IBL, cercasi pubblico disperatamente

La regular season 2010 ha fatto registrare un calo di spettatori del 14.2{90330d1a4ee05e33d58c46d3ea39f2b212ff7869461952227c824aceb8e18497} (totale 36.023) rispetto ai 41.993 del 2009, -40{90330d1a4ee05e33d58c46d3ea39f2b212ff7869461952227c824aceb8e18497} rispetto al 2008 (erano 60.471). Al Cariparma il record di presenze in casa, bene Bologna fuori

Una premessa è d'obbligo prima di cominciare. La seguente analisi effettuata da Baseball.it sugli spettatori della IBL si basa sui dati pubblicati dalla FIBS all'interno dei tabellini statistici delle singole partite (il cosidetto "box score"). Il quadro che emerge, lo vedrete, non è assolutamente confortante: c'è un'emorragia in atto che occorre bloccare, e presto. Occorrerebbe quindi riflettere, ad ogni livello, su cosa è possibile fare per rimediare a questo stato di cose, quali iniziative mettere in atto per far riavvicinare il popolo del baseball, promuovendo azioni a livello cittadino, nelle scuole etc. Il dibattito è aperto, la domanda è la stessa di sempre: perchè il baseball non "tira".

Alla fine della regular season 2010, conclusasi lo scorso weekend dopo 168 partite disputate, sono stati complessivamente 36.023 gli spettatori IBL, in calo di 5.970 unità (-14.2{90330d1a4ee05e33d58c46d3ea39f2b212ff7869461952227c824aceb8e18497}) rispetto al 2009 quando il totale era stato di 41.993. Ancora più vistosa la diminuzione rispetto al 2008 quando gli spettatori avevano superato quota 60.000, per la precisione 60.471: confrontando il dato con quello 2010, la riduzione è stata di 24.448 unità, ovvero -40{90330d1a4ee05e33d58c46d3ea39f2b212ff7869461952227c824aceb8e18497}. In due anni la IBL ha visto quindi quasi dimezzato il numero degli spettatori presenti sugli spalti.
Tornando al 2010, dei 36.023 spettatori 13.548 hanno assistito a garauno (37.61{90330d1a4ee05e33d58c46d3ea39f2b212ff7869461952227c824aceb8e18497} su 56 gare), 10.796 a garadue (29.97{90330d1a4ee05e33d58c46d3ea39f2b212ff7869461952227c824aceb8e18497}) e 11.679 garatre (32.42{90330d1a4ee05e33d58c46d3ea39f2b212ff7869461952227c824aceb8e18497}).
La società che ha fatto registrare il numero più alto di spettatori in casa è stata il Cariparma con un totale di 7.091 su 21 incontri giocati sul diamante del centro sportivo dedicato al compianto Aldo Notari (media 337.7), mentre la squadra che ha avuto il maggior seguito in trasferta è stata la UGF Assicurazioni Bologna con 5.063 spettatori (media 241.1). Di contro, il Catania Warriors – che giocava sul diamante di Palermo – ha avuto solo 1.695 spettatori sempre su 21 incontri (media 80.7), San Marino in trasferta ha richiamato 3.380 appassionati (media 161).
Il weekend che ha fatto registrare il maggior afflusso di pubblico è stato il nono, dal 27 al 30 maggio, con 3.456 spettatori in 12 incontri disputati (media 288 a partita) che ha catturato il 9,59{90330d1a4ee05e33d58c46d3ea39f2b212ff7869461952227c824aceb8e18497} dell'intero campionato. Il peggior fine settimana è stato invece il quarto, dal 22 al 25 aprile, con 1.650 spettatori (media 137.5) pari al 4.58{90330d1a4ee05e33d58c46d3ea39f2b212ff7869461952227c824aceb8e18497} del totale.
Nel corso della regular season 2010 la partita che ha fatto registrare il maggior numero di presenze è stata Rimini-Bologna dell'8 luglio scorso con 700 spettatori (finita 5-0 per i Pirati), seguita da Parma-Nettuno del 18 giugno con 637 (12-6 per i ducali il finale) e Parma-Rimini del 30 aprile con 570 (al nono inning 5-0 per la squadra di Gerali). Record negativo invece per Catania-San Marino del 26 giugno con 10 spettatori presenti (9-2 per la T&A).
Guardando all'anno 2009, era stato invece Nettuno la squadra con il pubblico più affezionato con 9.250 spettatori su 21 incontri giocati allo Steno Borghese (media 440.5), mentre la squadra che aveva avuto il maggior seguito in trasferta era stata il Rimini con 6.881 spettatori (media 327.7). Reggio Emilia aveva avuto 3.313 spettatori in casa sempre su 21 incontri (media 157.8) e 4.348 in trasferta (media 207). Due partite avevano superato quota mille in regular season: Nettuno-Bologna del 5 giugno 2009 (finita 4-2 per il felsinei) con 1.100 spettatori e Nettuno-Parma del 26 giugno (7-1 per la Danesi) con 1.000 spettatori. Nei playoff 2009 il totale di pubblico su 23 incontri disputati aveva raggiunto quota 15.978 unità. Bologna aveva avuto 6.300 spettatori su 8 incontri casalinghi (media 787.5), altrettanto bene San Marino in trasferta con 5.882 spettatori (media 458.2). Tre le partite di finale tra Bologna e San Marino con oltre mille spettatori: gara-1, gara-2 e gara-5, record per il primo match con 1.600 presenti al Falchi.
Nel 2008, Grosseto aveva ottenuto il maggior seguito con 13.780 spettatori su 21 incontri giocati allo Jannella (media 656.2), mentre la squadra più seguita in trasferta era stata il Bologna con ben 10.855 spettatori (media 516.9). San Marino aveva avuto 3.919 spettatori in casa sempre su 21 incontri (media 186.6), mentre Redipuglia in trasferta aveva raccolto 5.465 spettatori (media 260.2). Cinque partite avevano superato quota mille, in particolare da segnalare Nettuno-Bologna del 17 e 18 luglio rispettivamente con 1.300 e 1.250 spettatori accorsi allo Steno. Record nei playoff 2008 con ben 43.000 spettatori in 24 incontri giocati. Ben 30.900 erano accorsi per seguire il Nettuno durante le 8 partite in casa (media 3.862), 6.450 il seguito in trasferta per la Danesi (media 921.4). Straordinaria la presenza alle 7 partite di finale con 25.600 spettatori (media 3.657), il picco chiaramente in gara-7 con 6.500 presenze.

Informazioni su Filippo Fantasia 664 Articoli
Nato nel 1964 ad Anzio (Roma) è giornalista pubblicista dal 1987. Grande appassionato di sport USA, e in particolare di baseball e basket, svolge a tempo pieno attività professionale a Milano come Responsabile Ufficio Stampa e Relazioni con i Media italiani e internazionali presso importanti corporate. Nel corso degli anni, ha collaborato con diverse testate nazionali e locali tra cui Il Giornale, La Stampa, Il Resto del Carlino, Tuttosport, Guerin Sportivo, Il Tirreno, Corriere di Rimini, e con testate specializzate come Play-off, Newsport, Sport Usa, Baseball International e Tuttobaseball. In ambito radio-tv ha lavorato per molti anni come commentatore realizzando anche servizi giornalistici per diversi network ed emittenti quali Radio Italia Solo Musica Italiana, Dimensione Suono Network, RDS Roma, Italia Radio e Radio Luna. Ha inoltre condotto programmi e realizzato speciali legati ad importanti avvenimenti sul territorio per alcune televisioni locali. Nel 1998 ha ideato e realizzato il video "Fantastico Nettuno" dedicato alla conquista dello scudetto tricolore della squadra tirrenica di cui è stato per oltre un decennio anche capo ufficio stampa. Significative sono state anche le esperienze professionali negli USA, grazie agli ottimi rapporti instaurati con gli uffici di Media Relations di diversi club (in particolare dei Boston Red Sox) e con le redazioni dei quotidiani Boston Globe e Boston Herald che gli hanno permesso di approfondire i diversi aspetti legati alla comunicazione sui media del baseball professionistico americano. E' stato il primo Responsabile Editoriale di Baseball.it nel 1998, anno di nascita della testata giornalistica online, incarico che ha dovuto momentaneamente abbandonare per impegni professionali, tornando poi in seguito ad assumere il ruolo di Direttore Responsabile. Nell'ottobre del 1997, ha curato il primo “play-by-play” in diretta su Internet del baseball italiano durante le finali nazionali del massimo campionato. Nell'estate del 1998 ha fatto parte del team dell'Ufficio Stampa del Campionato del Mondo di baseball.

Commenta per primo

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.