Il Rimin parte bene: Heidenheim battuto 8-3

Buon esordio della squadra di Munoz nel girone eliminatorio di European Cup. Escalona lanciatore vincente, buon rilievo di Corradini. Bene l'attacco. Domani sfida agli ucraini alle 10,30

Inizia nel migliore dei modi la trasferta a Rotterdam del Rimini per il girone eliminatorio della European Cup 2015. La squadra di Munoz supera i tedeschi del Heidekopf Heidenheim nel mitico Familie Stadium, nonostante qualche sofferenza iniziale. Vittoria importante quella dei nero-arancio, perché ottenuta contro l'avversario più ostico presente nel girone dopo i padroni di casa del Neptunus Rotterdam e ora possono guardare con tranquillità alle sfide dei prossimi giorni.
In un clima freddo, con il cielo coperto, inizia l'avventura del Rimini nel girone di Rotterdam della Club European Cup 2015 contro i tedeschi del Heidenheim, ragionevolmente temuti alla vigilia.
Munoz decide di affidare la prima palla del match al lanciatore italo-venezuelano della nazionale Josè Escalona. Manca ancora Beppe Spinelli e con la rinuncia a Romero, Macaluso prende posto all'esterno destro, Mazzanti gioca in prima e Di Fabio difende il cuscino di terza. Mundarain è il designato. Per i tedeschi, come previsto, lancia il naturalizzato Luke Sommer, già partente della nazionale tedesca agli europei di settembre contro gli azzurri. Il partente tedesco è però anche un buon battitore e lo dimostra al primo inning quando, con un out, esegue una perfetta volata di sacrificio sull'esterno centro Desimoni, spingendo a punto Dunshmore, autore della prima valida dell'incontro e arrivato fino in terza sul singolo a destra di Macowen.
Desimoni ottiene subito una valida "di gambe" al cambio campo, poi arriva fino in terza, ma gli strike-out subiti da Zileri e Mazzanti chiudono la ripresa.
Heidenheim porta il corridore in terza anche al secondo inning, Buck, ma ci sono già due out. E nella parte bassa del turno Rimini ribalta il risultato: Bertagnon arriva salvo in prima e subito dopo Macaluso spara una gran legnata sopra la testa dell'esterno centro che si trasforma in un doppio e permette al ricevitore di giungere fino a casa base. Non ci sono ancora eliminati quando va nel box Mundarain che conferma di avere la mazza calda battendo valido tra esterno centro e esterno destro spingendo a punto anche Macaluso. Successivamente Di Fabio sposta i corridori in seconda e terza con un preciso bunt di sacrificio e Desimoni batte a casa il terzo punto con una battuta in scelta difesa sul seconda base tedesco Dunsmore che lo elimina in prima.
La sfida prosegue senza particolari sussulti fino al quinto, quando Rimini ingrana la quinta e allunga a suon di valide fino al 7-1. Inizia il lead-off Desimoni con il secondo singolo interno della sua giornata, poi lo imita Olmedo con un singolo a sinistra e successivamente le basi si riempiono con i quattro ball a Zileri. Va nel box Beppe Mazzanti e il partente tedesco deve capitolare sulla sua valida a sinistra da due punti, pesantissima. E lo dimostra subito dopo Bertagnon, che imita il compagno con un singolo a sinistra con il quale porta a casa un altro punto. Il punteggio si fissa sul 7-1, quando sul tentativo di rubata di Bertagnon, il catcher tedesco sbaglia l'assistenza in seconda, permettendo così a Mazzanti di toccare casa base. Al sesto Escalona da segni di cedimento e concede due punti all'Heidenheim, per la verità poco aiutato dalla sua difesa. Tre singoli di Guhering, Sommer e Gruber fruttano il 7-2 e un errore di tiro vale il 7-3.
Al settimo sale sul monte riminese Corradini che chiude senza problemi l'attacco degli ospiti, poi al cambio campo Mazzanti deposita la pallina in territorio buono vicino alla linea di foul di sinistra dietro la terza base e giunge fino in seconda e poi, con due out segna dalla terza, sfruttando l'errore dell'esterno sinistro che si lascia sfuggire dal guanto il pop-fly eseguito da Macaluso.
Mentre inizia a scendere una leggera pioggerellina, nel corso dell'ottava ripresa si rivede in campo Giuseppe Spinelli, che prende posto a difesa del cuscino di prima, con lo spostamento di Mazzanti in terza. Scende Di Fabio. Rotterdam, approfittando di due battute in scelta difesa, porta i corridori in prima e seconda con due eliminati, ma Corradini non si scompone e porta a termine l'inning. Nulla cambia nel nono inning e Rimini può festeggiare il buon esordio e guardare con serenità alla sfida di domani mattina contro gli ucraini del KNTU Elizavetgrad in programma alle ore 10,30.
Potete ascoltare a questo link  l'intervista al tecnico Orlando Munoz e a questo quella al ricevitore Riccardo Bertagnon

Avatar
Informazioni su Matteo Desimoni 337 Articoli
Nato a Parma l'8 febbraio 1978, laureato all'Università di Parma in Scienze della comunicazione, con tesi di laurea "La comunicazione in una società sportiva: il caso dell'A.S.D. Baseball Parma", collaboratore della "Gazzetta di Parma", iscritto all'ordine dei giornalisti, elenco pubblicisti, dal settembre 2009. Ha collaborato nel 2005 anche con "L'informazione di Parma". Dal luglio 2009 a fine agosto 2011 ha ricoperto l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa della società A.S.D. Baseball Parma. E' l'ideatore e direttore responsabile del periodico gratuito "Baseballtime" distribuito sui campi da baseball della provincia di Parma. Ha iniziato la carriera da giocatore a 8 anni, nel 1986 nelle giovanili dell'Aran Group, poi ha militato in diverse squadre della provincia di Parma e debuttato in serie B con il Sala Baganza e in serie A2 con la Farma Crocetta nel 1998. Dal 2002 al 2008 ha allenato le giovanili di Crocetta e Junior Parma.

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.