Novara col Padova per sfatare il tabù vittoria

Per i piemontesi i conti saranno da fare con Ruiz sul monte e Alvarez in battuta. Nelle vesti di ex Calero, Medoro e Pizzorni

Lauro Bassani-PhotoBass (FIBS)
Luis Alvarez
© Lauro Bassani-PhotoBass (FIBS)

Tempo permettendo (la premessa è d'obbligo viste le condizioni climatiche delle ultime settimane), il Baseball Novara ritornerà nel weekend sul terreno amico del Provini (inizio incontri: venerdì ore 20, sabato ore 15 e ore 20) per la sesta d'andata dell'IBL, che coincide anche con l'ultimo impegno della prima parte di stagione dei novaresi i quali, infatti, nella 7° giornata osserveranno un turno di riposo.
La Tommasin Padova precede i novaresi d'una sola posizione ma nel corso del torneo si è finora ben comportata conquistando 5 vittorie a fronte di 7 sconfitte. I patavini vantano tra le loro fila molti giocatori esperti e sia in attacco che in difesa un parco stranieri in grado di fare la differenza. Sul monte di lancio in particolare spicca Raul Ruiz, 0,98 di PGL e un record di due partite vinte e una persa, un osso particolarmente duro da battere, così come Angel Calero, uno dei tre ex del match (gli altri due sono Raffaele Medoro e Jordi Pizzorni) che in terra piemontese ha lasciato ottimi ricordi e che sarà presumibilmente il secondo partente straniero, mentre la partita dell'italiano dovrebbe vedere iniziare Simone Bazzarini. Le migliori mazze dei veneti sono Luis Alvarez (366 di media), Nick Nosti e l'eterno Laidel Chapelli, entrambi sopra quota 300, mentre anche Giuseppe Sciacca (297 e 6 RBI), così come Erik Epifano e Josè Ferrini, sono elementi piuttosto pericolosi.
Per i novaresi sfatare il tabù vittoria non sembra cosa agevole ma la truppa di manager Carson non sembra avere molte altre occasioni alle viste per sbloccare una situazione che sta diventando anche psicologicamente complicata.

Commenta per primo

Lascia un commento