L'UnipolSai sgambetta la T&A San Marino

I bolognesi si impongono 6-4 in gara-1 con la prima vittoria di Fleming in IBL e la salvezza di Rivero. Box di battuta protagonista con Sambucci, Sanchez e Russo sugli scudi

Con il risultato di 6-4, i campioni d'Italia della UnipolSai Fortitudo, dopo aver condotto per quasi tutto il match di gara1 del secondo turno del campionato, sgambettono i campioni d'Europa della T&A San Marino e ritornano, anche se in condivisione, al vertice della classifica.
Entrambe le formazioni presentano i lanciatori stranieri e questa volta il partente biancoblu Marquis Fleming torna a casa con un successo personale, il primo ottenuto in Italia, dopo una gara ancora sofferta ma in crescendo, dimostrando comunque miglioramenti tangibili rispetto alla prestazione di sette giorni fa.
L'attacco bolognese ha confermato tutte le proprie abilità, in particolare in termini di potenza e profondità del lineup. Suarez (3 su 4), Alex Sambucci (2 su 3, un doppio e 2 RBI) e Russo (2 su 4, triplo e RBI) hanno prodotto i danni maggiori al terzetto di lanciatori schierati da Doriano Bindi, costruendo quel vantaggio che è stato gestito da Fleming prima e Raul Rivero poi (salvezza), con un brevissimo intermezzo di Marinez. 11 a 7 alla fine il computo delle valide per i ragazzi di Marco Nanni, a legittimare la vittoria.
Al primo inning i petroniani costruivano subito due segnature contro Romulo Sanchez, che effettuava due eliminazioni ma poi subiva i singoli in sequenza di Vaglio e Suarez, entrambi a punto sul singolo al centro di Sambucci e il successivo errore di Duran. Al cambio di campo, anche in questo caso con due out, una valida di Ramos mandava a segno Santora, in base per ball. Al secondo inning ecco il pareggio, firmato dal singolo di Albanese, che "convertiva" nel migliore dei modi il doppio in mezzo agli esterni di Avagnina. La parità durava fino al quarto inning, quando la UnipolSai riallungava. Protagonisti ancora Suarez (singolo) e Sambucci (doppio lungolinea a sinistra) per il nuovo vantaggio. Poi il prima base avanzava sull'out di Rodriguez e segnava sul singolo a sinistra di Russo. La ripresa terminava con una battuta di Ambrosino sul pitcher a basi piene. Anche questa volta i padroni di casa reagivano dimezzando lo svantaggio. Al cambio di campo la valida di Mazzuca, che avanzava su lancio pazzo, andava in terza e segnava sui groundout di Avagnina e Imperiali. Al sesto inning, con Teran a lanciare, prima valida stagionale di capitan Liverziani, un doppio lungolinea a destra. L'avanzamento sulla battuta in diamante di Russo e la segnatura su lancio pazzo, che ristabiliva le distanze. Un Fleming in crescendo lasciava la collinetta a Marinez al settimo inning. Il rilievo, all'esordio stagionale, faceva battere una volata al centro a Imperiali, poi subiva il singolo di Albanese, che avanzava sino in terza per una coppia di lanci pazzi. Quattro ball a Santora convincevano Nanni a inserire il suo "closer", ma Rivero non riusciva ad evitare l'ingresso di una segnatura sulla battuta in scelta difesa di Duran. Qualche sofferenza all'ottavo inning (valida di Ramos e base a Avagnina), ma il lanciatore venezuelano si salvava con mestiere e alla fine amministrava bene la salvezza, resa più facile dal punto costruito dai compagni nella parte alta del nono inning. Base di Vaglio, che avanzava sul perfetto bunt di sacrificio del pinch hitter Fuzzi, poi base intenzionale a Sambucci e valida punto battuta da Rodriguez sul lanciatore omonimo, per il 6 a 4 che reggeva sino al termine.

IL TABELLINO DI BASEBALL.IT

Commenta per primo

Lascia un commento