Va alla Farma il primo derby ducale

La Crocetta ha superato due volte il Sala Baganza. Agevole la vittoria in garauno per manifesta inferiorità (12-2), in garadue splendido duello sul mound di lancio tra Santos e Calero (4-3 il finale)

Finisce con un trionfo per la Farma Crocetta (12-2 e 4-3) il derby parmigiano di serie A federale tra i bianco azzurri e il Sala Baganza. Nel primo incontro la squadra di Danilo Gradali si è imposta abbastanza agevolmente in sette riprese per 12-2. Gradali jr ha concesso solo le briciole agli avversari (3bv, 1bb, 4so) e Baez ha chiuso con un kappa dopo aver subito un punto e con la difesa che lo ha aiutato chiudendo un doppio gioco. Dopo i due punti al primo attacco, volata di Da Silva e rbi single di Bettati (2/3), la Farma ha preso il largo al terzo segnando sei punti con due eliminati: cinque le valide tra cui il doppio di Da Silva ed il triplo di Guareschi a basi piene. Sul 9-1, sono arrivati altri tre punti al sesto e qui a timbrare il triplo, con punto battuto a casa, è stato Da Silva (3/3 per lui).
Nella gara serale è successo un po' di tutto. Santos e Calero hanno dominato il match per quattro inning poi si sono sbloccati i biancoazzurri. Colpito Tonelli, in terza grazie a due palle mancate e a punto sul singolo di Fanfoni. Al settimo il Sala ha ribaltato il punteggio grazie al fuoricampo da due punti di Federico Comelli. Santos ha poi ottenuto due eliminazioni in diamante ma lì è finita la sua partita, rilevato da un ottimo Silvestri. Non solo il vento ha creato fastidio ma pure la … luce. Con Tonelli in prima, un out e Fanfoni nel box un lampione ha cessato di far luce e la partita è stata sospesa per diversi minuti. Alla ripresa, seppur con una potenza diminuita, Calero è sparito nella penombra ed al suo posto sul mound si è materializzato Simone Leoni che ha completato la base ball a Fanfoni. Un errore difensivo sulla battuta di Ferrarini ha permesso a Tonelli di segnare il pareggio con lo stesso Ferrarini in seconda, poi sostituito da Andrea Campanini. Il fratello Mattia ha guadagnato l'intenzionale e con le basi piene è stata l'esperienza dello "Zac" al secolo Daniele Saccò a piazzare la valida che ha portato a casa i due punti del 4-2. Il Sala ha poi aperto il nono con un doppio di Bulgarelli il quale ha successivamente segnato su lancio pazzo. Solo un incidente di percorso perché il mancino ha chiuso con due eliminazioni, l'ultima lasciando al piatto Corsini. E mercoledì il recupero a Bologna tra Farma e Athletics.

Avatar
Informazioni su Matteo Desimoni 337 Articoli
Nato a Parma l'8 febbraio 1978, laureato all'Università di Parma in Scienze della comunicazione, con tesi di laurea "La comunicazione in una società sportiva: il caso dell'A.S.D. Baseball Parma", collaboratore della "Gazzetta di Parma", iscritto all'ordine dei giornalisti, elenco pubblicisti, dal settembre 2009. Ha collaborato nel 2005 anche con "L'informazione di Parma". Dal luglio 2009 a fine agosto 2011 ha ricoperto l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa della società A.S.D. Baseball Parma. E' l'ideatore e direttore responsabile del periodico gratuito "Baseballtime" distribuito sui campi da baseball della provincia di Parma. Ha iniziato la carriera da giocatore a 8 anni, nel 1986 nelle giovanili dell'Aran Group, poi ha militato in diverse squadre della provincia di Parma e debuttato in serie B con il Sala Baganza e in serie A2 con la Farma Crocetta nel 1998. Dal 2002 al 2008 ha allenato le giovanili di Crocetta e Junior Parma.

Commenta per primo

Lascia un commento