L'UnipolSai chiamatela Vaglio!

Sotto 3 a 2 con la Tommasin, dopo un brutto esordio di Cova e un Lopez costretto al cambio da problemi fisici, i bolognesi ribaltato il risultato nel nono inning

Se c'erano ancora dubbi, la riprova è venuta da gara-tre della prima giornata del girone di semifinale. E' una UnipolSai che le palle le ha.
In vantaggio, raggiunta, superata in un brutto esordio del nuovo lanciatore straniero Cova, a rilievo di Rivero, sul 3 a 2 per la Tommasin con due fuori nella metà alta del nono, la Fortitudo ha vinto 6 a 3. Serie di diciotto vittorie consecutive tenuta aperta, ma soprattutto tripletta e due lunghezze di vantaggio sulla terza dopo la prima giornata della seconda fase.
Non si è capito bene, ma probabilmente il Padova ha pagato per qualche problema fisico del suo di pitcher straniero di rinforzo, Lopez, che ha tenuto ottimamente il monte per le prime cinque riprese e un terzo, non concedendo punti. Fino al 7°, 0 a 0.
Sull'ingresso di Calero, con problemi a trovare l'area, gli ospiti hanno trovato un momentaneo 2 a 0, con un fuoricampo di rimbalzo di Grimaudo e successivo singolo di Suarez. Un vantaggio durato poco. Con Rivero toccato da Pacini (doppio) e Martone ( 1 a 2) e ingresso in partita di Cova con due valide incassate da primi due battitori affrontati, Alvarez (2 a 2) e Chapelli.
Magari sui primi due punti subiti dai bolognesi qualcosa la difesa ci ha messo, e sul punteggio in parità hanno sicuramente pesato i corridori lasciati sui cuscini dall'UnipolSai. All'8° però Cova ha fatto tutto da solo. Con Sandalo in prima, dopo un singolo di Medoro e bunt toppato, colpito Pacini, base a Martrone, strikeout Epifano, ancora base ad Alvarez per il 3 a 2 automatico. A quel punto ha tamponato il buon Filippo Crepaldi, ma la Tommasin era sembrata a un passo dall'evitare lo sweep. Invece Calero ha aperto il nono inning con quattro lanci fuori a Grimaudo, un singolo da Infante. Una smorzata con eliminazione in terza per Liverziani ha dato ai patavini il primo out, ma la successiva base a Suarez ha riempito i sacchetti. Quindi strikeout Guillermo Rodriguez su una palla quasi per terra. Il Padova sembrava sul punto di festeggiare, meritatamente. Ma lì è arrivato Vaglio. Valida da due punti, più il terzo sull'azione, grazie a un errore. Quindi a casa base, dalla terza intanto raggiunta, su lancio pazzo: 6 a 3. Partita finita.

Informazioni su Mino Prati 844 Articoli
Mino Prati, giornalista dal 1979, ha scritto di baseball per 'Il Giornale Nuovo', la 'Gazzetta di Bologna', 'Stadio', 'Tuttobaseball' e 'Baseball International' e 'Agenzia ANSA' e 'Il Resto del Carlino', oltre ad essere stato il curatore del sito BaseballNow. É stato anche direttore responsabile, a livello bolognese, di diverse testate tra cui 'Fuoricampo', 'Baseball Time' e 'Baseball Oggi', nonchè addetto stampa della Fortitudo Bologna. Ha lavorato per l'Ufficio Stampa F.I.B.S. Ha pubblicato l'Almanacco del Baseball, per la Nuova Sagip, nel 1980. Oltre che giornalista, vanta un'esperienza anche dall'altra parte "della barricata": ex-tecnico, dirigente di società, a livello di categorie minori praticamente da sempre (dal 1972) a Minerbio (in provincia di Bologna dove è stato uno dei fondatori della società), e come Direttore Tecnico nelle Calze Verdi Casalecchio (Serie A2-1991) prima e nella Fortitudo Bologna (Serie A1-1992/93) poi. Più volte eletto negli organismi locali della Federbaseball a livello provinciale e regionale. E' stato il Responsabile Editoriale di Baseball.It nel 2002.

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.