Mondiale femminile, storica vittoria della Rep. Dominicana sulle Aussie

Il secondo turno di gare all'Ussa Space Coast Complex ha visto due successi a valanga di Giappone e Usa in cinque inning, le rimonte di Canada e Portorico ma anche il riscatto del Venezuela sulla Sud Corea

VIERA, Florida – Giappone e Stati Uniti senza freni nel secondo turno dell'8° Mondiale femminile di baseball, in svolgimento nello straordinario scenario dell'Ussa Space Coast Complex di Viera, in Florida. Le campionesse in carica hanno rifilato un clamoroso 23-0 ad Hong Kong. Dopo due riprese da tre punti, le nipponiche si sono scatenate andando a segno dieci volte al 3°. Venti le valide, con la Miura a 3/4, mentre la Ishimura ha firmato una no-hit su 4 inning.
Le statunitensi hanno fatto invece un sol boccone dell'Olanda, andando a casa diciotto volte con 11 valide (Megan Batzell 2/3 con 4pbc che portano il totale a 7, Gianelloni 2/2 con 5pbc), contro le due delle orange. Le yankee hanno chiuso il primo turno sul 7-0 e al secondo sono arrivate a dieci.
La terza squadra imbattuta del torneo è il Canada che, non senza fatica, ha superato Cuba. Le caraibiche si sono portate sul 5-0 al primo attacco, poi hanno subito il ritorno delle nordamericane, trascinate da Katherine Psota (3/3 e leader dopo due giornate a 5/6, 833 di media).
Giovedì sera, dopo l'ormai tradizionale temporale che ha fatto slittare di qualche ora le gare pomeridiane, è arrivata però anche la prima storica vittoria in un Mondiale per la Repubblica Dominicana che ha piegato l'Australia (argento nel 2010 e bronzo nel 2014) al termine di una gara equilibratissima: 9 valide a testa e botta e risposta con 5 punti per ciascuno al 3°. Decisivi i tre punti della Dominicana al 6°.
Il Venezuela ha vendicato la sconfitta all'esordio con Taipei, battendo la Sud Corea con sei punti al 4°. In evidenza la Escobar Orosio (2/4). Portorico ha invece superato in rimonta la Cina Tapei, che conduceva 5-0 al secondo inning. Le portoricane, però, sono andate a segno quattro sia al 3° che al 4° e hanno fatto girare il match a loro favore.
Il match clou della giornata di venerdì è Giappone-Canada, remake della finale di Busan 2016.

I risultati del secondo turno: Hong Kong-Giappone 0-23 (5°, v. Ishimura 0bv-4rl, p. Ho); Sud Corea-Venezuela 4-10 (v. Cortez Urquiola, p. Jung); Rep. Dominicana-Australia 9-6 (v. Burgos Compres, p. Trabrett); Olanda-Usa 0-18 (5°, v. Schutte 0bv-3rl, p. Bergwerff); Canada-Cuba 10-7 (v. Asay, p. Gonzalez Pavon); Cina Taipei-Portorico 6-9 (v. De Jesus Velasquez, p. Hu).

LE CLASSIFICHE DOPO DUE GIORNATE

Informazioni su Maurizio Caldarelli 460 Articoli
Giornalista del quotidiano "Il Tirreno" di Grosseto, collabora anche con la Gazzetta dello Sport.

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.