotto osservazione la situazione della serie A1, per la quale l’iscrizione del Nettuno City è ancora vincolata a determinati impegni presi. Da un punto di cista regolamentare non è permesso sedere in due consigli direttivi di società diverse”. E aggiungiamo noi che tanto il Rimini quanto il Nettuno, come tutte le altre società affiliate sono, in quanto A.S.D. o S.S.D., tenute a rispettare certi obblighi di legge.

Ad oggi – ha continuato Marcon – non abbiamo avuto segnalazioni da parte di alcuno”.

E’ possibile un intervento – abbiamo chiesto – su questa vicenda, della procura federale?

Non posso e non voglio dire di più. Ho il più assoluto rispetto dell’autonomia degli organi di giustizia federale rispetto a quelli politici. Chi di dovere farà quel che ritiene di dover fare”.

 

Mino Prati
Informazioni su Mino Prati 719 Articoli
Mino Prati, giornalista dal 1979, ha scritto di baseball per 'Il Giornale Nuovo', la 'Gazzetta di Bologna', 'Stadio', 'Tuttobaseball' e 'Baseball International' e 'Agenzia ANSA' e 'Il Resto del Carlino', oltre ad essere stato il curatore del sito BaseballNow. É stato anche direttore responsabile, a livello bolognese, di diverse testate tra cui 'Fuoricampo', 'Baseball Time' e 'Baseball Oggi', nonchè addetto stampa della Fortitudo Bologna. Ha lavorato per l'Ufficio Stampa F.I.B.S. Ha pubblicato l'Almanacco del Baseball, per la Nuova Sagip, nel 1980. Oltre che giornalista, vanta un'esperienza anche dall'altra parte "della barricata": ex-tecnico, dirigente di società, a livello di categorie minori praticamente da sempre (dal 1972) a Minerbio (in provincia di Bologna dove è stato uno dei fondatori della società), e come Direttore Tecnico nelle Calze Verdi Casalecchio (Serie A2-1991) prima e nella Fortitudo Bologna (Serie A1-1992/93) poi. Più volte eletto negli organismi locali della Federbaseball a livello provinciale e regionale. E' stato il Responsabile Editoriale di Baseball.It nel 2002.