Pirati, c'è Leslie Nacar

Il venezuelano di passaporto spagnolo arriva dai Tenerife Marlins che hanno appena concluso il campionato nella Division de Honor. Nacar sostituirà il tagliato Parise nella finale scudetto contro Bologna.

Alla fine la scelta della società del presidente Zangheri è caduta su Leslie Nacar. Sarà dunque il pitcher venezuelano di passaporto spagnolo a sostituire il tagliato Pete Parise nella serie finale che assegnerà lo scudetto a partire dal 3 settembre.

Nato il 20 Luglio 1985, il neo pirata batte e tira destro, è alto 1.86 per 88 kg, ha appena concluso la stagione nella Liga Spagnola (Division de Honor) vincendo il titolo con i Marlins de Puerto Cruz. In questa ottima annata con la casacca della squadra di Tenerife ha ottenuto buoni numeri, in 14 presenze (tutte da starter) ha lanciato 109 riprese concedendo 26 basi ball e mettendo a segno ben 127 strike-out risultando il miglior partente del campionato iberico per una media Pgl complessiva di 0.91 impreziosita da 6 complete game (10v 2p).

Nel 2013 Nacar è stato selezionato per partecipare con la Nazionale Spagnola al WBC dove è stato impiegato per una sola volta. Nel 2014 sempre con la divisa della selezione iberica ha partecipato al campionato Europeo in Settembre (1v 0p 13ip Pgl 3.46), poi in inverno è stato chiamato dal Team Europe che ha affrontato nelle due amichevoli di lusso la Nazionale Nipponica. Qui, è sceso in campo nel secondo match vinto per 6-2 dalla Selezione Europea lanciando due inning.
Il neo acquisto sarà a disposizione del manager neroarancio Munoz già da questa settimana (sbarcherà mercoledì alle 12) in previsione dell'ultima serie playoff contro l'UnipolSai Bologna, che fungerà da antipasto in vista della finale scudetto che scatterà giovedì 3 Settembre.

Informazioni su Cristiano Cerbara 457 Articoli
Nato a Rimini 38 anni fa, Cristiano Cerbara è entrato nel mondo del giornalismo sportivo dall'ottobre del 1998, ovvero da quando ha rivestito per quattro anni i panni di collaboratore esterno del quotidiano locale "La Voce di Rimini" curando principalmente e giornalmente le vicende calcistiche del Rimini e collaborando comunque anche per quanto riguarda il baseball fino a diventarne responsabile in prima persona dai play-off 2001. E nell'ottobre 2002 ecco il passaggio alla redazione del Corriere Romagna dove ha ricomposta la staffetta di baseball.it con l'amico Andrea. Ma quello per il "batti e corri" é un amore profondo, nato con un classico colpo di fulmine all'età di 19 anni. Era infatti il 1988 quando il baseball cominciò a fare parte della sua vita sfociando in una passione che lo ha portato a saltare (per cause di forza maggiore) appena 2 partite allo stadio dei Pirati di Rimini (le ultime ed ininfluenti della regular season 1997) negli ultimi 15 campionati. Sposato dal settembre del 2000 con Monica, collabora con "Il Biancorosso" (giornalino quindicinale che esce in occasione delle partite interne del Rimini Calcio) e con il settimanale "Romagna Sport". Segue con interesse il baseball delle Major League e il suo sogno sarebbe quello di poter assistere dal vivo ad una partita di finale delle World Series ma per il momento si accontenta di entrare virtualmente nei templi del batti e corri a stelle e strisce consumando la sua Play-station a suon di fuoricampo e spettacolari prese in tuffo. Un altro desiderio forse irrealizzabile é quello di poter vedere un giorno il baseball italiano arrivare allo stesso grado di popolarità del calcio.

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.