L'entusiasmo dei Patrini infiamma Malnate

Nel suo "giorno più lungo", quello del debutto ufficiale nel campionato AIBXC, la squadra varesina strappa uno storico pareggio ai Lampi Milano, seguito da una sconfitta di stretta misura al Gurian Field. Per la Fiorentina ancora bis

E poi non lamentatevi del fatto che non vi avessi avvisato per tempo. Non accusatemi perciò di scarsa informazione preterintenzionale. Parliamoci chiaro. Che a Malnate ci fosse un'atmosfera positiva lo si sapeva da diverso tempo, come pure un clima effervescente, dove l'impresa era dietro l'angolo. Bastava solo aspettare il momento buono, dopo il playball ufficiale decretato dal sindaco di Malnate, Samuele Astuti, sabato scorso al Gurian Field.
Davvero bella la prestazione dei Patrini: primo punto in classifica conquistato all'esordio a spese dei Lampi Milano, una tra le formazioni più esperte e talentuose del campionato di baseball giocato da ciechi. Dopo un'effervescente e colorata cerimonia inaugurale (con Adele Patrini, Presidente Onorario della matricola lombarda, assieme alle autorità comunali e provinciali) suggellata dall'esibizione delle cheerleaders di Monica Cella della Scuola Arte & Movimento, la parola è finalmente passata a mazze e guantoni.
Patrini contro Lampi è stato un "testa a testa" entusiasmante ed estenuante per quasi quattro ore di gioco effettivo. In gara-1, i Patrini, capitanati in diamante da Gaetano Marchetto, hanno rintuzzato nel corso delle riprese centrali il gap iniziale di 2 punti, sfiorando la "grande impresa" con il punto del vantaggio segnato da Ottavio Stigliano sull'ennesima valida dell'esordiente Marco Case (ottimo 5 su 8 al piatto). In un ambiente caldissimo, con tifo di matrice calcistica, c'è voluta tutta l'esperienza e il sangue freddo dei Lampi Milano per raddrizzare una gara inaspettatamente ingarbugliata per i meneghini. Ottimo turno al piatto per capitan Maurizio Scarso nella parte bassa del settimo (10 valide in due gare, una garanzia per i ragazzi allenati da Giurleo) che agguantava il punto del definitivo pareggio, 3-3-, spinto a casa da un sorprendente Davide Moreschi, giovane in costante crescita, serio pretendente al premio di "Rookie of the year" a fine stagione.
Secondo atto della sfida sulla falsa riga del primo match: totale equilibrio. I Lampi, punti nell'orgoglio dall'entusiasmo degli esordienti varesini, si portavano immediatamente sul 3-0 al termine delle prime due riprese offensive, ma dovevano incassare la veemente reazione dei padroni di casa che realizzavano 3 punti sospinti dal buon pubblico che ancora gremiva gli spalti del Gurian verso le 5 del pomeriggio. Nuovo allungo milanese nella parte alta del quinto inning, con i Lampi costretti comunque a sudare le proverbiali sette camicie sino al termine per avere ragione dei sorprendenti Patrini, capaci di sfoggiare una difesa davvero efficace e ottime individualità in battuta. Ottimo debutto tra le file dei Lampi anche per il giovane senegalese Bara 'Mbake Dieng, prospetto di grande potenziale atletico, già protagonista di grandi valide in campo esterno, chiamato nelle prossime gare a registrare le fasi di corsa sulle basi.
Amaro il commento finale del manager Roberto Rizza, ad un passo dalla storica doppia impresa all'esordio. "Vi potrà sembrare assurdo ascoltare le mie recriminazioni al termine di un'impresa come quella compiuta oggi dai miei ragazzi" ha detto l'allenatore dei Patrini a Baseball.it, trasfigurato dall'emozione un'ora dopo la conclusione di gara-2. "Sono convinto tuttavia che con qualche errore in meno, un pizzico di esperienza in più, si sarebbe potuto puntare al bersaglio grosso. Abbiamo comunque fatto il primo passo, quello più importante. Da oggi il futuro del baseball AIBXC dovrà passare per Malnate, volente o nolente. I Patrini hanno acquisito attraverso le fatiche di una maratona durissima quella consapevolezza di poter competere con le formazioni più blasonate del campionato". Che orgoglio, ragazzi…
Decisamente meno equilibrati e intensi i match andati in scena domenica nel Girone Est, sull'asse Bologna-Firenze. I vicecampioni d'Italia del Bologna White Sox hanno letteralmente affondato i ragazzi dell'Aquilone Red Sox, sconfitti per 11-1 e 24-2.
Gare ai limiti del ko tecnico per i toscani, scesi sul "Leone" di Casteldebole con un line-up decisamente rimaneggiato (hanno pesato fortemente le assenze di Luigi "El Cino" Bottarelli, Marianna Zemiti, Niccolò Zeppi e Alessandro De Terlizi). A nozze i White Sox che al termine delle due gare collezionano ben 14 homerun, guidati dal marocchino Driss Sahli (7 hr) seguito dalla coppia Giovanni Lomonaco e Giancarlo Berganti (3 hr). Tra le file dell'Aquilone Empoli, si segnalano le discrete prestazioni del neoacquisto peruviano Rolly Vasquez Zapata e di Pasquale Di Flaviano, autore dell'unico acuto ospite (1 homerun) al termine di una giornata letteralmente da incubo che il manager Adriano Costa ed i ragazzi sperano di dimenticare quanto prima.
Al Cerreti di Firenze, ottima conferma per la Fiorentina BXC che concede un bis scintillante ai propri sostenitori, replicando il successo "corsaro" ottenuto in avvio di stagione a spese della Roma All Blinds. I gigliati liquidano piuttosto agevolmente la CVINTA Ravenna con un doppio 7-2 che non riserva eccessivi patemi d'animo ai parecchi supporter giunti al Cerreti nonostante la giornata uggiosa. La Fiorentina, allenata da Valerio Ranieri, si sta dimostrando oggi la formazione più in palla e pericolosa tra le squadre scese in diamante in questo prima fase. Un roster quello toscano che non presenta sbavature: difesa fortissima, guidata anche ieri da un superlativo Giuseppe "Radar" Comuniello, splendidamente supportato da Oliveri e Abate. Attacco affidabile e sicuro, un cocktail micidiale di giovani e veterani ben amalgamati da Ranieri e che potrebbe sortire effetti sorprendenti a medio termine. Comuniello,Oliveri e Abate si sono distinti particolarmente anche in attacco, guidando la Fiorentina ai due successi che consentono ai di condurre a punteggio pieno il Girone Est. Da segnalare l'impressionante 8 su 12 in battuta per Danny Oliveri, seguito dall'8 su 13 di Abate, cui fa eco il 7 su 15 di Comuniello. Da par suo, Ravenna ha potuto opporre unicamente la potenza di un ottimo Marco Ferrigno, 5 su 10 (3 fuoricampo) Da sottolineare l'esordio tra le fila della CVINTA di Andrea Lazzarini ed Alexander Zmeev all'interno di quell'operazione di ringiovanimento del roster condotta dal manager Giovanni Natalini che punta all'acquisizione di esperienza e nuovi talenti.

Informazioni su Matteo Briglia 180 Articoli
Matteo Briglia è nato a Milano nel 1968 e lavora come Analista Programmatore Senior presso la Engineering SPA - Ingegneria informatica. Diplomatosi nel 1992 come traduttore simultaneo, due anni più tardi consegue la Laurea in lingue presso lo IULM di Milano (inglese, francese). Da sempre appassionato di sport, in particolare quelli americani, segue sin dall'adolescenza il football e il basket di cui ha iniziato a scrivere nel 1993 pubblicando brevi articoli su riviste online riguardanti la postseason NFL e i playoffs NBA. Ha poi cominciato ad interessarsi anche alla Major League Baseball intorno al 1994, nella stagione dominata dai Toronto Blue Jays, formazione di cui si è immediatamente innamorato una volta comprese a fondo le regole del gioco e migliorato l'inglese tecnico (per poter seguire via radio le cronache direttamente dai diamanti a stelle e strisce). Dal 1998 circa scrive appassionati resoconti sulla Major League, con approfondimenti su New York Yankees e Atlanta Braves, squadra del cuore ormai da un ventennio. Matteo segue in diretta in particolare la postseason della MLB, con testi cariche di emotività, colore e pathos emozionale che hanno sempre caratterizzato le sue cronache di non vedente rendendole più vicine alle narrazioni Blog. Da tre anni circa, ha scoperto il baseball per non vedenti, entrando in contatto con l'AIBXC (Associazione Italiana Baseball giocato da ciechi). L'esperienza lo ha talmente elettrizzato tanto che dopo una prova iniziale ha deciso di proseguire a giocare con i Lampi Milano. Dal maggio 2011 collabora con Baseball.it seguendo da vicino tutto quello che succede nel movimento del baseball per ciechi.

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.