Otto in campo nel week-end sull'asse Milano-Roma

Dopo la parentesi internazionale della Mole's Cup 2017, riparte domenica in grande stile la fase di Intergirone del campionato di baseball per ciechi: Lampi Milano, Bologna e Roma a caccia della Final Four

Non concede pause la fitta stagione agonistica del baseball per ciechi. Con ancora negli occhi le emozioni e suggestioni della VII "Coppa della Talpa", è già tempo di scaldare mazze e guantoni e rituffarci nel vivo del Campionato che nel fine settimana potrebbe emettere nuovi verdetti in ottica "Final Four". Il calendario della fase di intergirone ci regalerà infatti ben 6 gare dalle forti implicazioni di classifica, a cui va aggiunto il recupero della doppia sfida tra Roma All Blinds e Tigers Cagliari, all'interno del Girone Est, procrastinata per l'indisponibilità del campo dell'Acqua Acetosa ai primi di marzo. Impianto capitolino tirato a lucido oggi, dopo i lavori di restyling primaverile, così come il glorioso Kennedy di Milano, finalmente pronti a riaccogliere domenica giocatori, appassionati e tifosi del nostro batti e corri per una serie di scontri incrociati che promettono scintille.
Apriranno il programma sul dimante meneghino di via Olivieri, Lampi Milano e Bologna White Sox CVinta, playball ore 10. Sfida stuzzicante e affascinante sulla carta, contrapposizione stilistica interessante fra l'attacco scoppiettante dei felsinei guidato da Sahli, Yemane, Berganti e dal rookie slugger Walter Dangelillo, opposto alla cerniera difensiva dei Lampetti, puntellata ai guantoni di Vasquez, Dieng, Allegretta e Comi. I petroniani dello skipper Lanzarini chiamati a vincere nel tentativo di respingere l'assalto al secondo posto ad Est di una Roma dal calendario più favorevole, mentre i Lampi cercheranno di conquistare quel punto che separa gli atleti di manager Molon dall'accesso matematico alla fase finale del campionato.
A seguire, sfida fra nobili decadute tra Thunder's 5 Milano e Fiorentina BXC. Tuoni tristemente ridimensionati a brontolii di calore quest'anno, reduci da una primavera da incubo, in cui senatori e linea verde (Cusati, Tedoldi, Scali, Dragotto e Nesossi) si sono persi sotto le bordate di Lampi e Patrini, prima di affondare tra insicurezze e motivazioni spezzate sotto l'incedere autoritario di Brescia, Bologna e Roma, passi falsi che hanno irrimediabilmente pregiudicato il cammino dei ragazzi di Novali e Giovinetti.
Se i Thunder's piangono, la Fiorentina non ha molto di che gioire, nonostante gli obiettivi volutamente ridimensionati sussurrati da manager Acciai ad inizio stagione: gigliati probabilmente al termine di un ciclo glorioso, in piena rifondazione, lontani oggi dalla vetta del Girone Est, occupata dai Blue Fire CUS Brescia come dal secondo slot per l'eventuale Final Four, conteso tra Bologna e Roma. Gara di domenica che merita comunque attenzione, non fosse altro per il palmares prestigioso degli atleti plurititolati presenti nelle due compagini che la butteranno sull'orgoglio individuale e di squadra.
Chiuderà la giornata milanese l'incontro tra Fiorentina e Patrini Malnate: varesini saldamente in testa al Girone Ovest che non dovrebbero avere grossi problemi a consolidare la propria posizione di capolista, a cui tuttavia manager Chiesa chiederà il solito approccio ruvido e schiacciasassi, specie se i toscani dovessero affrontare la sfida galvanizzati da un eventuale successo sui Tuoni.
Playball dell'Acqua Acetosa fissato invece per le 9.30 con la sfida tra gli All Blinds capitolini e la matricola Staranzano Ducks, ancora a caccia del primo punto stagionale. Morale alto comunque tra i giuliani, reduci dalle prove convincenti offerte nella Mole's Cup da manager Renato Carraro e soprattutto dal rookie Dodo Mastrangelo per team Italia (suo infatti il punto del pareggio che ci ha evitato la figuraccia in semifinale contro i Bavarian Bats). Crediamo tuttavia che gli All Blinds di skipper Corazza non si faranno sfuggire la chance di mettere punti in cascina e continuare a tallonare Bologna nella corsa al secondo posto ad Est.
La giornata vedrà poi la disputa del match tra la cenerentola Staranzano Ducks e i Tigers Cagliari, ghiotta occasione per i bisiaci di affiancare i Tigrotti sardi sul fondo della classifica ad Est come per gli isolani di issarsi definitivamente al quarto posto nel girone, risultato comunque lusinghiero al netto delle grosse difficoltà logistiche che continuano a tormentare i cagliaritani ormai da qualche stagione.
In coda al programma romano, appunto il recupero del double-header tra All Blinds e Tigers Cagliari con i capitolini obbligati a vincere per nutrire speranze di accesso alla fase finale. Clima che si prevede torrido, campi veloci, prime tintarelle a portata di mano: se qualcuno conosce alternative più allettanti ad una giornata di relax, gelato, birra fresca e "quality baseball" a bordo diamante alzi la mano.

Matteo Briglia
Informazioni su Matteo Briglia 180 Articoli
Matteo Briglia è nato a Milano nel 1968 e lavora come Analista Programmatore Senior presso la Engineering SPA - Ingegneria informatica. Diplomatosi nel 1992 come traduttore simultaneo, due anni più tardi consegue la Laurea in lingue presso lo IULM di Milano (inglese, francese). Da sempre appassionato di sport, in particolare quelli americani, segue sin dall'adolescenza il football e il basket di cui ha iniziato a scrivere nel 1993 pubblicando brevi articoli su riviste online riguardanti la postseason NFL e i playoffs NBA. Ha poi cominciato ad interessarsi anche alla Major League Baseball intorno al 1994, nella stagione dominata dai Toronto Blue Jays, formazione di cui si è immediatamente innamorato una volta comprese a fondo le regole del gioco e migliorato l'inglese tecnico (per poter seguire via radio le cronache direttamente dai diamanti a stelle e strisce). Dal 1998 circa scrive appassionati resoconti sulla Major League, con approfondimenti su New York Yankees e Atlanta Braves, squadra del cuore ormai da un ventennio. Matteo segue in diretta in particolare la postseason della MLB, con testi cariche di emotività, colore e pathos emozionale che hanno sempre caratterizzato le sue cronache di non vedente rendendole più vicine alle narrazioni Blog. Da tre anni circa, ha scoperto il baseball per non vedenti, entrando in contatto con l'AIBXC (Associazione Italiana Baseball giocato da ciechi). L'esperienza lo ha talmente elettrizzato tanto che dopo una prova iniziale ha deciso di proseguire a giocare con i Lampi Milano. Dal maggio 2011 collabora con Baseball.it seguendo da vicino tutto quello che succede nel movimento del baseball per ciechi.

Commenta per primo

Lascia un commento