Gibson e Maddon, i cinquantenni d'oro

Al manager degli Arizona Diamondbacks e dei Tampa Bay Rays il prestigioso riconoscimento di Allenatore dell'Anno. Maddon (seconda volta in carriera) ha guidato i suoi Rays ad una rimonta prodigiosa sui Boston Red Sox

Kirk Gibson degli Arizona Diamondbacks e Joe Maddon dei Tampa Bay Rays sono stati eletti Allenatori dell'Anno rispettivamente per la National e l'American League. 54 anni il primo, appena tre anni più grande il secondo, per motivi diversi hanno meritato la prestigiosa onorificenza, arrivata nella stagione in cui la Major perde un altro grande, "vecchio" manager. Dopo i ritiri di Joe Torre e Bobby Cox, quest'Anno è stato Tony LaRussa, fresco vincitore delle World Series, ad annunciare il ritiro. Largo ai giovani, quindi, con Joe Maddon premiato per la seconda volta dopo il 2008, anno in cui portò i Rays a vincere la East Division della AL e guidò poi Tampa fino alle sfortunate World Series, perse 4-1 contro i Phillies. Dal 2006 ad oggi, Maddon ha sulle spalle come manager 1004 gare, 510 vinte e 494 perse, sempre con la casacca di Tampa a cui è legato fino al termine della prossima stagione. A dare la svolta alla conquista del premio 2011 ha sicuramente contribuito l'incredibile recupero sui Boston Red Sox (la più grande rimonta ottenuta nel mese di settembre nella storia della Major che si è concluso con l'accesso alla post-season) che ha significato per Tampa la conquista della wild-card ed il conseguente accesso alle Division Series della AL.
A differenza di Maddon, che non è mai stato un giocatore da Major, Kirk Gibson ha avuto un passato glorioso nel massimo campionato a stelle e strisce nel quale spiccano due World Series (1984 con i Tigers e 1988 con i Dodgers) ed un titolo MVP nelle Championship Series della AL (1984). La carriera manageriale iniziata nelle file dei Tigers come hitting coach (2005) è proseguita dal 2007 come bench coach dei D-backs. Ciò fino al primo luglio dello scorso anno, giorno in cui venne chiamato a sostituire l'esonerato AJ Hinch. Puntando tutto sui fondamentali di questo sport, Gibson è riuscito a trasformare un roster che ha chiuso il 2010 con 65 vittorie e 97 sconfitte, ultimo nel girone di appartenenza, a vincere la West Division della NL con 94 vittorie e 68 sconfitte. L'avventura di Arizona ai playoff si è conclusa alle Division Series ma solo al decimo inning di una tiratissima gara-5. Niente male per una franchigia che a dispetto dei pronostici iniziali, ha saputo imporsi fino ad essere la più bella sorpresa della stagione appena conclusa. Gibson è il quarto MVP a fregiarsi del titolo di "Manager of the Year" (prima di lui c'erano riusciti Joe Torre, Frank Robinson e Don Baylor) ed il secondo manager di Arizona dopo Bob Melvin (2007).
LA STORIA – Ad assegnare il premio (istituito nel 1983), tramite votazione, sono sempre i membri della Baseball Writers Association of America. Tony LaRussa (all'epoca ai White Sox) e Tommy LaSorda (Dodgers) furono i primi due manager a vincere il titolo rispettivamente per l'American e la National League. Il maggior numero di vittorie conseguite da un manager premiato spetta a Lou Piniella (116 vittorie con i Mariners nel 2001), seguito da Joe Torre (114 con gli Yankees nel 1998). Nel 1991 tocca a Bobby Cox essere il primo manager a ricevere il premio in entrambe le leghe (1985 con i Blue Jays nella AL e 1991 con i Braves nella NL). Dopo di lui Tony La Russa, che detiene anche il record di premi vinti (4), Lou Piniella e Jim Leyland. Cox è stato anche il primo manager a vincere l'award per due anni consecutivi (2004 e 2005). Solo in quattro occasioni il premio è stato assegnato a manager che con la propria squadra non si sono piazzati nei primi due posti di un girone. Si tratta di Buck Rogers (terzo con gli Expos nel 1987), Tony Pena (terzo con i Royals nel 2003), Buck Showalter (terzo con i Rangers nel 2004) e Joe Girardi (addirittura quarto con i Marlins nel 2006), unico a essere nominato "Manager of the Year" con un record negativo (78 vittorie e 84 sconfitte).

Informazioni su Andrea Tolla 522 Articoli
Nato a Roma nel 1971, Andrea è padre di 3 figli, Valerio, Christian e Giulia. Collabora con il quotidiano Il Romanista dove si occupa, tra le altre cose di baseball e football americano. Appassionato di sport in genere collabora anche con il mensile Tutto Bici e con il quotidiano statunitense in lingua italiana America Oggi. Ex-addetto stampa della Roma Baseball, cura una rubrica di baseball all'interno di una trasmissione sportiva di un'emiitente radiofonica romana.

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.