Prima contro prima

Ultima di andata in attesa della sosta per la Coppa dei Campioni con lo scontro in testa alla classifica fra Unipolsai e Rimini. T&A-Tommasin sul filo del quarto posto

Ultima giornata del girone di andata: le due prime, alla pari in classifica, una contro l'altra. Se fosse stata preparata a tavolino non sarebbe venuta così bene. Unipolsai contro Rimini, domani sull'Adriatico e venerdì a Bologna, anticipando il programma di un giorno per gli impegni della prossima settimana in Coppa dei Campioni.
Con la terza a quattro partite e la quinta (per dirla giusta le due quarte a pari merito) a cinque, se una delle due dovesse vincere due volte, in una regular season di soli 28 incontri, potrebbe essere un bel passo verso la qualificazione per i playoff.

Con le stesse avversarie affrontate nelle prime sei settimane (i campioni d'Italia sconfitti solo dal Padule alla quarta giornata, la Fortitudo dal NettunoAcademy in gara-uno della terza, giusto prima di una striscia aperta di sette vittorie di seguito), sono interessanti le statistiche. In attacco migliore Bologna (305) secondo Rimini (294), terza è il Parma a 275. Sul monte: Rimini 1.70, Bologna 2.29, terzo San Marino 2.45. In difesa Rimini 980 (T&A 976), Unipolsai 975. Sei battitori fra le due squadre nei primi nove del campionato: Freddy Noguera (secondo assoluto alle spalle di Russo) 440, Romero 419 e Angulo 378 da una parte, Flores 440, Maggi 385 e Mazzanti 379 dall'altra.

Al lancio, il trio da paura in nero-arancio Hernandez-Ruiz-Duran. Imbattuto il primo (0.82 come ERA da rilievo), 1.23 il secondo, unico sconfitto il terzo. In più c'è un Bassani con tre vittorie su cinque presenze. Fra i bolognesi medie meno "concrete", a parte Antonio Noguera (0.52) tre vinte in sei apparizioni, e unica persa addebitata a Martinez. A questo proposito però sulle scelte di Ceccaroli e Frignani peseranno anche i calcoli in chiave europea.

Anche se Rimini e Unipolsai che tendono ad occupare tutta la scena, spazio ce n'è anche per la T&A, che ovviamente anticipa anche lei e sarà in campo prima a Padova e poi a Serravalle in due match che possono valere veramente doppio sulla linea di confine fra esserci e non esserci in semifinale. Un'opportunità che la Tommasin non può lasciarsi scappare è quella di affrontare un San Marino che batte a 210 (meglio solo del Padule) dopo 12 partite. Per annullare il gap (attualmente di due lunghezze), i patavini avevano pensato a Carlos Teran – uno degli artefici dello scudetto del Rimini l'anno scorso e nell'inverno nella lega venezuelana con i Bravos de Margarita – come lanciatore, ma la trattativa è sfumata oggi pomeriggio.

Due partite tutte di sabato invece fra Nettuno Academy e Padule e fra Parmaclima e City, con chi sarà in casa ad avere il favore del pronostico.

Mino Prati
Informazioni su Mino Prati 645 Articoli
Mino Prati, giornalista dal 1979, ha scritto di baseball per 'Il Giornale Nuovo', la 'Gazzetta di Bologna', 'Stadio', 'Tuttobaseball' e 'Baseball International' e 'Agenzia ANSA' e 'Il Resto del Carlino', oltre ad essere stato il curatore del sito BaseballNow. É stato anche direttore responsabile, a livello bolognese, di diverse testate tra cui 'Fuoricampo', 'Baseball Time' e 'Baseball Oggi', nonchè addetto stampa della Fortitudo Bologna. Ha lavorato per l'Ufficio Stampa F.I.B.S. Ha pubblicato l'Almanacco del Baseball, per la Nuova Sagip, nel 1980. Oltre che giornalista, vanta un'esperienza anche dall'altra parte "della barricata": ex-tecnico, dirigente di società, a livello di categorie minori praticamente da sempre (dal 1972) a Minerbio (in provincia di Bologna dove è stato uno dei fondatori della società), e come Direttore Tecnico nelle Calze Verdi Casalecchio (Serie A2-1991) prima e nella Fortitudo Bologna (Serie A1-1992/93) poi. Più volte eletto negli organismi locali della Federbaseball a livello provinciale e regionale. E' stato il Responsabile Editoriale di Baseball.It nel 2002.

Commenta per primo

Lascia un commento