Wainwright e McCarthy infortunati, stagione finita

Problemi alla caviglia e al gomito per i due lanciatori dei Cardinals e Dodgers costretti ad abbandonare il campionato. Disordini a Baltimora, sospesa la sfida tra Orioles e White Sox. Mets ancora i più forti, gli Astros continuano a stupire

Problemi sul monte di lancio per i Cardinals ed i Dodgers. A St. Louis dovranno rassegnarsi a proseguire la stagione senza il lanciatore partente Adam Wainwright che domenica scorsa è stato costretto ad abbandonare il monte di lancio per un infortunio alla caviglia sinistra. Dopo le analisi del caso il bollettino ufficiale racconta di uno strappo al tendine d'Achille. Il 33enne fresco vincitore del secondo Gold Glove in carriera, che aveva iniziato la stagione con 2 vittorie ed 1 sconfitta in 4 gare giocate (1.44 media ERA e 18 strike-out in 25 inning lanciati), ne avrà tra i 9 e 12 mesi. Lascia St. Louis avanti a tutti nella Central Division di National League, con 13 vittorie e 6 sconfitte, con i Chicago Cubs ad una lunghezza ed i Pittsburgh Pirates a -3.
Pessime notizie anche per i Dodgers che vedono il loro neo-acquisto Brandon McCarthy chiudere la stagione dopo appena 4 gare disputate. Il lanciatore partente, approdato a Los Angeles a dicembre con un contratto quadriennale da 48 milioni di dollari, è stato inserito nella lista degli infortunati l'altro ieri ed anche in questo caso la diagnosi è stata impietosa: strappo al legamento collaterale ulnare del gomito destro e stagione finita. Il 31enne californiano dovrà sottoporsi al "Tommy John surgery" l'intervento di ricostruzione oramai quasi di prassi tra i lanciatori e lo rivedremo nel 2016. I Dodgers al momento guidano la West di NL con i Rockies che gli soffiano sul collo ad una lunghezza ed i Padres a -2.
Il miglior record della MLB resta ancora saldamente nelle mani dei New York Mets. Nonostante la sconfitta complessiva nelle prime "Subway Series" contro i rivali cittadini degli Yankees (1 vittoria e 2 sconfitte allo Yankees Stadium), i Metropolitans possono vantare un complessivo 15-6 che consente loro di mantenere un discreto vantaggio sugli inseguitori nella East Division di NL. Gli Atlanta Braves infatti su venti partite disputate sono già a -4.5 con Miami a -6. Traino dei Mets in questo avvio di stagione il formidabile monte di lancio, terzo nella media ERA della MLB con 3.00, trainato da una fantastica rotazione partenti (Colon, DeGrom, Gee, Harvey, Montero e Niese). In particolare Matt "The Dark Knight" Harvey si è presentato allo Yankee Stadium strappando l'unica vittoria della serie con una prestazione da applausi: 8.2 inning lanciati, 5 valide e 2 punti concessi e 7 strike-out.
Il coprifuoco imposto alla città di Baltimora dalle 22 alle 17 per tutta la settimana a seguito degli scontri tra polizia e dimostranti dopo l'ennesima morte di un giovane nero in custodia alla Polizia ha provocato, tra l'altro, la sospensione di due delle tre partite previste tra Orioles e White Sox. La terza sfida si giocherà oggi, anticipata alle 14.05 ore locali, ed a porte chiuse. Inoltre la serie prevista al Camden Yards contro i Rays viene spostata a Tampa Bay. Le due partite non disputate contro i White Sox verranno rigiocate in una sola data: il prossimo 28 maggio. Il momento tragico che sta vivendo la città è ovviamente prioritario e la speranza, ancor prima di qualunque commento sui riflessi sul baseball, è che si faccia luce quanto prima su quello che è veramente accaduto in modo che possano placarsi gli animi al momento ancora molto esacerbati. Tornando al mondo della MLB gli Orioles in attesa di giocare stazionano, in condominio con Toronto, in coda alla Division a -3 dalla vetta della della East Division di American League, al momento in mano agli Yankees con 13 vittorie ed 8 sconfitte. Questo girone resta il più equilibrato in questa prima fase di Regular Season visto che tra New York ed il duo Orioles-Blue Jays, fanalino di coda, passano appena 3 partite.
Frattura netta invece nella Central Division di AL con Detroit e Kansas che hanno già fatto il vuoto dietro. I Royals con 14 vittorie e 6 sconfitte ed i Tigers che seguono a -0.5 hanno lasciato Chicago a -4.5, Minnesota a -5 e Cleveland, fanalino di coda di tutta la AL a -7.5. Le due franchigie rappresentano gli opposti per l'interpretazione del "batti&corri" con i Tigers che fanno della potenza offensiva il loro punto di forza, quarti nel ranking MLB della media battuta con .281 e quarti per basi rubate (23), ed i Royals che dominano la fase difensiva grazie ad un monte di lancio con la seconda miglior media ERA (2.99) ed il terzo posto nella classifica del WHIP, la particolare statistica del numero di basi per ball e valide concesse per inning giocati (1.09).
Prosegue la favola degli Houston Astros nella West Division di AL. Guidati da un Josè Altruve in grande spolvero la franchigia texana prosegue il suo processo di ristrutturazione iniziato nel 2013 con la migrazione della franchigia dalla Central di NL alla West di AL. Il 24enne seconda base è molto caldo nel box di battuta e sta registrando il proprio record personale di 5 partite consecutive in cui batte almeno due valide e complessivamente la sua media battuta sta viaggiando sui .348. A dar man forte agli Astros in questo avvio di stagione il monte di lancio (al quinto posto nel ranking ERA con 3.21) e la eccellente fase difensiva (con la media di 1.01 di WHIP hanno la leadership nel ranking MLB). A seguire gli Astros ci provano gli Angels (a -4 in condominio con Seattle), che proprio in questi giorni hanno messo a punto la cessione di Josh Hamilton. Il controverso 33enne esterno tornerà a giocare in Texas, dove tra il 2008 ed il 2012 ha vissuto la parte migliore della sua carriera. Chissà se trasferendosi da Los Angeles ad Arlington "The Hammer" troverà quella forza necessaria per sfuggire definitivamente alle tentazioni di alcool e droga. Nel frattempo dovrà concentrarsi al massimo per aiutare i Rangers a risalire la china del girone che al momento la vede fanalino di coda a -5 dagli Astros.

Andrea Tolla
Informazioni su Andrea Tolla 477 Articoli
Nato a Roma nel 1971, Andrea è padre di 3 figli, Valerio, Christian e Giulia. Collabora con il quotidiano Il Romanista dove si occupa, tra le altre cose di baseball e football americano. Appassionato di sport in genere collabora anche con il mensile Tutto Bici e con il quotidiano statunitense in lingua italiana America Oggi. Ex-addetto stampa della Roma Baseball, cura una rubrica di baseball all'interno di una trasmissione sportiva di un'emiitente radiofonica romana.

Commenta per primo

Lascia un commento