Parma Clima terzo da solo

Importante doppietta sulla Tommasin, con 13 valide all'attivo in gara-due

Un Parma Clima travolgente batte 10-3 il Padova in trasferta e si gode il terzo posto in solitaria, approfittando della sconfitta in un derby fratricida del Nuova Città di Nettuno e del San Marino contro il primatista Bologna. 13 valide, tra cui 4 doppi e un triplo (della matricola Flisi), bastano a piegare la resistenza del Tommasin: è una doppietta importantissima per i ragazzi di Poma, che fanno un passo importante verso i play off, conquistati ora matematicamente anche dal Rimini.

Parma parte deciso, mette subito al 1° inning l'uomo in terza, ma per segnare deve aspettare il 4°, quando Sambucci colpisce la prima valida dell'incontro, un gran doppio a sinistra. La stessa parte del campo dove finisce il singolo di Koutsoyanopulos, che porta a casa Samba per l'1-0. A quel punto i ducali accelerano: Aldo ruba la seconda e poi piomba a casa sulla valida di capitan Zileri. Che va a segnare a sua volta il trezo punto grazie al doppio di Deotto. Anche Paolini poi batte valido: è 4-0.

I veneti però non accettano di arrendersi così facilmente: e colpiscono duro il fin qui ottimo Garcia: singolo di Perdomo, poi lungo doppio di Hidalgo. Il pitcher cubano si disunisce e fa entrare il punto della bandiera con un lancio pazzo. La valida successiva di Sandalo permette al Padova di riaprire la partita. Che il Parma Clima però cerca subito di richiudere: singolo sul primo lancio di Desimoni che poi avanza su balk e volata di Poma. Una volta in terza è uno scherzo arrivare a casa sulla valida di Mirabal, che poi segna il 6-2, spinto da Sambucci.

I padroni di casa accusano il colpo ma al 6° si rifanno vivi: la valida di Perdomo (il migliore dei suoi) a conto pieno costa il posto a Garcia, che lascia la pedana a Pirvu. Il romeno dà la base a Hidalgo e poi è infilato dal pinch hitter Russo (impressionante la sua media battuta: .427), ma sul 6-3 sa togliersi dai guai. Passata la paura, Parma si distende e alza la voce: con Leyva al posto di Habeck, Scalera va in base gratis e arriva a casa sul poderoso triplo del giovanissimo Flisi. Poi è il lungo doppio di poma a fissare il punteggio temporaneamente sull'8-3. Padova sbatte prima contro Pirvu, poi contro Rivera, mentre all'ultimo inning i ducali chiudono davvero il match: seconda valida di Flisi (ieri a media mille), singolo di Poma, poi Sambucci in prima con 4 ball. a basi piene è di nuovo decisivo l'italo americano Koutsoyanopulos che picchia un doppio a destra per il definitivo 10-3. Il nono è afidato a Escalona che ritrova lanci e morale dopo la brutta prestazione di venerdì.

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.