I Cavalieri del Godo s'inchinano all'Unipol Bologna

Al Falchi, la Fortitudo si aggiudica 4-1 il recupero di gara-1 della terza giornata della IBL 2012. Staffetta di lanciatori per Nanni con Matos partente, D'Angelo vincente e Pugliese saver. In attacco brilla Infante (2 su 4, un doppio e 2 RBI)

L'Unipol Assicurazioni Fortitudo Bologna ha battuto 4-1 la De Angelis Godo nel recupero di gara1 della terza giornata di andata del campionato IBL 2012 (per martedì 1 e 8 maggio sono in programma gli altri due recuperi). I due manager hanno adottato due differenti strategie per quanto riguarda il monte di lancio: Nanni ha optato per una "staffetta" di pitcher, che ha visto impegnati Matos (3 riprese "perfette" con 5 strikeouts), Barbaresi, D'Angelo, Cillo e Pugliese, per non "sfiancare" i propri lanciatori, in vista della trasferta di Grosseto, mentre dall'altra parte si è puntato decisamente su Mejas, di solito utilizzato come rilievo, che ha lanciato per i Knights le prime sei riprese, lasciando le ultime due a Geri e Coppi, a risultato sostanzialmente acquisito. La vittoria personale è stata assegnata a Matteo D'Angelo (2 riprese per lui come Barbaresi), che ha collezionato ben 5 eliminazioni al piatto su 6 totali, con salvezza di Pugliese (per lui una ripresa, come Cillo).
La gara si è in sostanza decisa al terzo inning, nel quale i biancoblu hanno concentrato le tre uniche valide battute nelle prime sette riprese di gioco. Un doppio di Infante ha portato a casa due punti, arrotondati dal singolo di Liverziani. Su Barbaresi l'unico punto dei Knights, battuto da Tanesini e ottenuto al quinto inning, mentre all'ottavo i felsinei hanno colpito le ultime due valide, un doppio di D'Amico e un singolo di Infante, ottenendo anche il 4-1 finale. Una partita comunque abbastanza povera di emozioni, che la Fortitudo ha dato l'impressione di poter controllare dall'inizio alla fine senza grossi patemi, nonostante il computo delle valide si sia chiuso in perfetta parità, ma più "pesanti" quelle messe a segno dai biancoblu. Va sottolineato che gli ospiti hanno anche regalato qualcosa alla quinta ripresa, quando a basi piene e un eliminato sono riusciti a segnare un punto con una valida e contemporaneamente farsi eliminare due corridori. Partita forse anche condizionata da una temperatura esterna piuttosto rigida. Mattatore dell'incontro Juan Carlos Infante, 2 valide (un doppio) e 2 RBI.

LA CRONACA – Prime due riprese di studio, con i due lanciatori, Matos per Bologna e Mejas per Godo, che controllano i rispettivi attacchi. Al terzo inning la prima valida dell'incontro è battuta da Malengo, segue un buon turno di Sabbatani, che guadagna quattro ball. D'Amico tenta il bunt, ma è il primo out al volo. Tocca a Infante, che spara un lungo doppio a sinistra che vale il 2-0. Dopo l'eliminazione di Ermini, una valida di Liverziani fissa il punteggio sul 3-0.
Inizia la staffetta sul monte di lancio biancoblu, dal quarto inning tocca a Barbaresi, che subisce il primo singolo degli ospiti ad opera del veterano Gerali e soprattutto una segnatura al quinto. Il rilievo bolognese riempie i cuscini concedendo due passaggi gratuiti a Angelucci e Bucchi, inframezzati dalla valida di Naldoni e dall'eliminazione di Rubboli. Tocca a Tanesini che trova un bel singolo a sinistra, segna Angelucci, corre verso casa base anche Naldoni, che è eliminato nettamente dall'ottima difesa dei padroni di casa (Ermini-D'Amico-Sabbatani), che nell'azione eliminano anche Bucchi, colto in ballerina (Sabbatani-Vaglio-Infante). 3-1.
Al sesto inning è il turno di D'Angelo a salire in pedana per altre due riprese, la prima delle quali si conclude con tre eliminazioni su altrettanti battitori affrontati, mentre è un po' più dura chiudere la settima ripresa, nella quale i Goti mettono due uomini in base. All'ottavo continua la staffetta con Cillo, che concede solo una base. Al cambio di campo, con Coppi sul mound della De Angelis (Geri aveva lanciato la settima ripresa), l'Unipol torna a farsi viva in attacco dopo una lunga pausa, un doppio di D'Amico scuote la platea. Segue una battuta di Infante che trova una valida interna con la complicità di Bucchi. Uomini agli angoli, batte Ermini, segna D'Amico ma gli arbitri chiamano anche un doppio gioco un po' contestato. 4-1. Con l'eliminazione di Liverziani si chiude l'ultimo attacco biancoblu. L'ultima fatica sul monte di lancio è per Pugliese, che ottiene la sua salvezza concedendo una sola valida. D'Angelo lanciatore vincente.

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.