Anche il baseball per ciechi s'inchina al maltempo

Pioggia mattatrice. I Tigers Cagliari sfruttano l'unico raggio di sole concesso dal miniciclone: 8-2 e 12-0 ai Patrini di Malnate. Stop al derby meneghino tra Tuoni e Lampi sul neutro di Brescia. Rinviate anche le gare di Firenze

Erano oggettivamente ridotte al lumicino le speranze di poter assistere nel weekend a baseball di buona qualità. Infatti l'arrivo sulla penisola di una serie di perturbazioni, ampiamente annunciate dai metereologi, ha puntualmente afflitto anche il calendario delle gare del campionato di baseball giocato da ciechi.
Cattive notizie che iniziavano ad arrivare già nella tarda serata di venerdì, quando Stefano Sbardolini del Cus Brescia era infatti costretto ad attestare l'impraticabilità del diamante di Via Branze al termine di un sopralluogo. E qualche ora più tardi comunicava il rinvio ufficiale del derby di Milano tra Thunder's Five e Lampi, piatto forte di un fine settimana atteso a Brescia con grande entusiasmo e trepidazione. In "soccorso" delle due formazioni meneghine si muoveva il Senago Milano United che si è offerto di ospitare il recupero del derby tra Tuoni e Lampi sul diamante del Carlo Tosi il prossimo 25 aprile. Si rinnova quindi il sodalizio tra Milano Senago United e il baseball per ciechi, sancito quattro anni orsono dalla prima uscita delle due franchigie milanesi sul campo di Senago e nel maggio 2010 con un secondo derby giocato sotto una pioggia battente.
Sabato pomeriggio, giungeva poi la comunicazione da Firenze dello stop alle gare previste al Cerreti con il doppio confronto tra Fiorentina BXC e Bologna White Sox seguito dalla doppia sfida tra Roma All Blinds e Aquilone Red Sox, partite che avrebbero probabilmente dovuto determinare i rapporti di forza all'interno del girone Est. L'AIBXC sta prendendo in queste ore accordi con le quattro formazioni nel tentativo di fissare la data del recupero (probabile ballottaggio tra 25 e 29 aprile).
L'unico diamante agibile rimaneva quello di Cagliari, illuminato da un fugace raggio di sole nella mattinata di sabato, ma comunque assediato da nuvole cariche e per nulla rassicuranti. Forse consapevoli dei tempi ristretti concessi da Giove Pluvio, i Tigers Cagliari hanno immediatamente aggredito i Patrini di Malnate, giunti nel capoluogo sardo dopo una levataccia e viaggio aereo alquanto avventuroso, battendoli in gara-1 per 8-2 e 12-0 in 5 riprese nel secondo match, risultati questi che hanno permesso agli isolani di sbrigare la doppia pratica in meno di due ore e mettere a referto il tutto prima dell'arrivo di altra pioggia.
Attacco Tigers devastante, 39 valide complessive, suggellate dai 3 fuoricampo per i fratelli Lai (Andrea e Giorgio) e Pes. Tra le fila dei Patrini, che hanno chiaramente pagato lo scotto della matricola alla prima trasferta impegnativa del campionato d'esordio, in evidenza Gaetano Marchetto, con 3 valide, seguito dalle 2 valide di Stigliano. Il doppio successo permette a Cagliari di issarsi temporaneamente al secondo posto nel Girone Ovest, guidato dai Thunder's Five Milano.

Matteo Briglia
Informazioni su Matteo Briglia 180 Articoli
Matteo Briglia è nato a Milano nel 1968 e lavora come Analista Programmatore Senior presso la Engineering SPA - Ingegneria informatica. Diplomatosi nel 1992 come traduttore simultaneo, due anni più tardi consegue la Laurea in lingue presso lo IULM di Milano (inglese, francese). Da sempre appassionato di sport, in particolare quelli americani, segue sin dall'adolescenza il football e il basket di cui ha iniziato a scrivere nel 1993 pubblicando brevi articoli su riviste online riguardanti la postseason NFL e i playoffs NBA. Ha poi cominciato ad interessarsi anche alla Major League Baseball intorno al 1994, nella stagione dominata dai Toronto Blue Jays, formazione di cui si è immediatamente innamorato una volta comprese a fondo le regole del gioco e migliorato l'inglese tecnico (per poter seguire via radio le cronache direttamente dai diamanti a stelle e strisce). Dal 1998 circa scrive appassionati resoconti sulla Major League, con approfondimenti su New York Yankees e Atlanta Braves, squadra del cuore ormai da un ventennio. Matteo segue in diretta in particolare la postseason della MLB, con testi cariche di emotività, colore e pathos emozionale che hanno sempre caratterizzato le sue cronache di non vedente rendendole più vicine alle narrazioni Blog. Da tre anni circa, ha scoperto il baseball per non vedenti, entrando in contatto con l'AIBXC (Associazione Italiana Baseball giocato da ciechi). L'esperienza lo ha talmente elettrizzato tanto che dopo una prova iniziale ha deciso di proseguire a giocare con i Lampi Milano. Dal maggio 2011 collabora con Baseball.it seguendo da vicino tutto quello che succede nel movimento del baseball per ciechi.

Commenta per primo

Lascia un commento