Kansas City da battere, Detroit mette paura

I Royals detengono l'anello ed hanno mantenuta intatta l'ossatura del roster. Detroit rivoluziona il monte di lancio ed acquista Justin Upton all'esterno centro. Cleveland Indians e Minnesota Twins possibili underdog nell'AL Central

Chicago White Sox (76-86) – Resistere alla tentazione di non cedere Jose Quintana è già qualcosa. Le sirene del mondo free-agent hanno portato via il seconda base Gordon Beckham, il catcher Geovany Soto, ed il partente Jeff Samardzija, oltre che all'interbase Alexei Ramirez. In sotituzione del ricevitore che ex Cubs sono arrivati dal mondo free agent Alex Avila (.242 media battuta, 66 fuoricampo, 282 punti battuti a casa nei suoi sette anni da pro a Detroit) e Dioner Navarro (.255 media battuta, 739 valide, 71 fuoricampo e 332 punti battuti a casa dal 2004). Entrambi hanno un contratto annuale da 2.5 milioni il primo da 4 milioni il secondo. Per sistemare un monte di lancio che lo scorso anno è caduto nella mediocrità chiudendo a metà nel ranking della media ERA del 2015 con 4.12 della MLB, ma a soli 0.45 dal terzo posto detenuto da Tampa, arriva da Colorado Tommy Kahnle (2-2, 4.41 media ERA, 102 strike-out in due anni da pro), mentre dal mondo free-agent cambia sponda l'ex Cubs Jacob Turner (11-25, 4.97 media ERA, 192 strike-out dal 2011 al 2014). Il rilievo, fermo pe infortunio nel 2015, Ha firmato un anno di contratto a 1.5 milioni di dollari. Gran lavoro dei "South Sider" in terza base dove acquistano Brett Lawrie (.263 media battuta, 491 valide, 59 fuoricampo e 217 punti battuti a casa dal 2011) da Oakland in cambio di due giovani delle Minors, e Todd Frazier (.253 media battuta, 586 valide, 108 fuoricampo e 324 punti battuti a casa dal 2011) da Cincinnati in una maxi trattativa che ha coinvolto anche i Dodgers con Scott Schebler, José Peraza e Brandon Dixon che passano da Los Angeles a Cincinnati e Frankie Montas, Micah Johnson e Trayce Thompson che dai White Sox arrivano a Los Angeles. Il primo può giocare anche in seconda base, il secondo è fresco vincitore dell'Home Run Derby.

Cleveland Indians (81-80) – Il ritiro di Shaun Marcum e gli spazi vuoti lasciati da Ryan Webb, Gavin Floyd, Nick Hagadone (tutti e tre free agent, il primo e l'ultimo ancora senza casa), e di C.C. Lee (emigrato in Giappone), sono stati riempiti dall'arrivo del rilievo Dan Otero (12-6, 3.46 media ERA, 108 strike-out dal 2012), arrivato dai Phillies. Contratti di Minors sono stati chiusi a favore di Joba Chamberlain (25-21, 3.87 media ERA, 528 strike-out in 9 anni di carriera), , Felipe Paulino (13-34, 5.22 media ERA e 373 strike-out dal 2007, ma lo scorso anno non ha giocato nelle Majors), e Tom Gorzelanny (49-52, 4.34 media ERA e 710 strike-out dal 2005). Saranno valutati durante gli spring training. L'addio del terza base Chris Johnson, dell'interbase Mike Aviles, e dell'esterno Ryan Raburn, hanno portato diverse ma ancora non adeguate operazioni di mercato. Dagli Angels è stato acquistato l'esterno Collin Cowgill (.236 media battuta, 12 fuoricampo e 57 punti battuti a casa dal 2011), da Tampa è arrivato l'esterno sinistro/battitore designato Joey Butler (.274 media battuta, 8 fuoricampo e 31 punti battuti a casa dal 2013). Tuttavia se Carrasco si conferma sui livelli dello scorso anno, e se giocatori come il seconda base , Jason Kipnis e l'interbase Francisco Lindor (secondo nella classifica di American Legue Rookie of the Years), dovessero proseguire il loro percorso di crescita Cleveland potrebbe ambire la ruolo di "underdog" della stagione.

Detroit Tigers (74-87) – Un delle delusioni del 2015 è stata proprio la franchigia di Detroit. Il partente Justin Verlander, che ha iniziato la stagione da infortunato, a fine campionato sembrava stesse ritornando una certezza. Se così fosse, Detroit ne trarrebbe inevitabilmente giovamento. A dare supporto all'ex Cy Young Award da Milwaukee, in cambio di due giovani prospetti, è arrivato l'esperto closer Francisco Rodriguez (47-44, 2.69 media ERA, 1067 strike-out, 386 salvezze dal 2002). Ancora per il monte id lancio, da Washington arriva il partente Jordan Zimmermann (70-50, 3.32 media ERA, 903 strike-out). Per il 29enne ex Nationals, arrivato dal mercato free-agent, è stato preparato un contratto di 5 anni a 110 milioni di dollari. A conferma che la rotazione dei partenti lo scorso anno non è stata ritenuta all'altezza, il free-agent ex Twins Mike Pelfrey (61-81, 4.52 media ERA, 703 strike-out dal 2006), chiude un accordo biennale a 16 milioni di dollari. Per i rilievi i rinforzi sono stati individuati nel free-agent ex Toronto Mark Lowe (9-24, 3.80 media ERA, 303 strike-out dal 2006), e in Justin Wilson (14-5, 3.03 media ERA, 193 strike-out dal 2012), acquistato dagli Yankees in cambio di due prospetti. Novità anche sull'esterno centro dove è in arrivo da Atlanta Cameron Maybin (.251 media battuta, 596 valide, 42 fuoricampo, 209 punti battuti a casa e 116 basi rubate dal 2007). Per asscurarsi il ritorno del 29enne del North Carolina (con i Tigers aveva esordito in MLB nel lontano 2007), ad Atlanta finiscono il pitcher Ian Krol ed un giovane prospetto. Dal mercato free-agent arrivano l'esperto catcher Jarrod Saltalamacchia (.240 media battuta, 98 fuoricampo e 343 punti battuti a casa dal 2007), e l'interbase Mike Aviles (.265 media battuta, 731 valide, 58 fuoricampo, 292 punti battuti a casa e 76 basi rubate dal 2008), soffiato ai rivali di division di Cleveland. Ultimo in ordine d'arrivo, ma autentica cigliegina sulla torta, la firma per i prossimi 6 anni (a 132 milioni di dollari), del free-agent ex Padres Justin Upton (.271 media battuta, 1175 valide, 190 fuoricampo, 616 punti battuti a casa e 115 basi rubate).

Kansas City Royals (95-67) – Il ritorno di Joakim Soria (19-20, 2.57 media ERA, 481 strike-out e 202 salvezze dal 2007) nella franchigia nella quale aveva esordito nella MLB oramai 9 anni or sono dal mercato free-agent (25 milioni per 3 anni di contratto), puntella il monte di lancio dei campioni uscenti. Dai rivali dei St.Louis Cardinals arriva il catcher Tony Cruz (.220 media battuta, 5 fuoricampo e 58 punti battuti a casa dal 2011), in cambio di un giovane prospetto. Per il resto un gran lavoro sulla conferma del gruppo che è riuscito nell'impresa di riportare l'anello a Kansas City dopo quello del 1985. L'unico rischio che Ned Yost si troverà a dover gestire è l'appagamento.

Minnesota Twins (83-79) – La bellissima prima stagione da manager di Paul Molitor è stata per molti una sorpresa. Adesso per i Twins sarà difficile confermarsi a certi livelli. Dagli Yankees è arrivato il catcher John Ryan Murphy (.267 media battuta, 4 fuoricampo e 24 punti battuti a casa dal 2013), in cambio dell'esterno Aaron Hicks, secondo addio importante anche in proiezione offensiva dopo il ritiro di Torii Hunter. Per sopperire a questa mancanza arriva il free-agent coreano Byung-ho Park, prima base/battitore deisgnato 29enne lo scorso anno in forza al Nexen Heroes. Per lui nel campionato coreano una media battuta di .281, 210 fuoricampo e 604 punti battuti a casa, insieme ad una pioggia di premi tra cui l'"home run title" e l'"RBI title" vinto giusto lo scorso anno. Quattro anni id contratto a 12 milioni è l'accordo trovato.

Informazioni su Andrea Tolla 532 Articoli
Nato a Roma nel 1971, Andrea è padre di 3 figli, Valerio, Christian e Giulia. Collabora con il quotidiano Il Romanista dove si occupa, tra le altre cose di baseball e football americano. Appassionato di sport in genere collabora anche con il mensile Tutto Bici e con il quotidiano statunitense in lingua italiana America Oggi. Ex-addetto stampa della Roma Baseball, cura una rubrica di baseball all'interno di una trasmissione sportiva di un'emiitente radiofonica romana.

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.