Un gioco, un sogno, la storia della IBAF diventa un e-book

Dopo la pubblicazione di "The game we love" in inglese e spagnolo nel 2011, il responsabile comunicazione della FIBS ha realizzato la versione in lingua italiana, acquistabile in formato e-book

"Un gioco, un sogno" è la versione in formato e-book in lingua italiana del libro "The game we love", scritto nel 2011 da Riccardo Schiroli, che racconta la storia della IBAF, dalla nascita ai giorni nostri, del quale parlammo QUI .
Si trattava però di un libro in lingua inglese e spagnola e l'autore, a distanza di tre anni, dopo averne tradotti diversi capitoli, poi pubblicati sul proprio sito web, ha deciso di proporne una versione parzialmente modificata, interamente in lingua italiana. Ne è uscito, appunto "Un gioco, un sogno", acquistabile in formato digitale sui principali shop on-line, Amazon per Kindle e Kokobooks in versione e-pub. E' inoltre a disposizione la versione per I-pad nell'apple store e quella per Android tramite Google play.
Il sogno- racconta Riccardo Schiroli sul suo sito- è quello di un ragazzino che a 18 anni passava le sue giornate d'estate allo stadio Europeo di Parma. Dove, oltre alla grande Germal, ha ammirato i campioni che si allenavano per il mondiale 1978, tra i quali Terry Francona, che avrebbe poi incontrato di nuovo a Taiwan, quando erano rispettivamente redattore di Baseball.it e manager della nazionale USA che partecipava al mondiale 2001. Lo stesso manager che poi vinse le World Series alla guida dei Boston Red Sox, mentre Riccardo era diventato Comunication manager della Fibs. Il che voleva dire aver realizzato il sogno di fare del giornalismo sportivo e del baseball, la sua professione. Un sogno che Riccardo racconta attraverso la storia della massima organizzazione mondiale del baseball dilettantistico. Una storia di fatti, aneddoti, competizioni, raccontati con passione. La stessa passione tramandata dai vari presidente delle diverse epoche della IBAf, dal pionierismo, al periodo di Bruno Beneck, dalla Coppa Intercontinentale voluta da Notari, fino al sogno olimpico che lo stesso "Duca" di Parma riuscì a realizzare, dal World Baseball Classic alla sfida per il rientro alle Olimpiadi. Una storia affascinante che potrete gustare interamente in italiano, comodamente dal vostro smartphone, tablet o e-book reader a prezzo decisamente abbordabile. Un lavoro certosino, condotto con meticolosità e passione che vale la pena apprezzare.

Informazioni su Matteo Desimoni 337 Articoli
Nato a Parma l'8 febbraio 1978, laureato all'Università di Parma in Scienze della comunicazione, con tesi di laurea "La comunicazione in una società sportiva: il caso dell'A.S.D. Baseball Parma", collaboratore della "Gazzetta di Parma", iscritto all'ordine dei giornalisti, elenco pubblicisti, dal settembre 2009. Ha collaborato nel 2005 anche con "L'informazione di Parma". Dal luglio 2009 a fine agosto 2011 ha ricoperto l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa della società A.S.D. Baseball Parma. E' l'ideatore e direttore responsabile del periodico gratuito "Baseballtime" distribuito sui campi da baseball della provincia di Parma. Ha iniziato la carriera da giocatore a 8 anni, nel 1986 nelle giovanili dell'Aran Group, poi ha militato in diverse squadre della provincia di Parma e debuttato in serie B con il Sala Baganza e in serie A2 con la Farma Crocetta nel 1998. Dal 2002 al 2008 ha allenato le giovanili di Crocetta e Junior Parma.

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.