Il Nettuno ad un passo da Olmo Rosario

La società tirrenica sta per definire l'acquisto del forte battitore che ha giocato con i Warriors siciliani nel 2010 realizzando numeri importanti: 49 valide, 6 fuoricampo, 28 RBI, 318 di average, 519 di slugging

E dopo il ritorno di Juan Camilo e l'ingaggio di Kelli "fosforo" Ramos, la Danesi Nettuno decide di continuare sulla strada… dell'usato sicuro per quanto riguarda il cast dei giocatori stranieri. Il club tirrenico non insegue avventure. Più saggio assicurarsi uomini d'esperienza che già conoscano il campionato italiano. Ed ecco che – per un ruolo di position player all'interno del diamante – spunta il nome di Olmo Rosario. Indiscrezioni di mercato danno per molto vicino al Nettuno il dominicano che ha giocato nel 2010 con la divisa dei Catania Warriors Paternò. La società siciliana, come noto, s'è trovata costretta (per motivi legati principalmente all'impianto di gioco, ma anche per motivi economici) a rinunciare per quest'anno alla IBL1. Parteciperà al campionato di serie A federale, con la speranza di risolvere nel frattempo i problemi e poter riapparire sulla scena della Italian Baseball League "First Division" nel 2012 quando presumibilmente il campionato sarà allargato a 10 Club.
Olmo Rosario – battitore di notevole efficacia – ha l'opportunità grazie al Nettuno di restare interprete importante nella "vetrina" del baseball italiano: la IBL1. Fa bene manager Bagialemani ad affidarsi ad un giocatore così. Affidabile e concreto. La trattativa che la Società laziale sta portando avanti, sembra essere in via di definizione. Olmo Rosario Perez (questo il nome completo) è dominicano di San Cristobal, dov'è nato il 21 agosto 1980. Ha trent'anni. E alle spalle esperienze in Singolo A, in Indipendent (nella Frontier League, nella United League, nella Canadian American Association), in Doppio A nel 2008 con la squadra di Connecticut Defenders (affiliata ai San Francisco Giants, gli ultimi vincitori delle World Series). I numeri di Rosario nelle sue 6 stagioni nelle Minors raccontano di 495 battute valide (con 149 extrabase: 85 doppi, 22 tripli, 42 homerun), 223 RBI, una media-battuta complessiva di 315 e una percentuale slugging di 478.
Olmo Rosario è principalmente un battitore di potenza. Lo ha dimostrato l'anno scorso nell'Italian Baseball League con la casacca della Franchigia Siciliana. Nelle 42 partite della regular season ha totalizzato 154 turni alla battuta, 49 valide (con 6 fuoricampo), 28 RBI, 29 punti segnati, 318 di average, 519 di slugging. E 80 totale-basi.
Numeri considerevoli che hanno posizionato Olmo al secondo posto nella graduatoria degli sluggers (alle spalle di Carlos Duran, il "sammarinese" vincitore della Tripla Corona), al primo posto tra i fuori campisti (a pari merito con Duran e con Villalobos), al secondo posto nel totale basi (dietro al… solito Duran) e al sesto posto fra i principali produttori di "punti battuti a casa" (in quella classifica, capeggiata ovviamente da Carlos Duran, si è piazzato in seconda posizione al termine della regular season Juan Camilo il "figliol prodigo" che dopo una stagione vincente a Parma ritorna ora a Nettuno).
E dunque, la Danesi intende proporre – nel cuore del suo ordine di battuta – un trio composto da Camilo, Peppe Mazzanti e Olmo Rosario. Mica male… Dal punto di vista difensivo, questo trentenne dominicano non sembra il massimo della sicurezza. Tuttavia, ha una dote importante: la duttilità. E' un utility. Si destreggia in diverse posizioni del diamante. In Sicilia è sempre stato utilizzato come interbase: 72 po, 140 assistenze, 15 errori, per una percentuale difensiva di 934. In Minor League ha ricoperto anche i ruoli di seconda base (bene) e di terza base. In "prima" non ha mai giocato, però con la sua esperienza non dovrebbe essere un problema. Infatti è in prima base che manager Bagialemani potrebbe schierare Rosario. L'idea del tecnico nettunese, tornato alla guida della Danesi, è quella di lanciare definitivamente l'italiano e nettunesissimo Renato Imperiali nell'importante ruolo di shortstop. Bagialemani potrà tranquillamente portare avanti questo progetto, sapendo che – in caso di necessità – sarà "coperto" proprio da Olmo Rosario che, in qualunque momento, potrebbe essere spostato nella posizione di interbase.
Una curiosità: nel 2007, quando giocava con Nashua Pride, Olmo Rosario è stato scelto dai manager e dai media della Can-Am League come "giocatore dell'anno" per le sue grandi doti offensive.

Informazioni su Maurizio Roveri 192 Articoli
Maurizio Roveri, giornalista professionista, è nato il 26 novembre 1949. Redattore di Stadio dal 1974, e successivamente del Corriere dello Sport-Stadio, fino al gennaio 2004. Iscritto nell'Albo dei giornalisti professionisti dal luglio 1977. Responsabile del basket nella redazione di Bologna, e anche del pugilato. Caporubrica al Corriere dello Sport-Stadio del baseball, sport seguito fin dal 1969 come collaboratore di Stadio. Inviato ai campionati mondiali di baseball del 1972 in Nicaragua, del 1988 in varie città d'Italia, del 1990 a Edmonton in Canada, del 1998 in Italia, nonché alle Universiadi di Torino del 1970 e ai campionati Europei del 1971, del 1987, del 1989, del 1991, del 1999. Dal 2004 al 2007 collaboratore del quotidiano "Il Domani di Bologna" per baseball, pugilato, pallavolo.  

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.