I Lampi risolvono il rebus capitolino e vanno alle Final Four

Sconfitti dalla Fiorentina 3-1 al termine di un match dominato dalle difese, i Giurleo Boys faticano contro l'orgoglio di una Roma coriacea, bruciata sul filo di lana con un sofferto 5-4 che vale il ritorno dei meneghini alla post-season

Missione compiuta. I Lampi Milano avranno la possibilità di difendere a fine giugno lo scudetto, orgogliosamente cucito sul petto e conquistato un anno fa al termine dell'incredibile finale di Casteldebole che li vide trionfare inaspettatamente sui cugini Thunder's 5. I "Giurleo Boys" hanno conquistato la certezza aritmetica della post-season con una giornata d'anticipo rispetto alla chiusura ufficiale della fase di Intergirone del XVIII° campionato di baseball per ciechi grazie al successo di misura (5-4) ottenuto domenica scorsa al Cerreti di Firenze ai danni della Roma ALL BLINDS. I risultati maturati al termine dell'infuocata domenica toscana hanno consolidato il primato di Fiorentina BXC e Thunder's 5 in vetta ai due gironi e, salvo sorprese o stravolgimenti oggettivamente poco probabili nellultimo turno di regular season, ci apparecchiano una tavola alquanto succulenta in vista delle semifinali in programma il prossimo 21-22 giugno sul Leoni di Casteldebole. Cornice di pubblico fitta e calorosa intorno all'impianto toscano nonostante la domenica elettorale, affluenza certamente favorita da un clima tipicamente estivo che ha richiamato a bordo diamante parecchi curiosi ed appassionati.
Nel primo match del programma, successo per 4-3 dei Thunder's 5 Milano sulla Fiorentina BXC nella sfida affascinante che metteva di fronte le formazioni probabilmente più in forma e convincenti quest'anno. Tuoni saldamente in testa al girone Ovest, opposti ai padroni di casa, decisi ad assicurarsi il primo posto nel girone Est. Line-up leggermente rimaneggiati a causa dell'assenza pesante di Ghulam tra le fila dei Thunder cui si è aggiunta in corso d'opera la defezione di Arjola Dedaj, costretta ad abbandonare il campo dopo tre riprese, vittima di una lieve distorsione alla caviglia che tuttavia non impedirà all'eclettica atleta albanese di prendere parte alla Final Four. La Fiorentina lamentava per altro le assenze significative dello slugger Luigi Abate e di Vanessa "Ciclone" Cascio. Difese in cattedra per lunghi scampoli di partita, ottimamente registrate in diamante, in cui spiccano le prestazioni gigliate di un incredibile Giuseppe "Radar" Comuniello come esterno centro, sostenuto dall'istrionico Danilo Musarella, in costante crescita anche nel box, dal rapidissimo Danny "Speedy" Oliveri come dal senatore Di Terlizi. La diga difensiva meneghina, in assenza del gigante buono Ghulam, ruota attorno all'ottima prova del veterano Fabio Scali e del capitano Francesco "El Presidente" Cusati, particolarmente incisivo anche in attacco grazie alle spettacolari scivolate in base "head-first" che catturano spesso l'entusiasmo del pubblico. Ottima anche la prova di Dragotto tra i milanesi. Thunder avanti 2 a 1 dopo due riprese, grazie all'1 su 5 di Nesossi (2 punti battuti a casa), sostenuto da Cusati (3 su 5), Scali (2 su 6, un punto battuto a casa) e dal rookie pakistano Qadeer Asghar (1 su 6) 1 punto battuto a casa). I milanesi allungano perentoriamente sul 4 a 1 nella parte bassa della quinta ripresa, prima di rintuzzare la reazione tanto veemente quanto tardiva dei gigliati, ispirati da un ottimo Di Terlizi (2 su 5, 2 punti battuti a casa), spalleggiato da Musarella (3 su 6),, Oliveri (2 su 6) e Comuniello (1 su 6). L'esperienza e il sangue freddo dei Thunder permetteva comunque alla corazzata guidata nel dug-out da Dario Rossi di chiudere la gara sul 4 a 3 senza particolari sussulti. Un successo che assicura ai Tuoni il primo posto nel girone Ovest.
Intorno a mezzogiorno, nella canicola impietosa del capoluogo toscano, sipario alzato sulla sfida tra Fiorentina e Lampi Milano, prima chance per i lombardi di staccare il prezioso pass d'accesso alla postseason. Partita che ricalca quanto già osservato nel primo match di giornata: difese impermeabili, attacchi spuntati, tensione alle stelle. Il punteggio si sblocca finalmente nella parte bassa del quarto inning dalla Fiorentina che, sfruttando la giornata di grazia degli ispirati Comuniello e Musarella (3 su 5 nel box per entrambi), segna 3 punti battuti rispettivamente dal DH Osama Gerid e da Di Terlizi. I "Giurleo Boys", guidati dal solito Maurizio "Metronomo" Scarso e da Rolly Vasquez (entrambi 3 su 6 nel box), non riescono a scardinare la possente difesa giliata e si devono accontentare di un solo punto, battuto a casa dal DH Briglia. Termina 3 a 1 una sfida ordinata, ben giocata da entrambe le formazioni, decisa da episodi marginali in difesa e che probabilmente potremo gustarci nuovamente tra una ventina di giorni a livello di semifinale.
Sfumato il primo lasciapassare alla postseason sulle mazze dei "Giurleo Boys", la stagione dei Lampi tricolori si gioca perciò nell'ultimo match di giornata che oppone i lombardi alla Roma ALL BLINDS. Capitolini reduci da una stagione deludente, condita per altro da una buona dose di sfortuna, chiamati a difendere in diamante un'immagine agonistica prestigiosa, fondata su una grinta, animus pugnandi e un orgoglio ammirevole, spina dorsale di una compagine giovane e talentuosa, smaniosa di ripartire il prossimo anno alla conquista di quei piani alti in classifica che dovrebbero appartenere di diritto ai capitolini. Mente scarica, cuor leggero degli ALL BLINDS opposta alla necessità di fare risultato dei Campioni d'Italia. Avvio di match particolarmente difficile per i "Giurleo Boys", distratti in difesa, tesi nel box e contratti sulle basi, costretti subito ad inseguire nel punteggio dal playball: Roma meritatamente avanti 2 a 0 dopo due riprese offensive, trascinata da un Alfonso "Core de Capitano" Somma in grande spolvero (3 su 6), splendidamente sostenuto da Daniela Pierri (1 su 5, 2 punti battuti a casa), Luciano "Lucry" Bernardini (2 su 6) e dal lead-off veterano Beppe "Mani di Seta"" Checchi. I milanesi faticano tremendamente in attacco e riescono faticosamente a riacciuffare gli avversari a quota due al quarto grazie alle buone prestazioni di Vasquez e del giovane Comi. Gli ALL BLINDS si rifiutano comunque di interpretare il ruolo della vittima sacrificale e rimettono la testa avanti nella parte alta della quinta ripresa, grazie ai soliti Somma e Pierri che firmano il nuovo vantaggio capitolino sul 3 a 2. Al sesto, lo slugger senegalese Bara Mbacke Dieng decide di iscriversi ufficialmente al campionato nella categoria più congeniale al giovane brevilineo in forza ai Lampi: legnata poderosa sul filo di terzabase che elude l'intervento di un pur ottimamente posizionato Checchi e vale il fuoricampo, primo in stagione, che regala il sorpasso ai "Giurleo Boys" sul 4 a 3 e fa letteralmente esplodere il dug-out lombardo. Il match sale vertiginosamente: la Roma non si arrende e firma il pareggio a quota 4 nella parte alta del settimo ed ultimo attacco. I Campioni d'Italia affrontano l'ultima ripresa offensiva inchiodati quindi ad un pareggio che non garantisce loro la certezza matematica dellla Final Four. Esce a questo punto la grande determinazione dei "Giurleo Boys" che in apertura di ripresa riescono a mettere in base i trascinatori di giornata Vasquez e Dieng in situazione di zero eliminati. Si presenta successivamente al piatto il DH Briglia che non perde l'occasione di spingere Vasquez a casa e i compagni in postseason per il secondo anno consecutivo.
Escono tra gli applausi gli ALL BLINDS, protagonisti di una gara splendida che deve gioco-forza rappresentare un volano fondamentale in ottica rinascita, mentre Milano si gode la festa per l'ennesimo importante traguardo raggiunto, obiettivo minimo per i Campioni in carica a inizio stagione ma che si era terribilmente allontanato dopo i passi falsi compiuti a metà aprile con il tris di sconfitte patite ad opera dei Patrini Malnate e dai Tuoni.
Quadro delle semifinali abbastanza nitido ormai: la Fiorentina, probabile prima classificata nel Girone Est, affronterà i Lampi in una gara dal forte sapore di rivincita, mentre i Thunder's 5 Milano, capolista ad Ovest, se vedranno con il Bologna White Sox, scivolato al secondo posto nel Girone Est. La regular season si chiuderà il prossimo 7 e 8 giugno sull'asse Sasso Marconi-Cagliari con le sfide incrociate tra Cagliari Bologna, Ravenna, Roma, Thunder's 5, Patrini Malnate.

Informazioni su Matteo Briglia 180 Articoli
Matteo Briglia è nato a Milano nel 1968 e lavora come Analista Programmatore Senior presso la Engineering SPA - Ingegneria informatica. Diplomatosi nel 1992 come traduttore simultaneo, due anni più tardi consegue la Laurea in lingue presso lo IULM di Milano (inglese, francese). Da sempre appassionato di sport, in particolare quelli americani, segue sin dall'adolescenza il football e il basket di cui ha iniziato a scrivere nel 1993 pubblicando brevi articoli su riviste online riguardanti la postseason NFL e i playoffs NBA. Ha poi cominciato ad interessarsi anche alla Major League Baseball intorno al 1994, nella stagione dominata dai Toronto Blue Jays, formazione di cui si è immediatamente innamorato una volta comprese a fondo le regole del gioco e migliorato l'inglese tecnico (per poter seguire via radio le cronache direttamente dai diamanti a stelle e strisce). Dal 1998 circa scrive appassionati resoconti sulla Major League, con approfondimenti su New York Yankees e Atlanta Braves, squadra del cuore ormai da un ventennio. Matteo segue in diretta in particolare la postseason della MLB, con testi cariche di emotività, colore e pathos emozionale che hanno sempre caratterizzato le sue cronache di non vedente rendendole più vicine alle narrazioni Blog. Da tre anni circa, ha scoperto il baseball per non vedenti, entrando in contatto con l'AIBXC (Associazione Italiana Baseball giocato da ciechi). L'esperienza lo ha talmente elettrizzato tanto che dopo una prova iniziale ha deciso di proseguire a giocare con i Lampi Milano. Dal maggio 2011 collabora con Baseball.it seguendo da vicino tutto quello che succede nel movimento del baseball per ciechi.

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.