Albert Pujols, altri 400 di questi fuoricampo!

Il prima base dominicano centra un altro importante traguardo della sua straordinaria carriera. Per Philadelphia sweep a San Diego. Anaheim è quasi fuori. Che lotta fra Yankees e Rays

L'ambizioso traguardo dei 400 fuoricampo in carriera è stato raggiunto contro Jordan Zimmermann, lanciatore dei Nationals. Dopo aver studiato il primo lancio, finito in zona di strike, Albert Pujols ha spedito la palla oltre il limite del National Park dove c'erano assiepati oltre 22mila tifosi. E così il prima base dei Cardinals ha aggiunto l'ennesima grande impresa ad una già prestigiosa carriera. Nato a Santo Domingo il 16 febbraio 1980, Pujols si affaccia nel mondo professionistico delle Majors il 2 aprile 2001 con la casacca, che non cambierà mai, di St. Louis ed in quella stagione conquisterà subito il premio di Rookie of the Year, la prima presenza alla All Star Game ed il primo Silver Slugger Award. Da allora, e solo per citare i riconoscimenti più importanti, colleziona 9 presenze nella partita delle Stelle (unica assenza nel 2002), 5 Silver Slugger Award, un Gold Glove, 3 volte MVP della National League ed una volta MVP alle Championship Series della National League. Le World Series le ha vinte una sola volta, nel 2006, ed ora il "Club dei 400" lo ha accolto a braccia aperte. A far parte di questa ristretta cerchia sono 22 atleti tra cui spiccano nomi storici come Lou Gherig, Josè Canseco, Carl Ripken Jr. e Ted Williams, più giocatori ancora in attività del calibro di Vladimir Guerrero, Chipper Jones e Carlos Delgado.
Le ottime prestazioni di Pujols non stanno però trainando a dovere i Cardinals che in questa fase stentano a tenere il passo dei Cincinnati Reds, sempre più in vetta alla Central Divisioni della NATIONAL LEAGUE. Adesso il vantaggio della squadra guidata da Dusty Baker è di 5 vittorie sulla franchigia del Missouri quando restano 29 partite ancora da giocare per la squadra dell'Ohio e 31 per i Cardinals. Dopo lo sfortunato cappotto casalingo subito contro una non irresistibile Houston, Philadelphia si riporta in corsa per l'accesso ai playoff e per la conquista della East Division della NL grazie allo sweep inflitto niente meno che ai Padres, e per di più in California. A San Diego ci si attendeva la resa totale dei ragazzi di Charlie Manuel ed invece ecco che ancora una volta il famoso adagio secondo cui "i campioni si vedono nel momento di difficoltà" torna di attualità. Grazie ad una sorprendente striscia positiva (2-3, 1-3 e 0-5 i finali), i campioni in carica della NL si riportano a meno 2 da Atlanta, che continua a guidare il girone, e soprattutto si portano in testa alla Wild Card della NL dove San Francisco, che ha malamente perso la serie interna contro Arizona (1 vittoria e 2 sconfitte) cede il passo e si porta a meno 1.5 gare. Le sconfitte di San Diego non minano la leadership dei Padres nella West Division che sono confortati da un discreto +5 sui diretti inseguitori, ancora i Giants, ed hanno 8 vittorie di vantaggio sui Rockies, terzi del girone.
Nella AMERICAN LEAGUE ammaina la bandiera Anaheim che con 3 vittorie nelle ultime 10 gare si porta a meno 10 da Texas, leader incontrastato della West Division con un cammino di 73 vittorie e 57 sconfitte, che non la renderebbe prima in nessuna altra division della MLB. Il roster di Scioscia si è vista sorpassare in classifica anche da Oakland che comunque non sembra in grado di impensierire Texas. Nessuna altra novità di rilevo nella AL dove la Central vede sempre più in vetta i Minnesota Twins che guidano il girone con 4.5 di vantaggio sui White Sox. Nella East continua la lotta tra Yankees e Rays che procedono appaiate, una sfida all'ultima sangue per contendersi il pennant del girone con Boston distanziato di 6.5. La sensazione è che la franchigia che arriverà seconda accederà comunque alle post-season grazie alla vittoria della wild card.

Informazioni su Andrea Tolla 532 Articoli
Nato a Roma nel 1971, Andrea è padre di 3 figli, Valerio, Christian e Giulia. Collabora con il quotidiano Il Romanista dove si occupa, tra le altre cose di baseball e football americano. Appassionato di sport in genere collabora anche con il mensile Tutto Bici e con il quotidiano statunitense in lingua italiana America Oggi. Ex-addetto stampa della Roma Baseball, cura una rubrica di baseball all'interno di una trasmissione sportiva di un'emiitente radiofonica romana.

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.