San Marino cade contro Rotterdam

6-2 al Familie Stadion per il Neptunus (ispirato da Kingsale) che segna 5 punti tra ottavo e nono, vince sul mound l'australiano Ruzic. Sul fronte opposto Bonilla e Montes non riescono a fermare gli olandesi

Dopo aver perso contro i Marlins di Tenerife, il Neptunus Rotterdam rialza la testa ai danni della T&A San Marino che dopo due ore e mezza esce battuta 6-2 dal Familie Stadion. E adesso la squadra di Bindi non può più permettersi passi falsi a cominciare dal match di oggi proprio contro i temibili Marlins di Puerto Cruz.
Ieri sera, la T&A era passata in svantaggio al secondo inning, quando Rombley dopo aver battuto un singolo al centro avanzava in seconda su un sacrificio di Kemp ed in terza su una battuta interna di Arends, infine correva a casa per l'1-0 grazie al doppio di Meeuwis al centro. Sempre al secondo, i Titani potrebbero pareggiare e fare anche di più quando mettono sotto pressione l'australiano del Rotterdam, Dushan Ruzic, che subiva le valide di Albanese, Suardi e Forcellini, ma gli uomini di Bindi non riesconoa raggiungere il piatto di casa base.
Vicente Bonilla e Dushan Ruzic duellavano sul mound concedendo qualche spazio agli attacchi avversari pur contando sulle rispettive difese: il Neptunus alla fine totalizzerà 10 valide contro le 7 del San Marino (2 firmate da Albanese), due errori per parte. La svolta del match arrivava nelle ultime due riprese.
All'ottavo inning Rotterdam segna due volte: doppio di Kingsale (il migliore degli olandesi con 3 valide su 4 turni e 2 punti segnati), bunt di sacrificio di Dille e punto su battuta di Legito. Lo stesso Legito dopo aver rubato la seconda, andava in terza su un rilancio sbagliato e andava per il 3-0 sulla battuta di Kemp. Scendeva Bonilla dopo 7.2 riprese, 9 valide e 6 strike-out, dentro il colombiano Alvaro Montes che nella parte alta dell'inning successivo concede al Neptunus l'ulteriore allungo, 3 punti con due eliminati: out su Meeuwis, colpito Slujiters, strike-out Daantji, valida di Kingsale, quattro ball in successione a Dille, Legito e Rombley. Sul 6-0 la T&A si sveglia solo nell'ultimo assalto con due punti giunti, con due eliminati, grazie al doppio di Sheldon, al singolo di De Biase e a due errori difensivi.

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.