Per il Rimini un big inning da sette punti all’11°

Il Novara sciupa nelle riprese regolamentari e cede al secondo tie-break. Teran firma dal monte la vittoria neroarancio

Il Rimini si impone all'undicesimo inning (tie break) in una sofferta gara1 contro il Novara per 9-2 risultato troppo largo per quello che si è visto sul terreno di gioco dello Stadio Provini. Il manager novarese Carson si è affidato al partente dominicano Aristil che ha lanciato un ottima gara imbrigliando le mazze riminesi per sette riprese. Il lineup piemontese deve rammaricarsi per aver sciupato una clamorosa occasione di sbloccare al punteggio al terzo inning. La difesa neroarancio commette due errori difensivi e la base ball concessa a Modica riempie tutte le basi. Ma lo starter dei Pirati Candelario ne uscirà da campione eliminando a casa base il corridore sulla battuta di Bertuccelli, poi completerà l'opera lasciando al piatto i due battitori stranieri Garcia e Marquez. Al sesto sale in pedana Escalona al posto di un positivo Candelario. Il neo entrato con gli uomini in scoring position (due out) riuscirà a salvarsi eliminando Dobboletta in diamante. I Pirati fin qui non pervenuti escono indenni anche all'ottavo da una situazione complicata, Cubillan incassa la valida di Garcia che poi ruba la seconda. Il singolo di Marquez permette al corridore novarese di giungere in terza e girare verso casa base, ma la perfetta assistenza dell'esterno destro neroarancio Caradonna perfeziona l'out al piatto che mantiene il punteggio sullo 0-0. L'assalto dei padroni di casa prosegue con l'intenzionale a Bassani, ma terminerà con il doppio gioco difensivo confezionato dall'esterno centro Desimoni sulla battuta di Dobboletta (out Marquez in seconda). Si arriva così agli extrainning. Inizia Rimini che produce i primi due punti della gara grazie all'errore difensivo del seconda base novarese Bertuccelli che nel tentativo di completare il doppio gioco sulla battuta di Mayora sbagli il tiro in prima (0-1), poi la valida di Caradonna firma la seconda segnatura (0-2). Sembra finita, ma i padroni di casa reagiscono e pareggiano il match, a basi piene e due out ci pensa il puntuale singolo di Bassani ad impattare il match (2-2). Cambio sul monte riminese sale Teran al posto di Cubillan. Il neo entrato riesce a non subire il punto della sconfitta mettendo a segno uno strike-out importante su Dobboletta. I Pirati si svegliano dal torpore piazzando il big inning da 7 punti all'undicesimo che risulterà decisivo. Doppia rubata dei corridori riminesi, Zappone batte valido siglando il nuovo sorpasso ospite (2-3). Da qui in avanti gli uomini del manager Munoz si scatenano sul pitcher novarese Ribeiro e sui rilievi Bassani e Gallo colpendo altre 5 valide più un errore difensivo pesante di Agretti sulla radente di Di Fabio. Al cambio di campo Teran concederà un singolo a Varalda, ma non avrà problemi a centrare il primo successo personale in stagione fissando il risultato finale di 9-2 per la squadra romagnola.

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.