Il JR Maremà Grosseto s'aggiudica il 1° memorial Simone Piani

La formazione allenata da Filippo Olivelli ha superato in due gare da sette inning il Padule Sesto Fiorentino. La giornata è stata organizzata anche per ricordare "Barney", ex interbase del Castiglione, morto nel 2004 a 30 anni

Si è concluso con la vittoria del JR Maremà Grosseto il 1° memorial Simone Piani, che si è disputato allo stadio Roberto Jannella. La formazione allenata da Filippo Olivelli ha superato il Padule Sesto Fiorentino di Paolo Minozzi, imponendosi per 5-3 nella gara del mattino e pareggiando (2-2) quella del pomeriggio. Per le due maggiori formazioni della Toscana è stata un'occasione per testare la condizione in vista dell'imminente inizio dei campionati e dopo tanto freddo e pioggia si è potuto finalmente sfruttare al meglio una giornata di sole. «E' stato un buon allenamento – dice il manager Filippo Olivelli – e poi fa sempre piacere battere una squadra di A1. Nel primo incontro siamo stati molto bravi anche in battuta, mentre nella seconda ci siamo un po' appiattiti. E questo è uno dei nostri limiti. Dobbiamo tenere più alta la concentrazione».
«La strada è però quella giusta – prosegue – dobbiamo migliorare qualcosina in battuta, anche se non siamo una squadra di potenza, mentre sul monte, dove ho avuto ottimi riscontri da tutti i lanciatori, compreso Johan Reyes, dobbiamo aumentare gradualmente il numero di riprese. Faremo leva sull'entusiasmo che ci ha portato sul campo con freddo e pioggia per regalarci una bella stagione».
Il Padule, dopo aver annullato per il maltempo l'amichevole con Padova, è apparso un po' indietro. Il manager Paolo Minozzi non ha ancora a disposizione due dei tre giocatori cubani, il lanciatore Banos e il terza base Alarcon. Nel line-up era già presente invece l'esterno centro Scull. «Il nostro mercato – dice il presidente Romano Becchi – non si è ancora chiuso. Stiamo cercando un paio di elementi». A Grosseto è sceso in campo, in prima base, Maldonado, che può essere schierato anche come esterno. Sul monte il Sesto Fiorentino ha alternato Costantini, Ularetti, Perez,
ll Maremà Grosseto, privo di Mirko Pancellini, alle prese con dolore alla spalla e disponibile solo dalla seconda di campionato, ha ruotato tutti i lanciatori a disposizione. Nel primo incontro, che il Grosseto ha vinto in rimonta segnando tre punti al 5°, si sono alternati Dall'Olio, Starnai e Johan Reyes, un 22enne dominicano residente a Massa, consigliato dalla stella venezuelana Santiago. In garadue Olivelli ha fatto lanciare tre riprese proprio a Yancarlos Santiago (11-0 nel 2017), due a Grendene e quella finale a Nicola Mega.
In ricordo di Simone. La giornata di sabato verrà ricordata soprattutto per il fatto che JR Grosseto e Padule Sesto si sono affrontate per il 1° memorial seniores intitolato a Simone Piani (in passato lo Junior Grosseto ne aveva organizzati nove a livello giovanile). Tra le due partite gli organizzatori (Sandro Chimenti e Alessandro Macchelli in collaborazione con Danilo e Daniela Piani) hanno preparato una toccante cerimonia per ricordare l'ex interbase del Jolly Roger a 14 anni dalla prematura scomparsa a soli 30 anni. Ad onorare la memoria di "Barney" c'erano i vecchi compagni di squadra, ma anche stelle del Bbc Grosseto come Borghino, Riccardo De Santis, Alessandro Cappuccini, Piccioli, Vecchi, Rigoli, Gasparri. Intorno al diamante dello Jannella, insieme alle due squadre, si sono sistemati anche i giovani atleti del Bsc Grosseto 1952, che rappresentano il futuro di questa disciplina che tante soddisfazioni ha regalato alla città di Grosseto. «Intitoleremo il campionato Europeo under 18 a Simone Piani», ha detto nel suo intervento il sindaco Antonfrancesco Vivarelli Colonna, accompagnato dagli assessori Riccardo Ginanneschi e Fausto Turbanti. A cerimonia oltre alla mamma di Simone, Mariella, e al figlio quattordicenne Alessio, c'erano anche tanti appassionati che hanno seguito dagli spalti la consegna delle medaglie e delle maglie dedicate all'evento. Una mezz'ora davvero particolare che vuole diventare un appuntamento tradizionale di inizio stagione e magari anche più importante, se il JR Maremà riuscisse a concentrizzare il sogno di tornare in serie A1. "Partiamo per vincere il campionato, consapevoli di avere un roster completo, con due giocatori per ruolo".

Maurizio Caldarelli
Informazioni su Maurizio Caldarelli 453 Articoli
Giornalista del quotidiano "Il Tirreno" di Grosseto, collabora anche con la Gazzetta dello Sport.

Commenta per primo

Lascia un commento