Crocetta, due sconfitte che fanno male

La squadra di Bassi cede due volte al Novara che dimezza le distanze in classifica. Ora la lotta per la salvezza si fa più dura

Della serie … la serie che non t’aspetti. Che quella con Novara fosse insidiosa per la carica con cui era arrivata al Fainardi l’ultima della classe dopo le tre vittorie consecutive era stato preventivato ma che l’esito fosse una sonora doppia sconfitta (10-3 e 8-1), no. Da un possibile giubilo per la salvezza già alla terzultima giornata a una situazione più complicata con Novara ora a due sole partite di ritardo dalla Farma, in parità negli scontri diretti ma con il TQB migliore, ora agganciata al penultimo posto dall’Oltretorrente. Ci sarà da soffrire ancora.

Sono bastati due inning per far squagliare la Farma: il 5° di gara1 e il 1° di gara2. Una volta andata sotto, la squadra si è persa e non è più stata in grado di reagire. Non sono serviti a nulla i 20 strike out complessivi, 10 a testa, dei due partenti Bocchi e Guerra in 5rl ciascuno in quanto Bocchi è stato anche toccato abbastanza bene e in gara2 sono stati gli errori, ben 6, a pesare oltre a una partenza frenata del venezuelano. A questo si aggiunga che Novara ha rubato di tutto e di più: il primo colto rubando è stato opera di Ruggeri, in terza, al 7° inning di gara1 dopo la bellezza di complessive 14 basi rubate novaresi (che tali resteranno).

L’esito pareva essere diverso dopo che la Farma era passata sul 2-0 al 2° inning di gara1grazie a 3 valide su Visentin. Novara ha accorciato al cambio campo sul triplo di Tealdi ed è andata sopra 3-2 al 5° quando non sono bastati tre kappa di Bocchi in quanto il secondo è coinciso con un lancio pazzo e il terzo con una palla mancata che hanno fatto avanzare i corridori, fino al punto, mentre il punto del vantaggio è arrivato su un balk. Novara è andata poi sul 5-2 al 6°, il quinto punto su un altro triplo di Tealdi sull’appena entrato Bramini, con la Farma che con tre valide al cambio campo accorcia sul 3-5 ma lascia due corridori in posizione punto. Al 7° l’epilogo con Bramini e Fasan che vedono passare nel box dieci uomini di cui cinque fanno il giro completo delle basi.

Tre singoli subiti e un errore di assistenza in prima al 1° inning hanno spianato la strada a Novara subito in vantaggio 3-0 in gara2. Su Buffa, gara completa, la Farma ha prodotto soltanto sei valide, tra cui il doppio di Ziveri che all’8° ha mandato a punto Bozzani in base su errore, e subito 15 eliminazioni al piatto frutto, anche, di una cattiva selezione dei lanci. Novara ha potuto allungare sul 5-0 al 5° e sull’8-0 al 7°, su La Rocca. Chiusura per Azzali.

 

Avatar
Informazioni su Matteo Desimoni 337 Articoli
Nato a Parma l'8 febbraio 1978, laureato all'Università di Parma in Scienze della comunicazione, con tesi di laurea "La comunicazione in una società sportiva: il caso dell'A.S.D. Baseball Parma", collaboratore della "Gazzetta di Parma", iscritto all'ordine dei giornalisti, elenco pubblicisti, dal settembre 2009. Ha collaborato nel 2005 anche con "L'informazione di Parma". Dal luglio 2009 a fine agosto 2011 ha ricoperto l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa della società A.S.D. Baseball Parma. E' l'ideatore e direttore responsabile del periodico gratuito "Baseballtime" distribuito sui campi da baseball della provincia di Parma. Ha iniziato la carriera da giocatore a 8 anni, nel 1986 nelle giovanili dell'Aran Group, poi ha militato in diverse squadre della provincia di Parma e debuttato in serie B con il Sala Baganza e in serie A2 con la Farma Crocetta nel 1998. Dal 2002 al 2008 ha allenato le giovanili di Crocetta e Junior Parma.

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.