Attenzione alle mazze del Neptunus

Ma abbiamo i lanciatori adatti, dice Marco Nanni. In forse Guillermo Rodriguez per i problemi alla coscia che ne avevano consigliato un impiego parziale con il Rimini. Ci sarà Pugliese

Nick Pugliese

"Il Neptunus Rotterdam credo sia non forte ma fortissimo, soprattutto in fase offensiva. E' una squadra di forti battitori e che lascia libere le sue mazze a costruire punti, supportata da tre buoni partenti. Non eccezionali quanto Cordemans, ma anche per una squadra di primo livello assolutamente sufficienti".
Così Marco Nanni riguardo al Neptunus, l'avversaria della Cnf UnipolSai nella finale di Coppa dei Campioni. Poi, a nostra richiesta, precisa quel che per lui è l'ovvio:
"Come in tutte le serie è importante vincere la prima. Gara-uno è sempre quella che dà entusiasmo, che sposta gli equilibri. Che può creare tensioni in chi la perde, perché poi ti ritrovi a giocare con un peso importante sulla schiena, non avendo alternative".
Quali saranno le vostre contromisure?
"A un attacco come quello del Rotterdam si controbatte con l'attenzione difensiva e pitcher che sbaglino il meno possibile. Si può fare solo questo."
Dei vostri tre lanciatori partenti quale ritieni il più adatto per vincere?
"Io ho tre partenti di superlivello: Fleming, Rivero e De Santis. Ognuno dei tre ha dei lanci che secondo noi possono dare fastidio o creare problemi al Neptunus. Poi i grandi campioni e le grandi squadre riescono ad adattarsi alle strategie dell'avversario, altrimenti non sarebbero di primo livello. Tutti i miei tre lanciatori hanno delle caratteristiche per poter abbassare il valore delle mazze olandesi".
In Fortitudo si tiene sott'occhio l'infermeria. Ieri Ambrosino e Guillermo Rodriguez sono stati sottoposti ad esami più approfonditi. Per il primo la diagnosi è stata contusione ed ematoma alla gamba e ieri sera era già in campo a correre.
Per Rodriguez invece – anche se, come ci ha detto il manager bolognese "è stato gestito con un piede di qua e uno di là, senza chiedergli di forzare nella corsa e non facendolo ricevere" con il Rimini, la lesione muscolare alla gamba parrebbe in miglioramento ma ancora a rischio. "Mi prendo tutti i 'minuti' possibili per decidere" ha precisato Nanni.
Nel caso il catcher non ci fosse, è chiaro che il terzo straniero della Cnf UnipolSai sarebbe Suarez. Fuori roster Cova, visto che nel bullpen ci sarà anche Pugliese, dagli Stati Uniti.

Informazioni su Mino Prati 844 Articoli
Mino Prati, giornalista dal 1979, ha scritto di baseball per 'Il Giornale Nuovo', la 'Gazzetta di Bologna', 'Stadio', 'Tuttobaseball' e 'Baseball International' e 'Agenzia ANSA' e 'Il Resto del Carlino', oltre ad essere stato il curatore del sito BaseballNow. É stato anche direttore responsabile, a livello bolognese, di diverse testate tra cui 'Fuoricampo', 'Baseball Time' e 'Baseball Oggi', nonchè addetto stampa della Fortitudo Bologna. Ha lavorato per l'Ufficio Stampa F.I.B.S. Ha pubblicato l'Almanacco del Baseball, per la Nuova Sagip, nel 1980. Oltre che giornalista, vanta un'esperienza anche dall'altra parte "della barricata": ex-tecnico, dirigente di società, a livello di categorie minori praticamente da sempre (dal 1972) a Minerbio (in provincia di Bologna dove è stato uno dei fondatori della società), e come Direttore Tecnico nelle Calze Verdi Casalecchio (Serie A2-1991) prima e nella Fortitudo Bologna (Serie A1-1992/93) poi. Più volte eletto negli organismi locali della Federbaseball a livello provinciale e regionale. E' stato il Responsabile Editoriale di Baseball.It nel 2002.

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.