Parma e Bologna: adesso tocca a voi due

L'assenza di Camilo e i problemi di formazione per Munoz contro l'euforia bolognese. I corsi e ricorsi storici danno però una mano ai ducali. Gemellaggio calcio-baseball con il maxischermo per i mondiali al "Cavalli"

Pretendere un pubblico da grande evento per il primo incontro della seconda fase IBL nella serata inaugurale dei campionati del mondo di calcio in Brasile è decisamente utopistico, però per il vero appassionato di baseball l'appuntamento è di quelli appetitosi. Innanzitutto perché le due squadre, protagoniste nella storia del campionato italiano di epici duelli nelle fasi finali, tornano a sfidarsi in una "gara da soldi" dopo tre anni e, al di là della storica rivalità lungo la via Emilia, si tratta di due società che hanno scritto la storia di questo sport in Italia.
Poteva essere l'occasione per rivedere Juan Camilo contro la squadra che prima ha battuto (Coppa Campioni 2009 con Nettuno e scudetto 2010 con Parma) e poi ha "rischiato" di sposare in questa stagione. I tempi strettissimi per il rilascio del visto e, soprattutto, la chiusura degli uffici CONI in concomitanza con i festeggiamenti per l'anniversario di martedì, hanno impedito al dominicano di essere protagonista sul diamante questo week-end. Probabile che arrivi nella giornata di domani e possa prendersi l'ovazione del suo pubblico nel pre-game di sabato sera.
Per Parma non ci voleva, perché si tratta dell'ennesimo contrattempo in un momento critico dal punto di vista fisico: Sambucci, dopo l'infortunio subito con la nazionale, si è allenato solo ieri e ha dovuto interrompere anzitempo la rifinitura. Stringerà i denti, ma la sua presenza è più che in dubbio. Nell'infermeria però ormai rischiano di non esserci più posti, perché Fanfoni è stirato e Giannetti ha accusato qualche problema alla caviglia, anche se dovrebbe farcela. Infine il partente designato, Josè Sanchez, ha accusato problemi intestinali.
Non bene. Soprattutto perché dall'altra parte, in casa bolognese, il morale è alle stelle. L'arrivo della star australiana, ex major league, Trent Oltjer, ha scatenato l'entusiasmo dei tifosi che invaderanno lo stadio "Cavalli" e la squadra, che si presenta al completo, con i due nuovi lanciatori, Solomon Marinez, già arrivato da due settimane, e Manuris Baez, colui al quale Nanni dovrebbe affidare la palla di partente in uno dei due incontri riservati ai lanciatori stranieri.
Si, avete letto bene, con l'avvio della seconda fase le partite settimanali tornano ad essere tre, due delle quali aperte ai lanciatori non di scuola italiana. Ovviamente resta possibile, come nella prima fase, lo sfalsamento dei partenti, il famigerato "switch". Lo spettacolo, con le prime quattro in campo, dovrebbe essere assicurato. E la scelta di far disputare il primo e il terzo incontro sul campo di una squadra e il secondo sul campo dell'altra può rivelarsi una mossa azzeccata per aumentare l'affluenza di pubblico e soprattutto garantisce a società e tifosi di godere di almeno un match casalingo ogni settimana. San Marino questa cosa non l'ha accettata e facciamo fatica a capirne le motivazioni.
Tornando alla sfida di stasera al "Cavalli" la società Parma baseball continua con le iniziative promozionali. Dopo la riuscita dell'evento dello scorso week-end in collaborazione con NON solo Bau, è stata premiata la giovane Chiara Severgnini con un abbonamento gratuito per la post season, in quanto 500' "Like" della nuova pagina Facebook. Inoltre nel corso della serata sarà possibile assistere nel piazzale retrostante le tribune, alla sfida Brasile-Croazia dei Mondiali di calcio su un maxischermo allestito grazie alla collaborazione dei gestori dell'Eris Pub. Cosa che si ripeterà sabato, dopo gara-3 per l'esordio degli azzurri di Prandelli alle 24,00, con orario di chiusura del Pub posticipato al termine del match calcistico. Al quale si spera possano assistere in amicizia anche le squadre di Parna e Bologna. A proposito di Campionati del Mondo di calcio, una curiosità statistica che farà felici i tifosi ducali: dal 1978 ad oggi,nella stagione dei Mondiali Parma ha vinto almeno un trofeo in sei occasioni (1978 Coppa Campioni,1982 Scudetto, 1986 Coppa Campioni, 1994 Scudetto, 1998 Coppa Campioni, 2010 scudetto). Allargando il discorso al baseball, Parma ha vinto lo scudetto ben sette volte in concomitanza con la stagione degli europei di baseball….

Informazioni su Matteo Desimoni 337 Articoli
Nato a Parma l'8 febbraio 1978, laureato all'Università di Parma in Scienze della comunicazione, con tesi di laurea "La comunicazione in una società sportiva: il caso dell'A.S.D. Baseball Parma", collaboratore della "Gazzetta di Parma", iscritto all'ordine dei giornalisti, elenco pubblicisti, dal settembre 2009. Ha collaborato nel 2005 anche con "L'informazione di Parma". Dal luglio 2009 a fine agosto 2011 ha ricoperto l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa della società A.S.D. Baseball Parma. E' l'ideatore e direttore responsabile del periodico gratuito "Baseballtime" distribuito sui campi da baseball della provincia di Parma. Ha iniziato la carriera da giocatore a 8 anni, nel 1986 nelle giovanili dell'Aran Group, poi ha militato in diverse squadre della provincia di Parma e debuttato in serie B con il Sala Baganza e in serie A2 con la Farma Crocetta nel 1998. Dal 2002 al 2008 ha allenato le giovanili di Crocetta e Junior Parma.

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.