L'UnipolSai "corsaro" a Rimini

Il Rimini non molla e mette pressione ai biancoblu negli inning finali. Grande Williamson sul monte, decisivo il singolo da due punti di Vaglio al terzo fondamentale per il 3-2 finale.

Scesa in riviera non per una scampagnata nel giorno della festa della Liberazione ma per proseguire il suo cammino vincente, la UnipolSai Assicurazioni Fortitudo Bologna ha ottenuto questa sera un altro importante successo espugnando con il risultato di 2 a 3 la casa dei pirati, lo stadio del Rimini baseball. A tenere banco un grande pitching duel fra i lanciatori stranieri delle due squadre, a secco di punti subiti nelle prime tre gare disputate. La volitività degli attacchi e qualche pasticcio di troppo delle difese hanno complicato un po' la vita dei pitcher, che comunque hanno confermato le qualità sin qua espresse. Decisivo il terzo inning, quando la difesa riminese ha compromesso le sicurezze del proprio partente. Come tutte le grandi squadre, la Fortitudo ha saputo punire le distrazioni avversarie e un singolo di Alessandro Vaglio, alla resa dei conti decisivo, è costato ai padroni di casa due segnature, che si sono aggiunte alla prima propiziata da Rodriguez ed entrata su uno dei tanti errori della difesa del Rimini (alla fine 4). In realtà la Fortitudo ha espresso cinismo solo al terzo inning, sprecando nel match alcune occasioni per incrementare il punteggio, senza approfittare fino in fondo delle 9 basi ball concesse dai pitcher avversari. Alla fine i ruolini di Joey Williamson (vincente) e Mike Ekstrom (perdente) sono addirittura simili (6 riprese, 4 valide, 4 basi ball, 10 strikeout per il biancoblu, 9 per il neroarancio), ma il bolognese ha meritato il successo sapendo gestire gli inevitabili momenti di difficoltà procurati dal forte attacco avversario, e precisamente, ben aiutato anche dalla difesa, ha saputo uscire da una situazione di due corridori in posizione punto e un solo out al primo inning e da uomini agli angoli senza eliminati al terzo. Con la gara in mano ai rilievi nell'ultima parte del match, la partita è tornata a regalare emozioni, con i biancoblu incapaci di sfruttare le difficoltà di Marquez e Escalona e dall'atra parte un Raul Rivero che nelle ultime due riprese ne ha patite di tutti i colori, riuscendo comunque a completare la sua quarta salvezza, abbinata alla quarta vittoria di Williamson, anche se questa volta non è riuscita la shutout, perché i pirati, dopo aver sfiorato ancora la segnatura all'ottavo inning (triplo di Santora senza eliminati) sono arrivati al nono a un soffio dal pareggio dopo aver segnato due punti, questa volta con la difesa biancoblu non indenne da colpe, ma la battuta di Mario Chiarini a basi piene ha spento la rimonta neroarancio sulla via 4-3. Al di là dello scampato pericolo sono d'obbligo un paio di considerazioni: gli appassionati bolognesi possono apprezzare una coppia di pitcher ben assortita, di qualità ed estremamente concreta. Il partente è letteralmente "dominatore" della collinetta, con l'aiuto di Rodriguez propone una miscela di lanci intelligente ed efficace ed è in grado di tenere almeno sei riprese di gioco senza particolari problemi, affrontando con sapienza le situazioni più difficili. Le "fiammate" di Rivero nelle ultime tre riprese possono fiaccare definitivamente i battitori avversari ed è davvero un lusso poter inserire questo lanciatore per chiudere una gara in vantaggio, nonostante le difficoltà di questa sera che fanno parte del gioco quando si affronta una squadra come il Rimini, la quale, viste anche le attuali difficoltà del San Marino, è da considerarsi l'ostacolo principale fra i biancoblu e i loro sogni di gloria. Infine, una citazione la merita senz'altro Paolino Ambrosino, che sembra anche a livello difensivo quell'esterno centro di scuola italiana che a Bologna non si vedeva da parecchio tempo.
La cronaca.
La partita era vivace sin dall'inizio grazie agli attacchi. Infante colpiva subito Ekstrom con una valida, ma i biancoblu non riuscivano ad approfittare del leadoff in base. Al cambio di campo i pirati sembravano già pronti a muovere il risultato. Un doppio di Romero faceva correre in terza Gomez, arrivato in base per ball, ma l'interno riminese, con un solo out sul tabellone, non poteva andare a punto per un'ottima difesa di Ambrosino sulla volata corta di Salazar, con subitanea replica dell'esterno centro bolognese anche sulla battuta più profonda di Chiarini. Al secondo attacco i bolognesi ancora in base con il primo uomo, quattro ball per Ambrosino, ma Grimaudo sbagliava il bunt e la difesa neroarancio chiudeva bene sui biancoblu, che però colpivano al terzo inning, ancora con il leadoff in base; come al primo inning era Infante questa volta a guadagnarsi un importante passaggio gratuito. L'interbase avanzava sull'out di Liverziani, poi la battuta di Rodriguez metteva in difficoltà Mazzanti, che provava fallendola l'assistenza in prima, consentendo così l'ingresso del punto del vantaggio UnipolSai. Anche Perez batteva in diamante e questa volta era Santora a pasticciare, comunque, altro singolo interno, con avanzamento dei due corridori in posizione punto su errore. Vaglio puniva l'incertezza dei padroni di casa con un singolo a destra che faceva segnare entrambi i compagni portando il risultato sullo 0 a 3. Lo stesso Vaglio avanzava sull'ennesimo errore difensivo, poi addirittura su balk arrivava a 27 metri dal traguardo ma lì si fermava. Al cambio di campo la reazione dei padroni di casa, guidata da Bertagnon che otteneva un bel doppio, poi avanzava in terza su palla mancata. Un passaggio gratuito a Gomez, poi un grande Williamson riprendeva il controllo della situazione e otteneva le tre eliminazioni, anche aiutato da un'ottima difesa. Al quarto inning, dopo due facili out il partente felsineo si concedeva una pausa: dopo aver subito il singolo del nuovo entrato Di Fabio riempiva i cuscini concedendo due passaggi gratuiti, ma anche stavolta si riprendeva stendendo al piatto Gomez. Al settimo inning la gara tornava a ravvivarsi. A "battezzare" il rilievo riminese Enorbel Marquez era Infante con una valida, subito replicata da capitan Liverziani, ma questa volta il cuore del lineup biancoblu non rispondeva presente. L'ingresso di Raul Rivero era un'assicurazione per completare la quarta shutout della coppia di pitcher stranieri della Fortitudo. All'ottavo inning però Santora apriva con un triplo, ma anche questa volta difesa e pitcher sugli scudi per evitare l'ingresso di segnature. Al nono inning un passaggio gratuito a Liverziani di Marquez e due a Perez e Vaglio del subentrato Escalona riempivano i cuscini con un solo out sul tabellone. Ambrosino e Malengo non riuscivano ad approfittarne. Patemi all'ultimo assalto dei Pirati, che ottenevano una base con Di Fabio che avanzava sino in terza su un errore di assistenza a seguito di un singolo interno di Bertagnon. Le Fiammate di Rivero erano efficaci su Gomez ma non su Santora, che otteneva il passaggio gratuito necessario per riempire le basi con Romero al box. L'esterno batteva su Vaglio, palla difficile, singolo interno ed altro errore difensivo per l'ingresso di due punti. Quattro ball ottenuti da Salazar riempivano di nuovo i cuscini e la soffertissima salvezza arrivava dalla battuta di Chiarini ancora su Vaglio e questa volta la difesa bolognese non aveva problemi a confezionare l'eliminazione.

UnipolSai Bologna 003 000 000 = 3
Rimini baseball 000 000 002 = 2

Bologna: Infante ss (2 su 4), Liverziani ed (1 su 3), Rodriguez r (1 su 5), Perez es (1 su 3), Vaglio 2b (1 su 4), Ambrosino ec (0 su 3), Grimaudo 1b (0 su 3) (Malengo 0 su 2), Fuzzi dh (0 su 3), D'Amico 3b (0 su 4). Tot: 6 su 34.
Lanciatori: Williamson (W, 6 rl, 4 bv, 0 p, 0 pg, 4 bb, 10 so), Rivero (S, 3 rl, 1 bv, 2 p, 1 pg, 4 bb, 3 so).
Rimini: Gomez 2b (0 su 3), Santora ss (1 su 4), Romero es (3 su 5), Salazar dh (0 su 3), Chiarini ed (0 su 5), Zileri ec (0 su 4), Mazzanti 3b (0 su 1) (Di Fabio 1 su 2), Spinelli 1b (0 su 3), Bertagnon r (2 su 3). Tot: 7 su 33.
Lanciatori: Ekstrom (L, 6 rl, 4 bv, 3 p, 3 pg, 4 bb, 9 so), Marquez (2 rl, 2 h, 0 p, 0 pg, 3 bb, 4 so), Escalona (1 rl, 0 h, 0 p, 0 pg, 2 bb, 1 so).
Note. Doppi: Romero, Bertagnon; Tripli: Santora; RBI: Vaglio (2), Romero.

 

IL TABELLINO DI BASEBALL.IT 

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.