Pirati alle Final Four dopo il bis sul San Marino

Rimini vince in casa due gare tirate (6-5 e 5-2) contro la T&A nei quarti di finale della Coppa Italia e sabato prossimo alle 20 sfida l'UnipolSai al "Gianni Falchi" di Bologna

GARA UNO – Il Rimini Baseball si aggiudica in rimonta il primo match di Coppa Italia contro la T&A San Marino per 6-5. Entrambi i manager Ceccaroli e Chiarini si sono affidati ai due partenti designati Bassani e Quevedo. Nel primo terzo di gara la formazione sammarinese segna per ben 3 volte, al secondo inning un solo homer di De Wolf e un singolo di Epifano valgono le prime due segnature (0-2), poi al terzo con due eliminati e Lupo in seconda, Ferrini batte il singolo che spinge a punto il compagno (0-3). Il lineup dei Pirati riesce a trovare le misure contro i lanci di Quevedo accociardo le distanze grazie al triplo di Angulo e alla valida di Garbella (1-3). L’assalto riminese prosegue con il salvo su errore di Celli e la hit di Ustariz (2-3), poi la rimbalzante in diamante di Zappone vale la parità (3-3). Al sesto inning sul monte neroarancio è salito il neo arrivato Logan Duran al posto di un positivo Hernandez. Il neo entrato colpisce al primo lancio Morreale che viene spostato in seconda dal perfetto bunt di sacrificio di Pulzetti. La valida di Ferrini decreta il nuovo sorpasso ospite (3-4). Al cambio di campo sulla collinetta sammarinese è entrato il rilievo Jimenez al posto del partente Quevedo. L’ex Nettuno City passa in base ball Ustariz che poi ruba la seconda. Sulla battuta di Llewellyn la difesa titana pasticcia consentendo al corridore riminese di arrivare salvo a casa base (4-4). Dopo il bunt sbagliato da Zappone, sulla radente di Di Fabio Llewellyn arriva salvo sul sacchetto di terza. Con i corridori agli angoli, il preciso singolo di Batista vale il nuovo sorpasso dei padroni di casa (5-4). Batista viene colto in ballerina, ma Di Fabio dalla terza sfrutta appieno la disattenzione difensiva della T&A scivolando fino al piatto firmando il punto che si rivelerà decisivo (6-4). All’ultimo attacco la formazione ospite sul rilievo olandese Kelly va vicina alla possibile rimonta, Reginato ed Epifano si guadagnano due basi ball consecutive, poi dopo il k di Imperiali e la comoda volata al centro di Lupo, Morreale tocca il singolo del meno uno (6-5). Ma Kelly riuscirà a conquistare la salvezza facendo battere a Pulzetti un ground ball sulla seconda base facile preda del guanto di Angulo. Rimini vince gara1 6-5.

GARA DUE – I Pirati conquistano la semifinale di Coppa Italia battendo al tie break la T&A San Marino per 5-2 dopo otto riprese di gioco. Allo Stadio dei Pirati è andata in scena una bella partita disputata con una discreta intensità nonostante le squadre per ovvie ragioni non sono ancora al top. Dopo le prime due riprese di studio al terzo il punteggio si sblocca in favore dei Pirati per l’occasione squadra da calendario in trasferta. Dopo l’out di Cit, Llewellyn colpisce un doppio e Noguera batte un singolo. Con i corridori agli angoli, la volata di sacrificio di Angulo vale il primo punto riminese (0-1), poi Maestri lascerà al piatto Garbella. Al cambio di campo la risposta dei titani non si fa attendere. Con due out sul tabellone, Bermudez si guadagna la base ball ed avanza in seconda su balk del pitcher neroarancio Marquez. Il puntuale singolo di Reginato decreta l’immediato pareggio sammarinese (1-1). Nei tre inning seguenti nonostante la girandola di cambi sul monte di entrambe le formazioni il punteggio non si schioda dalla parità. Al settimo sul neo entrato Perez, i Pirati sorpassano gli avversari grazie al poderoso fuoricampo del prima base Ustariz (1-2). Arriviamo alla parte bassa settimo dove la T&A impatta, il rilievo ex Neptunus Rotterdam Kelly riempie subito le basi mostrando qualche problema di controllo. Babini è il primo out al volo, poi Bermudez confeziona la volata dal nuovo pareggio (2-2), poi Reginato sarà il terzo out. Si va al tie break. Rimini attacca per prima all’ottavo inning. Sul bunt di Noguera, Di Fabio arriva salvo in terza (proteste dal dugout sammarinese). Perez incassa la valida da due punti di Angulo (2-4) e la volata di sacrificio di Garbella che firmano l’allungo decisivo (2-5). Al cambio di campo gli uomini del manager Chiarini non riusciranno a produrre nessun punto. Rimini vince gara2 per 5-2 e si qualifica alla semifinale in programma Sabato 14 Aprile (playball ore 20) allo Stadio Falchi di Bologna contro i padroni di casa dell’UnipolSai che si sono sbarazzati della matricola Padule.

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.