Pari nel derby Bollate-United, in notturna sfida stellare

Finisce uno a uno ma in diamante in gara-2 si è assisitito ad un incredibile show: no-hit di 9 inning di Noguera che paralizza lo United con 18 k, ma Bencomo tiene e vince al 10° per 3-0 con due homer di Suardi e Banfi su Orta

Un derby mai visto. Si preannunciava una sfida spettacolo tra Tony Noguera e Omar Bencomo, ma nessuno avrebbe immaginato una serata del genere. Il grande venezuelano-spagnolo del Bollate contro l'altro venezuelano dello United appena arrivato in Italia. Al trofeo Cameroni avevano offerto un'antipasto del grande duello, finito 0-0 dopo 5 inning, sabato invece la loro imbattibilità è durata per nove inning interi, uno 0-0 mai visto nella lunga storia del derby.
Una sfida di quelle che rimarranno negli annali, non solo per la prestazione di chi ha vinto (3-0 per lo United al 10° inning), ma anche per i record realizzati da che ha perso. Se Omar Bencomo esce infatti da trionfatore in questa bellissima notte bollatese, con una shutout di 10 inning e ben 12 kappa realizzati, la storia più incredibile è quella di Tony Noguera che non può festeggiare una vittoria nemmeno dopo aver realizzato una no-hit di 9 riprese con addirittura 18 strike out. Un dato che – per dare un'idea – si riscontra al passivo nella lunga storia del Milano in sole due occasioni: 18 strike out subiti dal grande Minetto in una partita di serie A1 del 1975 contro la Fortitudo e una no hit subita da Pinotti del Sannazzaro ma nel campionato di serie C del 1994. Ebbene, incredibilmente, questi due clamorosi record messi assieme non sono riusciti a regalare a Noguera quella che poteva essere la più scontata delle vittorie. E questo perché sul fronte opposto si è trovato un certo Bencomo che, dopo essere partito un po' in sordina, concedendo 2 valide senza conseguenze al 2° inning, è andato decisamente in crescendo nascondendo completamente la palla all'attacco bollatese e chiudendo con 13 strike out e una sola valida concessa nelle restanti 8 riprese.
Così, quando nei supplementari Noguera è sceso per lasciare il posto ad Orta, l'attacco United, come già una settimana fa al Cameroni, si è scatenato: valida di Realini e poi due fuoricampo back to back di Riccardo Suardi e di Francesco Banfi, due legnate che aggiunto lo spettacolo delle mazze a quello dei pitcher. Due capolavori che hanno sbloccato di fatto la no hit della partita e che hanno regalato ai ragazzi di Duarte un'incredibile vittoria, portata a casa tranquillamente da Bencomo che si è fatto carico anche del 10° inning (pur con meno lanci di Noguera) per assicurare ai suoi una vittoria preziosissima.
Si chiudeva così, con questa grande impresa dello United, una giornata iniziata invece nel segno del Bollate che si era aggiudicato la prima sfida per 5-2. Partita aperta da un vantaggio del SenagoMilano (punto di Vassallo su doppio di Milani) e tenuta in pugno da Marzullo nelle prime quattro riprese. Poi però, sul rilievo Grassi, la squadra di Duarte ha pagato carissimi tre errori difensivi (di Bortoloami e di Lo Monaco) che hanno facilitato il ribaltone dei bollatesi sorretti sul monte da Anderson Castro (7.2 riprese con sole 4 valide al passivo) e dal rilievo finale di Orta. Attacco United sempre in difficoltà (appena 5 valide totali) e Bollate messo un po' meglio con la mazza (8 valide). Tutto sommato una partita piacevole, anche se la grande serata del Comunale ne ha cancellato subito il ricordo.
Chiusa questa lunghissima serie di derby, domenica prossima per lo United c'è il Collecchio in casa a Senago, mentre il Bollate va a Novara.

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.