Novara, con la Crocetta due sconfitte che bruciano

Al "Provini" piemontesi battuti nel primo match per 3-1 e dopo 15 lunghissimi inning (quattro ore di gioco) anche in gara-2 con uno stretto 4-3. Classifica complicata per la squadra di Macias ora all'ultimo posto del Girone A

Non si arresta la striscia negativa del Baseball Novara, arrivata a 5 sconfitte consecutive dopo l'esito infausto del doubleheader tenutosi sabato al "Provini" contro il Crocetta Parma. Eppure il pronostico era tutt'altro che chiuso e il campo ha dimostrato che, con un po' di malizia e di esperienza in più, entrambe le partite potevano essere portate da casa dalla truppa di Richard Macias.
Un vero peccato perché ora la classifica del Girone A si fa complicata, con il solo Oltretorrente, già sfidato sul terreno amico un paio di settimane or sono, ad essere a tiro dei novaresi, mentre le altre squadre si stanno pericolosamente allontanando dalla zona calda.
I match di sabato hanno avuto un andamento molto equilibrato: il primo incontro ha visto contrapporsi il piemontese Simone Visentin al parmigiano Simone Alfinito con l'equilibrio che ha regnato sovrano fino alla 4° ripresa, quando il Crocetta è riuscita a mettere in carniere ben 3 punti grazie a due doppi di Gradali e Guerra e a un singolo di Bocchi.
Il Novara replicava al 6° per merito di Buffa, in base grazie a 4 ball, e spinto a casa da un valido di Stefano Caglieris, ma la rimonta si arrestava qui. Non sono stati sufficienti ai novaresi le 11 valide battute contro le 5 degli avversari e uno score difensivo immacolato: gli 11 uomini lasciati in base, alcuni in momenti chiave del match, sono il rimpianto principale del 3-1 finale per gli ospiti.
La partita della sera desta ancora maggior rammarico: ancora una volta la sfida tra lanciatori stranieri è esaltante con Brent Buffa che lascia intonso il punteggio per quasi 11 inning, dopo aver fronteggiato qualcosa come 38 battitori. Non è da meno Pedro Guerra, che di riprese complete ne lancia 9 col il medesimo risultato e quindi il passaggio agli extrainning e al successivo tiebreak sembra inevitabile. In realtà, tuttavia, l'occasione per chiudere i conti il Novara ce l‘aveva avuta sia all'8° che al 9° quando, per ben due volte con l'uomo in terza e un solo out, i battitori novaresi non sono riusciti a siglare il punto decisivo.
Il Crocetta, più lucido e freddo, al tie break si porta in vantaggio al 12° e 13° inning per 1-0 e 2-1, ma viene sempre rimontato dai padroni di casa. Al 15° inning, dopo l'ennesima occasione sciupata dai padroni di casa al 14° inning, dopo ben 4 ore di gioco e 6 inning supplementari, un valido di Bocchi e un sanguinoso balk chiamato su Graveran a basi piene porteranno i parmigiani in doppio vantaggio: un Novara indomito si riporterà in partita dimezzando il divario grazie a un singolo di Tealdi ma una straordinaria giocata di Gradali su Santa Cruz chiuderà la partita sul 4-3 finale.

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.