Un UnipolSai cinica fa sua gara1 a Parma

L'unico e decisivo punto segnato da Russo al quinto inning senza battere valido. Shutout dei pitcher biancoblu, con un sempre più convincente Fleming, ben coadiuvato da Marinez e Rivero.

Con il minimo scarto di 1 a 0 la UnipolSai Assicurazioni Fortitudo Bologna ha violato il campo del Parma Baseball, in una partita per certi versi opposta rispetto all'ultima giocata sabato scorso al Gianni Falchi contro il Nettuno2.
Il match, primo incontro del quarto turno di regular season del campionato IBL 2015, ha visto infatti il pieno controllo da parte dei lanciatori stranieri schierati dai due manager, Nanni e Gerali con il partente della Fortitudo, Marquis Fleming, che ha centrato la sua terza vittoria stagionale e consecutiva, concludendo la sua prima gara in Italia senza subire punti.
Per lui sei riprese complete di gioco, con due valide subite (entrambe al sesto inning) una base ball, a fronte di 8 eliminazioni al piatto. La shutout è stata poi completata da una ripresa "perfetta" di Marinez (3 K su altrettanti battitori affrontati) e dalla salvezza del solito autorevole Rivero.
Dall'altra parte si sono divisi il compito quasi equamente il partente Jimenez e il rilievo Camacho, che hanno concesso al più forte attacco del campionato il misero bottino di 4 valide, 2 basi ball e altrettanti colpiti.
A spezzare l'equilibrio il punto segnato dai biancoblu al quinto inning, senza nemmeno battere valido. Ad un contestato, dai padroni di casa, arrivo in base di Russo per colpito, ha fatto seguito il tentativo di rubata del battitore designato ospite, "graziato" dalla assistenza errata del prima base Fossa, che dopo aver ricevuto la palla dal pitcher aveva il compito di girare in seconda per l'out o per prendere il corridore in "ballerina". Sull'azione Russo è addirittura arrivato salvo sul cuscino di terza, per poi segnare su un successivo lancio pazzo, quello che alla fine è stato il punto decisivo.
Dopo le prime due riprese "di studio", i bolognesi si erano già resi pericolosi al terzo inning, infilando due valide in sequenza con Rodriguez e lo stesso Russo, senza eliminati. Era perfetto il bunt di sacrificio di Grimaudo per fare avanzare i compagni in posizione punto, ma né Ambrosino, né Infante erano capaci di approfittarne.
Al sesto inning, sul calo di Fleming, l'unica vera occasione per i ducali in tutto il match. Con un out, Noguera batteva la valida a sinistra, ma poi era colto rubando. Seguiva Poma, che arrivava salvo in prima base su errore di Vaglio, poi avanzava sulla valida di Garbella.
Affrontati i tre attaccanti più pericolosi, il partente di Bologna chiudeva la sua bella prestazione "mettendo a sedere" Fossa.

IL TABELLINO DI BASEBALL.IT

Commenta per primo

Lascia un commento