Olanda già in finale, aspetta gli azzurri

L'Olanda ha guadagnato il diritto a giocare la sfida di domenica superando la Francia. Oggi l'Italia può raggiungerla. Francia fuori, Germania quasi. Desimoni e Liddi i migliori di Mazzieri nel box di battuta

Ieri si è aperta la seconda fase del torneo, tutta interamente a BRNO per quanto riguarda le prime tre squadre qualificate dai due gironei preliminari di Regensbrg e della stessa cittadina ceca, a Trebice per quanto riguarda le squadre che lottano per le posizioni di rincalzo. Come noto le tre squadre di un girone che si portano in dote i risultati degli scontri diretti della prima fase, sfidano unicamente le tre dell'altro. Italia e Olanda si presentavano con un record di 2 vittorie e zero sconfitte. Francia e Spagna erano a 1-1, Germania e Repubblica Ceca a 0-2.
Con i risultati di ieri, l'Italia ha battuto la Spagna, l'Olanda ha superato 10-4 la Germania, la Repubblica Ceca ha nettamente battuto la Francia, azzurri e tulipani si sono portati ad un passo dalla finale. Per intenderci alla squadra di Mazzieri basta battere stasera i padroni di casa per esser certi di giocare domenica alle 15,00 la finalissima. L'Olanda invece si è già assicurata la qualificazione superando questa mattina la Francia per 14-5, eliminando così la squadra degli spauracchi Hanvi e Leverett che tanto preoccupavano i nostri prima dello scontro diretto di Ratisbona. Per quanto riguarda le statistiche, gli azzurri hanno la terza media battuta di squadra del torneo, 350, dietro la Spagna (372) e l'Olanda (400), mentre sono secondi nel rendimento dei lanciatori con 2.82 di ERA, dietro l'Olanda (2.20), ma su questo ha sicuramente influito la prima rocambolesca sfida con il Belgio. I ragazzi di Mazzieri sono però primi a livello difensivo, con tre soli errori commessi in sei partite e .986 di media. Per fare un paragone con l'Olanda, in vista di un'eventuale finale, va sottolineato come gli orange di errori ne abbiano commessi ben 6, il doppio dei nostri. Il miglior battitore del torneo al momento è l'olandese Zarraga con 615 ma solo 8 valide su 13 turni. Il migliore degli azzurri è Stefano Desimoni, impressionante per regolarità, con 550 e 11 valide su 20 turni. Impressionante però per potenza Alex Liddi, che lo segue di poco, 538 con sette valide su tredici turni, ma ben quattro fuoricampo e undici RBI

Avatar
Informazioni su Matteo Desimoni 337 Articoli
Nato a Parma l'8 febbraio 1978, laureato all'Università di Parma in Scienze della comunicazione, con tesi di laurea "La comunicazione in una società sportiva: il caso dell'A.S.D. Baseball Parma", collaboratore della "Gazzetta di Parma", iscritto all'ordine dei giornalisti, elenco pubblicisti, dal settembre 2009. Ha collaborato nel 2005 anche con "L'informazione di Parma". Dal luglio 2009 a fine agosto 2011 ha ricoperto l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa della società A.S.D. Baseball Parma. E' l'ideatore e direttore responsabile del periodico gratuito "Baseballtime" distribuito sui campi da baseball della provincia di Parma. Ha iniziato la carriera da giocatore a 8 anni, nel 1986 nelle giovanili dell'Aran Group, poi ha militato in diverse squadre della provincia di Parma e debuttato in serie B con il Sala Baganza e in serie A2 con la Farma Crocetta nel 1998. Dal 2002 al 2008 ha allenato le giovanili di Crocetta e Junior Parma.

Commenta per primo

Lascia un commento