Godo prova ancora a sorprendere

I ravennati sfidano San Marino per misurare le proprie ambizioni. Il clou a Parma con l'arrivo del Nettuno; Grosseto affronta i tanti ex nel Bologna, mentre Rimini fa visita al Novara del "suo" Mike Romano

Quinto turno della IBL 2012, un weekend che il meteo dovrebbe finalmente lasciare libero di inconvenienti, anche se già da domenica la pioggia tornerà a battere sulla nostra penisola. Da domenica, però, quindi stasera e domani largo al vecchio gioco con campo principale a Parma, dove il Cariparma, reduce dalla tripletta contro il Grosseto, ma anche dal pesante "ko" nel recupero con San Marino per 17-4 in sette riprese, se la vedrà con il Danesi Nettuno, che invece la settimana scorsa si è rialzato vincendo proprio due gare su tre contro i campioni d'Italia. La squadra di Gerali è in piena emergenza con l'assenza dell'interbase Machado (già fuori per due gare con il Grosseto) e del lanciatore Grifantini (si sperava di averlo per questo trittico, chissà che non recuperi a sorpresa), mentre è in dubbio Ugolotti. Al di là di tutto e di chi giocherà, Parma contro Grosseto ha mostrato di essere una squadra dal futuro radioso. Forse non si qualificherà per la post-season, ma fra un paio di stagioni i ducali saranno la squadra da battere. Nelle due sfide del sabato, contro il nove maremmano, Gerali ha schierato – stranieri compresi – una squadra di 24 anni d'età media, numeri da fare invidia pure al d'orato mondo del calcio. Poma, Leoni, Giannetti, Ugolotti, Giovanelli, gli stessi Bertagnon, De Simoni e Sambucci, senza contare Zileri. La base del Parma è quella giusta, a dimostrazione che negli anni si è lavorato molto bene a livello giovanile. Per quanto concerne le gare col Nettuno, confermati i partenti: Salazar, Burlea e Giovanelli. Stessa filosofia per il Nettuno di Bagialemani che ha costruito i suoi successi sul vivaio, così come la squadra che l'anno scorso ha duellato per il titolo col San Marino. Per la trasferta al Cavalli, il manager laziale dovrà fare a meno di Caradonna, ma anche Riccardo De Santis, a cui verrà concessa una settimana di riposo (0 vinte, 2 perse, 4.51 di Pgl). Dunque in gara3 spazio a Richetti o Masin (il Nettuno dovrà giocare anche il 1 maggio a Novara), con Figueroa e Ricardo Hernandez nelle altre gare. Per il resto solito dubbio Crescenzi-Sparagna dietro al piatto e le rotazioni in diamante.

A proposito di T&A San Marino, i Titani, primi in classifica e devastanti nel box di battuta (346 di media, nessun'altra squadra è sopra i 300; 31 doppi, 10 fuoricampo e 101 punti segnati, 40 in più degli avversari) ospiteranno il De Angelis Godo Knights, rivelazione di questo avvio di stagione. I ravennati sono la squadra con il secondo miglior attacco (275 di media), mentre navigano nella media negli altri fondamentali (5.58 di Pgl, 971 in difesa). Godo, con due gare da recuperare (contro Bologna), al momento è quarto in classifica e sicuramente potrà misurare le sue ambizioni con San Marino: una vittoria, potrebbe inserire di
diritto i romagnoli fra le pretendenti ai playoff. Il manager Fuzzi confermerà sul monte Pinango, De Los Santos e Galeotti, mentre Angelucci sarà il dh. Sull'altra
sponda, Bindi potrà contare sulla forza del proprio lineup le cui cifre parlano da sole: Bittar 491, Avagnina 400, Albanese 385, Duran 346 e Mazzucca 308. "Solo"
283 per Jairo Ramos che in questo 2012 ha tagliato il prestigioso traguardo delle 900 valide nella nostre massima serie. A 333 c'è Yepez la cui presenza è però a rischio per un guaio muscolare accusato nel recupero col Parma. In caso di forfait Mazzucca in terza e l'italoargentino Pablo Leone in prima (oppure Chapelli con Reginato all'esterno). Partenti i soliti Rodriguez, Cooper e Da Silva.

Allo Jannella andrà in scena il "derby" fra Montepaschi Grosseto Baseball e Unipol Bologna. Derby? Semplice, fra le fila degli emiliani giocano ben
quattro ex del Grosseto: Ermini, Vaglio, Panerati e De Donno. Il Bologna è reduce dalle prime sconfitte in stagione rimediate con Rimini, ma punta alla tripletta, in virtù del rendimento dei maremmani. Bologna quasi al completo per Nanni (mancano gli infortunati storici Milano e Fornasari, entrambi sulla via del recupero) che schiererà sul monte Matos, Panerati e Betto, i partenti del miglior monte del campionato, con 1.97 di Pgl. Il Grosseto fa molto peggio (6.30), così come in difesa (16 errori contro 6), ma può contare su un attacco che al momento batte di più (264 contro 255). Il manager Hartley, dopo la sonora bocciatura di Parma (Grosseto era partito con l'idea di provare a vincere due gare), confida in una ripresa, ma la squadra sembra non poter ambire a qualcosa in più del sesto posto, soprattutto perché il rendimento di Pecci resta imbarazzante (sta migliorando in attacco, ma in difesa sta confermando di non essere un interbase, ma un seconda) e sul monte di lancio l'infortunio a Bourdaniotis rischia di penalizzare moltissimo Sikaras, pure lui apparso non al meglio. Smith e Oberto saranno i partenti di gara1 e 3, mentre proprio Sikaras potrebbe partire nella seconda sfida se il suo contributo non dovesse servire stasera. Altrimenti spazio a Bokaj (discreto all'esordio, ma non ha una palla così veloce da poter impensierire i bolognesi).

Infine Baseball Novara contro Rimini. Sarà il match del grande ex Mike Romano, manager dei piemontesi dopo una vita spesa in Romagna. Il Novara è ancora fermo a zero vittorie, nonostante in alcune gare abbia sfiorato il successo. In settimana la squadra di Romano ha annunciato l'ingaggio di José Ramos, ricevitore/esterno statunitense, ma di passaporto olandese, quindi utilizzabile come comunitario. Dall'altra parte Catanoso ha tutti a disposizione e dovrà solamente sciogliere il dubbio fra chi utilizzare di più all'esterno sinistro fra Suardi e Santolupo.

Avatar
Informazioni su Federico Masini 266 Articoli
Nato il 28 marzo del 1979 a Grosseto, Federico risiede a Legnano dove lavora per la redazione milanese del quotidiano sportivo Tuttosport. Giornalista professionista, collabora con la testata torinese dal marzo del 2006 e dal 2009 è corrispondente, seguendo principalmente gli eventi delle squadra di calcio della città meneghina, Inter e Milan. In passato ha lavorato pure con Il Giorno (dove ha seguito le vicende delle formazioni lombarde di baseball e softball) e Libero, mentre tuttora collabora ogni tanto con Il Tirreno dove può sfogare la sua passione per il baseball seguendo le partite in casa e, soprattutto, in trasferta del Bbc (ha raccontato le partite anche per una radio locale). Collabora con Baseball.it dalla sua nascita, seguendo le vicende del Grosseto e curando, a volte, l'aspetto statistico dell'Italian Baseball League.

Commenta per primo

Lascia un commento