College World Series, otto regine illuminano Omaha

North Carolina, Oregon State, LSU sono le favorite nella corsa al titolo nazionale che scatta nel weeke-end sul diamante del TD Ameritrade Park, lo stadio della Creighton University dove nel 2013 Federico Castagnini è stato grande protagonista

Al via domani ad Omaha, nel Nebraska, le College World Series che rappresentano la celebrazione, lunga una decina di giorni, del "College Baseball" americano. Tantissimi gli eventi collaterali organizzati per gli appassionati prima e dopo le partite che si disputeranno sul diamante del meraviglioso TD AmeritradePark (lo stadio della Creighton University dove nel 2013 Federico Castagnini è stato grande protagonista) che diventa polo di attrazione e attenzione per tifosi e addetti ai lavori.
Le 8 partecipanti, che si affronteranno col tradizionale sistema della doppia eliminazione (nessuna esclusione diretta ma solo alla seconda sconfitta), sono state divise in 2 raggruppamenti da 4 squadre ciascuno: le vincenti si scontreranno poi nella finale vera e propria al meglio dei 3 incontri fra il 24 ed il 26 giugno prossimi per aggiudicarsi il titolo nazionale.
Tutto, o quasi, secondo pronostico nei "Super Regionals" dello scorso week-end che hanno definito, con qualche ritardo dovuto anche al maltempo, il quadro delle partecipanti. Fatto però notizia le sconfitte di Florida State con Indiana e soprattutto di Vanderbilt, a lungo numero 1 del ranking nazionale durante la stagione regolare e tra le favorite per il titolo, battuta nella serie per 2-0 in casa da Louisville, trascinata dai suoi lanciatori ed in particolare da Nick Burdi, autore della salvezza in gara-1. Il giovanissimo pitcher dal lancio esplosivo (più volte la sua palla veloce è andata oltre le 95 miglia) ha ottenuto gli ultimi 5 out, non senza qualche patema per lo scarso controllo, nella partita d'apertura ottenendo la sua sedicesima salvezza stagionale. Incredibili le sue statistiche nel 2013: 34.2 riprese lanciate con 0.78 di media PGL, 61 strike-out ed appena .197 di media battuta concessa ai battitori avversari.
La favorita della vigilia appare North Carolina, testa di serie numero 1, che però ha dovuto soffrire tantissimo in questo torneo NCAA per aver ragione dapprima di Florida Atlantic (solo al 13 inning per 12-11 in un incontro interminabile finito all'1 di notte) e quindi di South Carolina solo in gara-3 e con il punteggio di 5-4. A seguire Louisiana State, tornata alle College World Series dopo un assenza di 3 anni grazie dal mitico coach Paul Mainieri, figlio del leggendario Demie Mainieri (nello staff tecnico del Nettuno nei primissimi anni '80), ed Oregon State, trascinata dalla potente mazza dell'esterno sinistro Michael Conforto (.320 di media battuta, 11 fuoricampo e 45 punti battuti a casa).
Fra le possibili outsider, già detto in precedenza di Louisville, c'è sicuramente Indiana, la "cenerentola " del lotto: è alla sua prima partecipazione alle College World Series dopo una stagione da incorniciare nella Big Ten con la conquista dello storico titolo di conference e culminata nella doppia vittoria in trasferta con la favorita Florida State ai "Super Regionals", protagonista il lanciatore mancino Joey DeNato partente di gara-1. Altra mina vagante potrebbe essere North Carolina State che partecipa alle College World Series dopo un assenza di 45 anni e guidata dal lanciatore mancino Carlos Rodon, grande prospetto per il Draft MLB 2014. Da non sottovalutare neanche UCLA, capace di raggiungere la fase finale ad Omaha in 3 degli ultimi 4 anni e pronta a sorprendere con i suoi lanciatori, primo fra tutti il partente destro Nick Vander Tuig, fresco di draft al sesto giro con il numero 192 assoluto da parte dei San Francisco Giants. Chiudiamo con una citazione per Mississippi State dove il duo di paisà formato dal ricevitore Nick Ammirati e dal rilievo Chad Girodo è stato decisivo nell'ultima vittoria su Virginia, utile per ottenere il lasciapassare per Omaha.
Si partirà nel week end-con 4 sfide tutte emozionanti ed incerte: Mississippi State-Oregon State, Indiana-Louisville, North Carolina-North Carolina State, Ucla-Lsu. Ricordiamo che in Italia sarà possibile seguire le College World Series 2013 sul canale 214 ESPN America del bouquet SKY.

Informazioni su Andrea Palmia 134 Articoli
Andrea Palmia è nato a Bologna il 4 aprile 1968 e vive nel capoluogo emiliano con la moglie Aurora e la figlia Lucia di due anni. Laureato in Pedagogia con una tesi sperimentale sui gruppi ultras, lavora dal 1995 come educatore professionale con utenti disabili mentali e fisici. Appassionato di sport in genere ed in particolare di quelli americani, ha sempre avuto come sogno nel cassetto quello di fare il giornalista sportivo. Dal baseball giocato nel cortile del condominio con una mazza scolorita alle partite allo stadio Gianni Falchi con i fuoricampo di Roberto Bianchi e Pete Rovezzi, il passo è stato breve. Fortitudino nel DNA, nutre una passione irrazionale per i "perdenti" o meglio per le storie sportive "tormentate" fatte di pochi alti e di molti bassi.

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.