Valencia matematicamente al primo posto in Spagna

Grazie alla doppia vittoria nello scontro diretto contro il Barcellona, gli Astros conquistano l'accesso ai playoff. Ai catalani basta ora una vittoria per raggiungere il Valencia nella finale per il titolo. Marlins terzin in classifica

Come era nelle previsioni la sedicesima e diciassettesima giornata della Division de Honor hanno dato una forma quasi definitiva alla classifica. Il Valencia continua la sua marcia inarrestabile nel massimo campionato spagnolo e passa come un rullo compressore sopra il San Inazio (2-1 e 15-5). Il Barcellona, impegnato sul difficile campo dei Tenerife Marlins – attualmente terzi, ma ancora aggrappati ad un filo di speranza per strappare il secondo posto ai catalani – cade nel primo incontro della serie (5-1), ma si rifanno in gara due (2-5). Questo risultato ha permesso agli Astros di allungare in classifica e di giocarsi il "match point" in casa contro il Barcellona nel big match della diciassettesima giornata.
Il Barcellona aveva bisogno di una doppia vittoria sul diamante del Valencia per conquistare il primo posto in solitario nella regular season. Gli Astros, autori di una grandissima stagione, si sono dimostrati ancora una volta imbattibili sul proprio campo ed hanno vinto con autorità entrambe le gare della serie per 7-1 e 15-8, assicurandosi così la testa di serie numero uno nei playoff e il diritto di giocare la eventuale e decisiva gara-5 della finale sul proprio campo.
Entrambe le partite sono state belle e appassionanti con un totale di ben 11 fuoricampo messi a segno dalle due squadre. Nel primo incontro Ochoa, Peraza e Aineto mandano la palla sugli spalti per la gioia dei tifosi del Valencia, mentre in gara due si aggiungono ad una sorta di "Homerun Derby" Malone, Golindano e Angulo per il Barcellona, Infante (con due fuoricampo) e Cuevas per il Valencia, infine Aineto e Peraza si ripetono come in gara-1 con un fuoricampo a testa.
Per quanto riguarda il resto della classifica, è ancora in gioco il quarto posto, ultima posizione utile per accedere alla Coppa del Re del prossimo anno. Tre le squadre ancora in lotta: Viladecans, San Inazio e Sant Boi, con i primi favoriti sugli altri, dovendo recuperare due partite contro un Barcellona che con ogni probabilità arriverà a quelle gare con il secondo posto assicurato e la testa già ai playoff. Infine, in fondo alla classifica de segnalare le prime due vittorie stagionali degli Halcones de Vigo che nella diciassettesima giornata riescono a piegare in casa El Llano per 15-14 e 8-6.
Questo fine settimana è in programma si disputerà l'ultima giornata della Division de Honor, che potrebbe rendere una vera e propria formalità il recupero di settimana prossima tra Barcellona e Viladecans. I blaugrana saranno impegnati sul proprio campo contro il Pamplona ed hanno bisogno di una vittoria per andare ai playoff. I Marlins devono vincere entrambi gli incontri contro il Vigo e sperare in una disfatta del Barcellona nelle ultime 4 partite. Gli Astros ospiteranno il Navarra pensando già ai playoff. Al Viladecans potrebbe bastare vincere una partita nello scontro diretto contro il San Inazio per conquistare il quarto posto, sempre che il Sant Boi non riesca a conquistare entrambi gli incontri contro El Llano. In tal caso, il Viladecans si giocherebbe tutto nel recupero della serie contro il Barcellona.

Avatar
Informazioni su Alex Ciherean 25 Articoli
Alex Ciherean nasce ad Albenga, in provincia di Savona il 28 luglio 1986, da padre romeno e madre italiana. Nel 2005 si trasferisce a Milano per studiare economia all´Università Bocconi, specializzandosi in management, con particolare interesse per la gestione delle società sportive. Dal 2009 vive a Barcellona, città in cui ha fatto un master in International Management presso l´ESADE Business School, ed ha approfondito in particolare i suoi studi legati all´influenza che le organizzazioni economiche e no-profit hanno sulla società. Per completare la sua formazione, nel periodo universitario si è recato oltreoceano per studiare alla Simon Fraser University di Vancouver ed alla University of California at Los Angeles (UCLA) ed ha trascorso tre mesi in Florida lavorando nella città di Miami. Durante questi viaggi, l´interesse per il baseball che lo aveva sempre accompagnato sin da bambino è diventato una vera e propria passione. Decisivo in questo senso, è stata la possibilità di vedere partite di Major League dal vivo. Attualmente lavora per PepsiCo Iberia nella sua sede di Barcellona ed al tempo stesso svolge l´incarico di Community Manager per il Club Béisbol Barcellona, squadra nata nel 2012, dopo la decisione del F.C. Barcellona di chiudere una delle sezioni di baseball più antiche d´Europa.

Commenta per primo

Lascia un commento