Il line-up dei Pirati fa la differenza

Quattro doppi e un fuoricampo contro Richmond e Rimini vince il primo scontro con Città di Nettuno

Quattro doppi su cinque valide, la sesta valida è un fuoricampo. Rimini vince garauno con Città di Nettuno (5-2) a suon di extrabase. Il confronto contro un top come Richmond ha evidentemente stimolato il potente line-up dei Pirati dove Celli batte addirittura ottavo e il cuore pulsante, dal secondo al quinto, ha prodotto 9 valide su 15 turni complessivi.
Richmond viene subito incontrato dai doppi di Garbella e Ustariz (2-0) e dopo l'acuto nettunese (base a Caradonna, balk e singolo dell'1-2 di Giordani), Rimini riprende a martellare il partente ospite col singolo di Garbella, il doppio lungo-linea di Romero e quello contro il muro di Angulo (4-1). Il risultato è poi fissato dai solo-homer di Romero al 5° e Montiel al 7°, ma Nettuno nel complesso ha faticato sia contro il partente Ruiz sia contro il rilievo Marquez nella prima dei Pirati senza Logan Duran. A proposito di lanciatori, non male è andato sul monte tirrenico Alessandro Ciarla che ha incassato 4 singoli ma se l'è sempre cavata senza subire punti.

Informazioni su Carlo Ravegnani 241 Articoli
Carlo Ravegnani, nato a Rimini il 31 gennaio del 1968, ha iniziato la carriera giornalistica a 20 anni nell'allora Gazzetta di Rimini, "sostituita" dal 1993 dall'attuale Corriere Romagna dove lavora come redattore sportivo. Collaboratore per la zona di Rimini del Corriere dello Sport-Stadio, il baseball è stata una componente fondamentale nella sua vita: dapprima tifoso sugli spalti dello Stadio dei Pirati poi giocatore nel mitico Parco Marecchia e poi nel Rimini 86, società che ha fondato assieme a un gruppo di irriducibili amici. Quindi giornalista del batti e corri sulla propria testata e alcune saltuarie collaborazioni con riviste specializzate oltre che radiocronista delle partite dei Pirati assieme all'amico e collega Andrea Perari. Negli ultimi anni è iniziata anche la carriera dirigenziale, con la presidenza (dal 2014) dei Falcons Torre Pedrera. La passione è stata tramandata al figlio Riccardo che gioca lanciatore e prima base negli stessi Falcons.

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.