Buona la prima dell’Italia agli Europei under 18 di Grosseto

Gli azzurrini di John Cortese si sbarazzano per 13-2 della Lituania in sette riprese, al termine di una gara senza discussioni dal 3° inning. Nella giornata d'apertura successi anche per Spagna, Francia e Olanda

Tutto secondo copione nell’esordio azzurro agli Europei under 18 che hanno preso il via sui diamanti Jannella e Scarpelli di Grosseto. La nazionale guidata dal “Cobra” Cortese si è sbarazzata della Lituania con un 13-2 facile facile. Gli azzurri, che hanno battuto tredici valide e sono arrivati all’ultimo attacco avversario con una no-hit combinata, hanno dimostrato la loro superiorità soprattutto nella terza e nella quarta ripresa con una serie di potenti battute. La Lituania, prima di crollare, ha resistito due riprese, grazie al buon ingresso in campo del partente Navickas che dalla terza ripresa ha dovuto lasciare spazio alla superiorità tecnica di Bertossi e compagni, sospinti da cinquecento persone accorse a questo primo impegno degli azzurrini.
Lo staff azzurro si è presentato in campo con la formazione al completo, recuperando gli acciaccati Urquiola, Angioi e Pasotto e come preannunciato il partente è stato il marchigiano Oscar Tucci, al quale è stato concesso solo l’onore del primo inning, prima di lasciare spazio . «Ci servirà nelle gare più impegnati. Però era giusto dargli la prima palla dell’incontro», ha commentato Cortese nella conferenza stampa.
La nostra nazionale ha permesso a due avversari di battere valido ma solo sui titoli di coda. Tredici, come detto, le valide messe insieme, con Monti, Giarola e Bertossi che chiudono a mille in battuta
L’Italia ha messo la testa avanti al primo assalto: Giarola dalla seconda corre a casa sulla valida di capitan Bertossi che scavalca il guanto dell’interbase lituano e va a spegnersi all’esterno centro. Gli azzurrini, dopo essere rimasti all’asciutto nel secondo turno, mettono in cassaforte la gara al 3° con quattro punti, per merito di Gabriele Angioi che fa segnare i corridori Morresi e Giarola con un gran doppio al centro. L’interbase cagliaritano va a sua volta a punto sul potente doppio di Bertossi, che arriva a casa con un lancio pazzo di Navickas.
Al quarto attacco l’Italia firma invece un big-inning da cinque punti e sei valide. La Lituania è alle corde, incapace frenare il line-up azzurro. In questo inning trova un bel triplo Viloria che consente la segnatura di due punti. Nel quinto inning l’Italia aumenta il divario con tre punti, che diventano alla fine fondamentali per la chiusura prima del limite. I pitche lituani concedono quattro basi ball e un colpito e arrivano tre punti. L’Italia nel sesto tira un po’ i remi in barca, mentra la Lituania onora fino in fondo l’impegno, mettendo insieme tre valide (Strimaitis, Rekus e Cepelionis) nella parte alta del settimo inning, andando a segno due volte, lasciando anche gli uomini sulle basi che avrebbero potuto allungare il confronto.

ITALIA -LITUANIA 13-2 (al 7°)
LITUANIA:
Paikovas 8 (0/2), Sadzevicius bd-1 (0/3), Strimaitis 5 (1/3), Michalaukas 3 (0/1) (Dudulis, Rekus 1/1), Zukauskas 6 (0/3), Kamandulis 4 (0/3), Jonaitis 7 (0/2), Cepelionis 2 (1/3), Jakimavicius 9 (0/2).
ITALIA: Urquiola 7 (1/3) (Da Re 0/1), Giarola 4 (2/2), Angioi 4 (1/2) (Servidei 1/2), Bertossi 8 (2/2), Viloria bd (1/4), Monti 5 (3/3), Battioni 3 (1/4), Pasotto 9 (1/2), Morresi 2 (0/4).
ARBITRI: Poor (Irl), Bolilyi (Ucr), Brink (Ola).
SUCCESSIONE PUNTI
Lituania 000.000.0: 2 (3bv-2e)
Italia 104.520.X: 13 (13bv-1e)
PRESTAZIONE LANCIATORI
Tucci 1rl, 0bv, 0bb, 2so; Menoni 2rl, 0bv, 0bb, 2so; Ioli 1rl, 0bv, 0bb, 2so; Real Sanchez (v.) 1rl; 0bv, 0bb, 0so; Di Monte 1rl-0bv-1bb-1so; Marziali 1rl, 2bv, 0bb, 0so. Navickas (p.) 3.2rl; 11bv; 4bb; 0so; 8pgl; Tamasevskis 0.1rl, 1bv, 3bb, 0so; Sadzevicius 2rl; 0bv, 2bb, 2so.
NOTE: triplo di Vilora; doppio di Angioi, Bertossi; doppio gioco difensivo della Lituania al 2°. Spettatori 500 circa.

LA CONFERENZA STAMPA NEL DOPO GARA DI iTALIA-LITUANIA

Italia-Lituania ha chiuso il programma della prima giornata. Nelle altre due gare disputate allo Jannella e quella disputata allo Scarpelli sono stati rispettati in pieno i pronostici della vigilia, copn una chiusura anticipata. La Francia ha superato l’Ucraina (15-0) concedendo appena una valida, mentre il line-up transalpino ne ha messe a segno 16 (Kovacs 3/3 con 4pbc, Antonac 3/4), mentre la Spagna ha fatto un sol boccone dell’Irlanda (13-2) che è comunque riuscita a segnare due punti. Bene il dh Frank Hernandez a 3/3.
Prova di forza dell’Olanda: la Gran Bretagna è riuscito a contenere i campioni d’Europa nel primo e nel secondo attacco, con un solo punto, ma nel terzo tentativo gli Orange hanno sfoderato il loro potente line-up andando a segno la bellezza di 19 volte con nove valide. Quasi un record per gli uomini di Eric De Bruin, che hanno chiuso sul 21-2 al quinto inning. In evidenza l’esterno destro Piternella, che ha chiuso a 3/4 con 4 punti battuti a casa. Quattro pbc, con un 2/3, anche per il terza base Anasagasti.
Interessante il programma della seconda giornata. A riposo Italia e Olanda, i riflettori sono puntati su Rep. Ceca-Francia e Germania-Spagna, le due gare in programma allo Jannella, alle 15 e alle 20.

IL CALENDARIO COMPLETO

Maurizio Caldarelli
Informazioni su Maurizio Caldarelli 400 Articoli
Giornalista del quotidiano "Il Tirreno" di Grosseto, collabora anche con la Gazzetta dello Sport.

Commenta per primo

Lascia un commento