Su Bologna e San Marino, giù Godo e Warriors

Archiviato anche il terzo turno dell'Italian Baseball League con un terzetto al comando (Rimini, Bologna e San Marino), le storiche rivali tirreniche appaiate e Godo a caccia della prima vittoria

Tre turni di campionato, con tanta acqua in diamante nell'ultimo weekend, ma l'Italian Baseball League qualche indicazione importante comincia a darla. D'accordo, siamo solo ad inizio stagione, ma certamente non passa certo inosservato il fatto che ad un terzetto di testa composto da Bologna, Rimini e San Marino con un record di 7 vittorie e 2 sconfitte, si contrappone la coppia di fondo Warriors e Godo che sino ad ora ha portato a casa una sola vittoria (quella "storica" contro il Nettuno ad opera degli etnei), una buona dose di zero in tabellino (6 volte) e per 5 manifeste. Altra curiosità è vedere i rivali per antonomasia, le due tirreniche Grosseto e Nettuno, appaiate nella parte bassa delle classifica guidata appunto da un trittico tutto emiliano-romagnolo. Ed è solamente l'inizio…
Partendo dal fondo poco c'è da dire sulla sfida che ha visto contrapposti i pur coraggiosi dei Catania Warriors contro i navigati fortitudini. Una tripletta, quella conquistata dalla UGF Assicurazioni Bologna, che ha permesso al roster di Nanni di agganciare il Rimini in vetta alla classifica. Unico sussulto l'ottima prestazione sul monte dell'italo-domenicano Orlando Yntema che in gara-2 ha sostenuto il Catania fino al sesto inning.
Altra tripletta anche quella conquistata dalla T&A San Marino di Doriano Bindi ai danni di una De Angelis Godo Knights impanato all'ultimo posto ma che ha dimostrato quanto meno di dare del filo da torcere un po' a tutti e con una condizione fisica che sta crescendo. Non a caso i ravennati hanno sfiorato l'impresa nell'anticipo di giovedì portandosi in vantaggio al nono grazie ad un fuoricampo da 3 punti di Mattia Bucchi per un totale di 5 punti segnati nell'ultimo attacco che però non sono bastati al nove di Weidner dovutosi arrendere alla freddezza di Max De Biase e al suo walk-off homerun.
Più equilibrate le altre sfide di questo terzo turno: Parma-Grosseto e Rimini-Nettuno. La fida consumatasi in terra ducale ha confermato le enormi potenzialità del Cariparma che hanno schiantato il Montepaschi con un perentorio 11-1 nella gara del venerdì sera per poi subire pari trattamento, ma al contrario, in gara 2 con un rotondo 7-0 per Grosseto al quinto. Ducali che chiudono il trittico grazie ad un big inning in gara-3 che vale ben 6 punti.
E se i maremmani non se la passa bene, quanto meno non pari alle aspettative di inizio stagione, la storica corazzata e diretta antagonista Danesi Nettuno non fa salti di gioia e torna dalla trasferta sulla costa romagnola con 2 sconfitte subite dalla Telemarket Rimini dopo la bella vittoria in gara-1. La situazione non è certamente compromessa, siamo solamente come detto agli inizi e mancano ancora 33 incontri alla conclusione della regular season, certo è che ravvisiamo qualche segnale di preoccupazione. E se la sfida del prossimo fine settimana tra Godo e Catania non è in prospettiva salvezza è solo per merito della riforma dei campionati.

Informazioni su Marco Micheli 86 Articoli
Nato nel 1980, metà trentino e metà vicentino (ma veronese d'adozione), vive e lavora a Milano dove si occupa della comunicazione nel Sud-Europa per Boston Consulting Group (BCG), la multinazionale della consulenza aziendale. Grande appassionato di tutto ciò che è USA, dallo sport ai "dunkin' donuts", dai grattacieli della East Cost alle spiagge assolate della West. Marco scopre il baseball all´età di 10 anni quando, complice un regalo della madre insegnante, inizia a calpestare lo storico diamante della Polisportiva Praissola sotto la guida del "mitico" Bissa. Gli anni dell´università lo allontanano dalla terra rossa, prima a Feltre e poi a Milano. Ma è con il conseguimento della laurea in Relazioni Pubbliche allo IULM di Milano e il conseguente viaggio-premio a Boston che si ritrova e decide di curare la comunicazione dei Dynos Verona. Due anni favolosi, densi di soddisfazioni e ricordi indimenticabili, impegnato nella promozione del sodalizio scaligero sulla stampa locale e sportiva. Per Baseball.it scrive del "batti e corri" giocato nella sua terra, il Nord-Est, ma non disdegna di "intrufolarsi" anche in questioni a carattere nazionale e internazionale.

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.