Mark Buehrle dei White Sox nella storia

E' il diciottesimo perfect game dal 1904 ad oggi in Major League. Yankees, Phillies e Dodgers inarrestabili. Matt Halladay dagli A's ai Cardinals

Il 18esimo "perfect game" nella storia della Major League è servito da Mark Buehrle. Davanti ad oltre 28.000 spettatori, il lanciatore partente dei Chicago White Sox si consacra nell'olimpo degli "starting pitcher" due anni dopo la "no-hitter" del 18 aprile 2007 contro i Texas Rangers. La "partita perfetta" per Buehrle: nove inning, né una valida né una base, nulla. Un traguardo difficilissimo e per questo motivo, quello raggiunto contro i Tampa Bay Rays davanti al proprio pubblico, al US Cellular Fied, è stato celebrato con la dovuta enfasi. D'altronde, è solo il 18esimo perfect game da quando esiste la MLB.
Per la cronaca, il match in questione è terminato 5-0 per i padroni di casa, ed ha permesso ai Chicago White Sox di raggiungere Detroit in testa alla Central Division della AMERICAN LEAGUE. I Tigers sono in sofferenza e dopo aver perso le ultime due sfide contro Seattle si apprestano ad affrontare, in uno scontro diretto al cardiopalma proprio i "South Sider", mentre Minnesota, terza incomoda del girone con 2 partite e mezzo di distanza dal duo di testa, è alle prese con la difficile serie contro gli Angels.
A proposito di Anaheim, il roster di Scioscia ha ripreso a macinare gioco e punti vincendo 9 degli ultimi 10 incontri (è in serie positiva da 6 gare). Questa accelerazione ha consentito di staccare i Texas Rangers di 3 partite e mezzo e soprattutto di lanciare un chiaro messaggio a chiunque avesse velleità di mettere le mani sul "pennant" della West Division, da anni saldamente nelle mani degli Angels.
In forma strepitosa appaiono anche i New York Yankees che dalla "Midsummer Classic" hanno infilato 7 vittorie consecutive. Sweep interni contro Detroit e Baltimora e vittoria in gara1 contro Oakland il ruolino dei "Bronx Bombers" dopo la pausa di metà stagione. Le contemporanee 5 sconfitte consecutive dei Boston Red Sox (2 contro Toronto e cappotto esterno contro Texas), che stanno tirando il fiato dopo un avvio di stagione pazzesco, garantiscono agli uomini di Joe Girardi la vetta della East Division per la prima volta in stagione, con il roster di Terry Francona ad inseguire a 2.5 lunghezze di distanza.
Nella NATIONAL LEAGUE la parte del leone in questo inizio della seconda parte di stagione tocca senza dubbio ai campioni in carica. I Philadelphia Phillies continuano imperterriti a schiacciare chiunque capiti a tiro ed il parziale di 9-1 nelle ultime 10 gare sono una cartina di tornasole significativa sullo stato di forma di Ryan Howard e compagni che dalla ripresa delle gare di Major League hanno perso solo gara3 contro i Cubs. I Phillies hanno adesso 6.5 gare di vantaggio su Atlanta e Florida e ben 10.5 sui Mets che sembrano oramai definitivamente fuori dalla lotta della East Division della NL.
Nella Central Division continua la serrata lotta per la vetta che vede coinvolte ben 4 franchigie in 2 incontri e mezzo. Avanti a tutti i Cardinals che sembrano accusare la stanchezza dopo un sorprendente avvio di stagione. Le 3 vittorie e 4 sconfitte rimediate dalla ripresa delle attività contro Arizona, Houston e Washington, sono alleviate da un autentica bomba di mercato. A St. Louis è in arrivo Matt Halladay, acquistato dagli A's in cambio di Brett Wallace ed altri due giocatori delle Minors. Ad un incontro e mezzo dai Cardinals troviamo il duo Chicago Cubs-Houston Astros, mentre i Milwaukee Brewers inseguono a 2 e mezzo.
Tutto stabilito invece nella West Division della NL dove prosegue inesorabile il dominio dei Los Angeles Dodgers di Joe Torre che riprendono come avevano terminato: vincendo. I Dodgers si portano a casa 5 delle 7 gare post All Stars Game e allungano a 9 le lunghezze di vantaggio su Colorado e 10 su San Francisco. Rockies e Giants restano comunque in testa alla Wild Card di NL.

Informazioni su Andrea Tolla 532 Articoli
Nato a Roma nel 1971, Andrea è padre di 3 figli, Valerio, Christian e Giulia. Collabora con il quotidiano Il Romanista dove si occupa, tra le altre cose di baseball e football americano. Appassionato di sport in genere collabora anche con il mensile Tutto Bici e con il quotidiano statunitense in lingua italiana America Oggi. Ex-addetto stampa della Roma Baseball, cura una rubrica di baseball all'interno di una trasmissione sportiva di un'emiitente radiofonica romana.

Commenta per primo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.